Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 29 aprile 2013

SFUMATURE IN GIALLO E NOIR

Biblioteca San Giorgio – Comune di Pistoia – Club Amici del Giallo Pistoia


Sabato 11 Maggio 2013

SFUMATURE IN GIALLO E NOIR

Diversi modi per interpretare la realtà sociale

Direzione e coordinamento:

Graziano Braschi, Susanna Daniele, Giuseppe Previti

9.45 Introduzione a cura di Graziano Braschi

10.00 LA POLIZIA SULLA SCENA DEL CRIMINE

Il ruolo degli inquirenti tra fiction e realtà

Intervengono Maurizio Gori- Luca Pagnini

10.55 LA FORTUNA DEL NOIR NEL FUMETTO

Interviene Oscar Montani

11,40 IL NOIR COME SPECCHIO DELLA REALTA'?

Interviene Susanna Daniele

12,20 LA PROMESSA DI DÜRRENMATT

Interviene Luciano Luciani

14,45 UN QUARANTENNIO DI TRASFORMAZIONE (ANNI ‘60-‘90)

Cronologia ragionata a cura di Graziano Braschi

15,30 IL REALISMO NEL GIALLO ITALIANO (ANNI ‘60-‘70)

Interviene Alberto Eva

16,15 IL REALISMO NEL GIALLO ITALIANO ( ANNI ‘80-‘90)

Interviene Giuseppe Previti

17,00 IL GIALLO CLASSICO IERI E OGGI

Interviene Enrico Luceri

17,55 TRA STORIA E CRONACA, GIORNALISTI E SCRITTORI A CONFRONTO

Interventi degli scrittori/giornalisti Paolo Ciampi, Maurizio Gori, Giampaolo Grassi, Stefania Valbonesi

18,45 Conclusione a cura di Giuseppe Previti

Eventi maggio 2013

Come vedete, sarà un mese molto intenso...Vi aspettiamo!

Venerdì 3 maggio, ore 17,00 presso la biblioteca San Giorgio di Pistoia, presentazione a cura di Giuseppe Previti e Lucia Bruni del romanzo di Donatella Fabbri “Una storia sbagliata. Un caso per il commissario Monti” (Edizioni Atelier)

Venerdì 3 maggio ore 20,30 cena alla Taverna del Vin Vino a Borgo a Buggiano (prezzo Euro 35) e dalle 22,00 presso la spazio Kultura “Giallo Bifronte le due anime del thriller” dopo-cena con autori, Giuseppe Previti introduce Vincenzo Maria Brizio con "Café do Mar" e Laura Vignali con " Doppio giallo ".

Sabato 4 maggio alle ore 18 presso la libreria Lo Spazio di Via dell’Ospizio (Pistoia) presentazione a cura di Chiara Belliti e Giuseppe Previti del thriller storico di Leonardo Gori, La città d’oro (Giunti).

Sabato 4 maggio, ore 17,00 presso il Wine Bar Villa Roma di Tirrenia (PI)
"Incontro con D'Annunzio: Il Vate, (in)sana passione.
Un racconto in giallo
interviene Cristina Bianchi
Conduce il giornalista Roberto Sonnini
Incontro a cura dell’Associazione Dannunziana con la partecipazione di Proloco Litorale pisano.

Giovedì 9 maggio ore 18,00, alla libreria Lo Spazio di Via dell’Ospizio (Pistoia) Amici del Giallo in collaborazione con gli Amici della Musica presentano Cristina Preti “Ma per fortuna è una notte di luna – Trilogia pucciniana con delitto”.

Sabato 11 maggio

Giornata Convegno "SFUMATURE IN GIALLO E NOIR - Diversi modi per interpretare la realtà sociale.
Partecipano Giuseppe Previti, Susanna Daniele, Graziano Braschi, Maurizio Gori, Luca Pagnini, Oscar Montani, Luciano Luciani, Alberto Eva, Enrico Luceri, Paolo Ciampi, Giampaolo Grassi, Stefania Valbonesi.
Mercoledì 15 maggio ultimo incontro con i detenuti nel carcere circondariale pistoiese di Santa Caterina in Brana a cura dello scrittore bolognese Patrick Fogli.

