Si è verificato un errore nel gadget

mercoledì 25 maggio 2016

"Minestrina in brodo" domani 26 maggio alla libreria "Lo spazio" di via dell'Ospizio

Giovedì 26 maggio ore 18
presentazione del libro di ROBERTO CENTAZZO
LA PRIMA OPERAZIONE
​DELLA SQUADRA SPECIALE MINESTRINA IN BRODO

Giovedì 26 maggio alle ore 18.00, presso Lo Spazio di via dell'ospizio, verrà presentato il libro di Roberto Centazzo, La prima operazione della squadra speciale Minestrina in brodo(Tea, 2016, p. 247, euro 14,00).
La presentazione, organizzata in collaborazione con l'associazione Amici del giallo Pistoia, vedrà la partecipazione di Franco Checchi, Daniela Gori Giuseppe Previti.
Sarà presente l'autore.

"Ma chi l'ha detto che con la pensione finisca la voglia di cambiare il mondo? E chi l'ha detto che con la pensione non si rida più?" (Maurizio De Giovanni)


Ferruccio Pammattone, ex sostituto commissario e vice dirigente alla Squadra mobile, Eugenio Mignogna, ex sovrintendente alla Scientifica, Luc (e non Luca per un errore dell'impiegato all'anagrafe) Santoro, ex assistente capo all'Immigrazione, hanno molte cose in comune: sono amici da una vita, si sono arruolati insieme nel lontano 1975 e sono stati appena congedati per raggiunti limiti d'età. Ma alla pensione non possono e non vogliono abituarsi. Si annoiano. Così, mentre chiacchierano sul lungomare di Genova, pensano che potrebbero rimettersi subito in azione, per dedicarsi finalmente a tutti quei casi che, per un motivo o per l'altro, non hanno mai potuto affrontare quando erano in servizio. Adesso, finalmente, non devono rendere conto a nessuno, soltanto alla loro coscienza che li spinge a indagare, al loro stomaco che s'infiamma alla vista di un wurstel e alla loro prostata che reclama una sosta. Ferruccio Pammattone nome in codice Semolino (se mangia pesante si riempie di macchie rosse ed è costretto a una dieta durissima), Eugenio Mignogna nome in codice Kukident (per festeggiare la pensione si è regalato una smagliante dentiera) e Luc Santoro nome in codice Maalox (soffre di atroci bruciori di stomaco) diventano la "Squadra speciale Minestrina in brodo".

lunedì 16 maggio 2016

Charleston, champagne e omicidi di Luca Martinelli

Mercoledì 16 