Giovedì 23 maggio, ore 17, presso la biblioteca San Giorgio di Pistoia, Giuseppe Previti e Maurizio Tuci introducono Giancarlo Onorati con "L'ultimo dei cospiratori".
Proiezioni di immagini da film su Abramo Lincoln.

Venerdì 24 maggio, ore 21,00, presso libreria IBS di Firenze (Via Cerretani)

“Una storia sbagliata. Un caso per il commissario Monti” (Edizioni Atelier) di Donatella Fabbri presentazione a cura di Lucia Bruni e Giuseppe Previti

Venerdì 31 maggio alle ore 19 presso il Circolo Arci di Capostrada, Cooperativa sociale Don Chisciotte (Via Bolognese 2 serata a tema sull’antologia “Menù in giallo” (edizioni Atelier). A seguire cena a base di ricette tratte dall'antologia.
Prenotazioni entro il 30 maggio al 0573 400180

venerdì 26 aprile 2013

NOTTE BIANCA 2013 ALLA BIBLIOTECA SAN GIORGIO





Risposte al quiz 


Film  legati al gioco


21- 1

A:  quale è il titolo del film? (21)

B: come si chiama il professore co-protagonista del film e chi lo interpreta? Il nome del personaggio è il nome di un fiore... (Mickey Rosa, interpretato da Kevin Spacey)


Casinò - 2

A: il titolo del film è Casinò, chi interpreta Nicky Santoro, amico mafioso di De Niro nel film? (Joe Pesci)?

B: come si chiama il locale che gestisce il protagonista? (Tangiers, nome di fantasia, che si ispira allo Stardust, abbattuto nel 2007)


Il colore dei soldi - 3

A:  come si intitola il film e che gioco praticano i protagonisti? (Il colore dei soldi – giocano a biliardo americano, per la precisione a Palla Nove)

B: qualcuno degli attori ha vinto un oscar in occasione di questo film? (Paul Newman - miglior attore protagonista)

Ocean Eleven - 4

A: il film ha avuto sequel? Come si chiamano? (Ocean's twelve- Ocean's thirteen stesso cast, stesso regista)

B: come si chiama il personaggio interpretato da George Clooney?  (Danny Ocean, che da il nome al film)


Il giocatore - 5

A: in quale materia vorrebbe laurearsi il protagonista del film? (in legge)

B: John Malkovich interpreta un personaggio dal singolare soprannome, che ricorda un temutissimo servizio segreto: si chiama Teddy... (KGB, uno strozzino di origine russa che gestisce un club privato)


Film  tratti da videogiochi


Hitman - 6

A: il titolo è Hitman; che cosa ha di particolare sulla testa il protagonista? (un codice a barre tatuato, che finisce col numero 47)

B:  come è vestito il protagonista? (Completo nero, camicia bianca, cravatta rossa)


Lara Croft: Tomb Raider - 7

A: chi è l'attrice protagonista del film? (Angelina Jolie)

B: chi è l'attore che interpreta il padre della protagonista e quale particolare curiosità lega i due interpreti? (John Voight, che è anche il vero padre di Angelina Jolie).



Max Payne - 8

A: chi è il famoso attore che interpreta il protagonista? (Marc Wahlberg)

B: di quale particolare effetto speciale, innovativo per il tempo - siamo nel 2001- godeva il protagonista  del  videogioco da cui il film è tratto? E' una tecnica molto usata nel film Matrix (Bullet-time)

Nei videogiochi, il bullet time indica una fase del gioco in cui il personaggio controllato dal giocatore è in grado di agire a velocità normale, mentre gli altri personaggi e oggetti appaiono rallentati. Questo fattore è cruciale per il gameplay. Il giocatore può temporaneamente "rallentare il tempo", avendo così la possibilità di prendere la mira nel modo migliore e sopravvivere a sparatorie contro più avversari.


Resident Evil - 9

A: come si chiama la casa farmaceutica nei cui laboratori è ambientato il film?Il nome ricorda quello di un arnese molto utile in caso di cattivo tempo... (Umbrella Corporation)

B: chi è la Regina Rossa nel film? ((l'avanzatissimo computer centrale che controlla il laboratorio farmaceutico, detto l'Alveare)


Silent Hill - 10

A: il film si chiama Silent Hill; da quale nazione proviene il videogioco da cui è tratto? (Giappone)

B: una delle protagoniste del film indossa in molte scene un casco, che mestiere fa? (La poliziotta della stradale)


Serial tv – telefilm


Dexter - 11

A:  dove  nasconde Dexter i vetrini con le gocce di sangue prelevate alle vittime? (nel vano del climatizzatore di casa sua)

B: nel serial il protagonista ha una sorella, poliziotta. Che particolare legame c'è tra i due attori che interpretano i rispettivi personaggi? (sono stati marito e moglie, nel 2010 hanno divorziato)


Ellery Queen - 12

A: il protagonista del telefilm è il padre di un celebre attore, che giovanissimo ha vinto anche un premio Oscar per il film Gente comune. Quale è il cognome di entrambi? (Hutton; Timothy Hutton il figlio, il padre è Jim Hutton)

B: il protagonista autore delle indagini fa il poliziotto di mestiere? (No, scrittore di gialli)

I Soprano - 13

A: di quale attività ufficialmente si occupa il protagonista della serie? (smaltimento rifiuti)

B: come si chiama il locale notturno che compare spessissimo nel serial? (Bada Bing)


Kojak - 14

A: il protagonista del telefilm fa uso smodato di un particolare dolciume, di cosa si tratta? (tiene in bocca un Tootsie Pop, un tipo di lecca-lecca, per diminuire le sigarette)

B:  quale è la nazionalità di origine dell'attore protagonista? (Telly Savalas - La famiglia veniva dalla Grecia, così come il personaggio che interpreta)

Perry Mason - 15

A:  chi è l'autore dei romanzi da cui sono tratti i telefilm? (Erle Stanley Gardner)

B: sono stati girati più o meno di 200 episodi? (271, Perry Mason ha perso solo una volta nell'episodio 185 Verdetto di morte)



Letteratura americana


1

A: un romanzo di Joe Lansdale si svolge negli anni ’30, ai tempi della grande depressione. In quale stato americano si svolge l’azione ?  (Texas)

B: cosa avviene nelle paludi della zona dove abita il protagonista?  (omicidi cruenti di donne di colore)


2

A: l’autore è considerato uno dei padri dell’hard boiled americano degli anni ’40. Come si chiama? (Raymond Chandler)

B: Il romanzo è stato trasposto più volte cinematograficamente. Ricordate il nome dell’attore che ha ricoperto il ruolo dell’investigatore nel film del 1946?  (Humphrey Bogart)

3

A: il romanzo è dedicato alla madre, prostituta morta tragicamente. Qual è il titolo del romanzo in lingua originale?
 (The black Dalia)

B: quale sport praticavano prima di diventare poliziotti i due investigatori che indagano sull’omicidio della ragazza? (Pugilato)

4

A: come si chiama il ragazzino coprotagonista del romanzo?   (Manolo o Manolin).

B: Con questo romanzo l’autore vinse il premio Nobel. In quale anno?   (1954)

C: Il libro ha ispirato un cantautore italiano. Chi?   (Roberto Vecchioni - nell'album Rotary Club of Malindi)

5

A: è un romanzo di avventura e  guerra della prima metà dell’800. Qual è il nome delle due tribù indigene che combattono gli eserciti coloniali europei? (Mohicani e Uroni)

B: qual è il soprannome del cacciatore bianco Natty Bumppo? (Occhio di falco)

C: un colonnello inglese ha la stesso cognome di un’importante scrittrice canadese. Quale?  (Munro)

 6

A: qual è l’oggetto prezioso che Alberta trova nelle tasche di suo marito e che le fa capire che suo marito la tradisce? 
   (Un portacipria d’oro con la dedica)

7

A: da quale racconto di Cornell Woolrich è stato tratto un celeberrimo film di  Alfred Hitchcock del 1954?
(La finestra sul cortile)

B: cosa scopre di tanto eclatante nella casa di fronte il protagonista del racconto? 
(Un uomo che uccide la moglie e poi porta via il cadavere nella valigia)



8

A: come si chiama la ragazza che si presenta una mattina nell’agenzia investigativa di Samuel Spade ne Il falcone maltese?
 (Wonderly)

B: cosa è il falcone maltese?   (Una statuetta d’oro tempestata di pietre preziose)

9


A: il protagonista del romanzo Tishomingo Blues, Dennis, è un tuffatore. Qual è il nome dell’hotel nel quale si esibisce?  
  (Tishomingo Lodge Casino)

B: quale genere musicale piace all’amico di Dennis?   (Il blues)

10

A: in quale luogo termina il viaggio? (Antartide)

B: qual è il nome della nave sulla quale s'imbarca il protagonista?  (Grampus)

11

A: il romanzo è conosciuto anche per l’incipit fulminante. Scrivilo.  (Chiamatemi Ismaele)

B: come si chiama il ramponiere polinesiano tatuato che il protagonista incontra nella locanda dello Sfiatatoio?  (Queequeg)

C: in quale giorno salpa il Pequod? (La mattina di Natale)

mercoledì 24 aprile 2013

Rime assassine

In attesa della presentazione del 27 aprile alla biblioteca San Giorgio potete leggere a quali rime assassine ci riferiamo..

Rime assassine


a cura di Massimo Sozzi e Riccardo Parigi

Edizioni Effigi


I più disparati generi del giallo usano le rime assassine, ovvero le poesie, come “magnifica ossessione” ci raccontano Massimo Sozzi e Riccardo Parigi, i curatori di questa corposa antologia, nella loro prefazione. Rime assassine dunque, tratte da Giovanni Pascoli, Agostinho Neto, Gabriele D’Annunzio, Ezra Pound, Ferdinand Céline, Alda Merini, Dante Alighieri, Jacques Prévert, Aleksandr Sergeevič Puškin, Torquato Tasso, ma anche da Guccini, e Mina per dar voce e vita ai protagonisti dei vari racconti.

E così eccoci a declamare versi, con tono e con passione, senza renderci conto che è l’interpretazione, ciò che rende la poesia intima e personale… si sa, il gioco dei poeti è che i loro versi possano indicare tutto, ma anche il suo esatto contrario e, nel gioco, ci rendiamo drammaticamente conto di quanto sia fondamentale chi si appropria di quei versi adattandoli a sé, alla propria vita, alle proprie passioni e necessità. La poesia appartiene così a chi se ne appropria, diventa personalissima, legata, in questa antologia, al lato più oscuro della natura umana.

In Luanda Serenate di Alessandro Angeli si parte dall’Angola con le poesie del suo eroe nazionale, Agostinho Neto e con la giovanissima Bella che a causa dell’instabilità politica del suo paese viene mandata dalla famiglia a Lisbona. La vediamo poco più che bambina e poi crescere e diventare donna e vivere una struggente storia d’amore con Antoine, immigrato da Marsiglia. Ma, la libertà che cercano è un sogno e un desidero che si scontrerà con il fato.

Ne Il Vate di Cristina Bianchi, i versi di Gabriele D’Annunzio vengono usati come contrappunto alla luna di miele del poeta a Porto San Giorgio nel luglio del 1883, ma anche allo stupro di un ragazzo che avviene ai giorni nostri. Una doppia lettura sull’amore e sull’odio, utilizzando le stesse parole, le identiche poesie, che porteranno ad una vendetta più che meritata.

Lucia Bruni con il suo Chi al Bruscello va/ e s’innamora/ Perde il cor la testa/ e la dimora mette in scena un vecchio spettacolo teatrale (in cui lei stessa ha recitato negli anni ’70) per far rivivere alla protagonista un dramma del passato. Durante lo spettacolo di 38 anni prima, la sorella della protagonista e il fidanzato scompaiono senza lasciare nessuna traccia. Che intenzioni avrà la persona che l’ha invitata? Un tuffo nelle rime della Toscana dialettale.

Daniele Cambiaso ci conduce in un intrigo lasciandoci senza fiato. Un po’ perché i protagonisti sono due giovani inesperti universitari che si ritrovano a seguire degli indizi che li porteranno a scoprire una congiura, forse ai danni del poeta Pound. Fortunatamente ad aiutarli c’è il padre di uno dei due, ex agente del SIGMA, che Pound, durante il periodo del fascismo, aveva il compito di controllarlo. Il finale della storia è ambientato il 3 settembre 1975. Sarà quindi Ezra Pound Il seminatore di discordia del titolo?

Il cielo in una stanza di Antonella Coccoli mette in scena, sulle note di Mina, un dramma del cuore. Il primo amore non si scorda mai: ma se qualcuno invece se lo fosse dimenticato e di fronte ad un incontro causale – a distanza di anni, con moglie e figli e una vita già in parte vissuta – si ritrovasse di nuovo innamorato del primo amore come da adolescente?

Susanna Daniele ci racconta la violenza, psicologica e fisica, ai danni di una donna fragile, sulle maestose e sofferte poesie di Alda Merini. Una storia d’amore e di violenza ma anche di uno sfruttamento intimo e mentale. Una donna usata come cavia, che ci porterà a scoprire il perché del titolo del racconto Romanzo a quattro mani, e che darà il via alla catarsi. Una storia dannata fino alla fine.

I Punti di vista di Donatella Fabbri sono divertenti e cinici. Con scrittura leggera e sulle frasi d’amore che Dante riservò alla sua Beatrice ne La vita nuova, crea un equivoco. E ci cade in pieno la bella barista triste e frustrata… se un cattivo marito se ne va, forse se ne può trovare subito un altro!

Molto lungo e articolato il racconto di Stefano Fiori Donna in grigio con interni in nero che si svolge tra Firenze, Parigi ed Edimburgo con un epilogo in Toscana. Una storia cupa e noir in cui la morte, sotto le sembianze di una donna bellissima vestita di grigio, uccide con freddezza e determinazione. È una serial killer, ma non sta uccidendo a caso. E il sangue scorre sulle poesie di Jacques Prévert.

Si cambia completamente stile con Franco Foschi e le sue Poesie Criminali che ricordano un po’ i Delitti esemplari di Max Aub e un po’ l’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters. Qui è lo scrittore a creare le “rime assassine”, raccontando, accennando, lasciando spazio alla fantasia di chi legge. E adesso non si salva più nessuno!

Io vi ho amato di Angelo Marenzana narra la storia di un uomo solo, che si innamora della foto di una ragazza russa, Angela, trovata sul sito di un’agenzia matrimoniale. Contattata l’agenzia, inizia la corrispondenza tra i due che si innamorano. Tra le affascinanti parole delle poesie di Puskin e una bellezza conturbante alla Nicole Kidman, il dramma è vicinissimo e quel che resta è solo il profumo dei gigli.

Farsa oscena con delitto di Maurizio Pagnini ha un incipit divertente. Due ragazzi giocano alla guerra recitando i versi dell’Orlando Furioso e Gabriele D’Annunzio, lì in vacanza con la sua amante, stupito, li ascolta e regala loro come premio una poesia sconcia scritta sul momento. Sarà la poesia, le cui rime verranno rivelate solo alla fine, a fare da filo conduttore di questo racconto dove niente è come sembra, tranne il cadavere del vecchio Rigoletto (uno dei due bambini dell’inizio della storia) trovato con il cranio sfondato.

Cosa potrebbe mai fare una donna se non avesse un’amica del cuore! Lo sa bene la povera Rachele – ne Il guanto di volpe di Riccardo Parigi e Massimo Sozzi – che dall’amica, bella dolce e timida, si vede rubare l’uomo che ama. Ma Rachele invece di vendicarsi, generosamente l’aiuta: e con l’abito da sposa e con il rinfresco e facendole compagnia ogni giorno prima del matrimonio. Le poesie di Giovanni Pascoli colorano il racconto e fanno immaginare il profumo dei fiori.

Se Dio è morto di Giuseppe Previti si lancia sulle note della celebre canzone di Francesco Guccini mentre sullo sfondo si muove uno scrittore in crisi da foglio bianco e un assassino che uccide con due colpi di fucile un bancario in pensione che dedicava buona parte del suo tempo alla letteratura gialla. Ma i crimini non finiscono qui… A chi fa parte di club che si occupano di gialli e noir, il racconto suggerisce di fare molta attenzione!

Cerca di sfatare i Luoghi comuni Enrico Tozzi con il suo racconto. Un bambino della comunità rom è scomparso e in pochi sembrano preoccuparsene seriamente. Ma il commissario Cesari, messo ko dalle vacanze che è stato costretto a prendere dal lavoro, si mette subito ad indagare seguendo la pista che gli apre una vecchia filastrocca per bambini. Il finale è terribile: guai a chi tocca i bimbi.

Buon vecchio zio Mario di Massimiliano Tozzi ci riserva numerose sorprese e colpi di scena. Un ragazzo bocciato a scuola viene mandato al “confino” dai genitori presso uno zio che abita in campagna. Nel corso del suo soggiorno forzato scoprirà aspetti inquietanti e anomali di quella vita contadina. Non ultimo il fatto che lo zio e il confinante sono in piena faida che combattono a colpi di stornelli velenosi. Attenti allo humor british dei campagnoli!

Nodi di fer nemico e non d’amante è il divertente racconto di Laura Vignali che contrappone il commesso bigotto della “Reliquia” negozio di articoli religiosi che ha un’insana passione per la Gerusalemme liberata di Torquato Tasso, alla conturbante e avvenente commessa di “Vizi e capricci” il negozio di lingerie che si trova di fronte. E in questa moderna trasposizione della storia di Clorinda e Tancredi, galeotta fu una piccola farfalla tatuata!

Sedici racconti per diciassette autori, quasi altrettanti “furti” a poeti e cantanti per un’antologia ricchissima di colpi di scena e di punti di vista, non ultimo quello della disegnatrice Cinzia Bardelli che dai racconti prende spunto per le illustrazioni del libro. Sono belle le donne dei suoi disegni, a metà strada tra lo schizzo e il sogno… donne dagli occhi grandi, dalle guance arrossate, dalle lunghe chiome fluenti, dai corpi sinuosi e dalle bocche piccole. Molto personali anche i disegni che raffigurano i fiori, protagonisti di alcuni dei racconti. Gli uomini invece vengono rappresentati solo attraverso pochissimi particolari, a meno che non rappresentino una vittima. Un disegno per ogni racconto, una sorta di nume tutelare per ogni storia.

Si sa, le Edizioni Effigi sono sempre molto attente e curate nell’aspetto grafico delle sue pubblicazioni… In aggiunta ai bei disegni di Cinzia Bardelli, un tocco di rosso color sangue… ma che volete, d’altronde, le Rime sono assassine!

Elena Zucconi

venerdì 19 aprile 2013

Biblioteca San Giorgio – Comune di Pistoia – Club Amici del Giallo Pistoia




Mercoledì 24 Aprile 2013

NOTTE BIANCA

per il sesto anniversario della biblioteca San Giorgio


Ore 19,00-20,00 Accoglienza



Mediateca

Ore 21,00-24,00

a cura di Stefano Fiori

Proiezione films con protagonista Ellery Queen:

“I veli di Veronica”

“La maledizione dei faraoni”

“Il trenino elettrico”



Sala Manzini (1° piano)

Ore 21,OO-21,45

Elena Zucconi e Sergio Salabelle parlano di J.Dickson Carr

Ore 21,45-22,30

Susanna Daniele e Enrico Tozzi presentano Il Quiz
a premi "American films & novels"
Ore 22,30-23,15

Il G.a.d. Città di Pistoia propone un radiodramma di Ellery Queen Finale a sorpresa....

Ore 23,15-24,00

Cristina Bianchi è alle prese con le autopsie di Kay Scarpetta

Ore 24,00-24,45

Giuseppe Previti ci conduce nel mondo di Nero Wolfe

Ore 24,45-1,30

Marco Morozzi: Titanic, il viaggio maledetto....

A seguire altri interventi a sorpresa degli Amici del Giallo di Pistoia.

Buon gioco a tutti!

mercoledì 17 aprile 2013

17 aprile


Quarto incontro a cura degli Amici del Giallo e della Biblioteca San Giorgio di Pistoia presso il carcere mandamentale di Santa Caterina in Brana.

Si tratta di una serie di incontri dedicati alle varie forme espressive del genere giallo.

Dopo Divier Nelli, Oscar Montani, Andrea Consorti, Giuseppe Previti accompagna e introduce Laura Vignali.

Tema di questo incontro sarà "il giallo comico" di cui la scrittrice pistoiese è una valida esponente.



Cerca nel blog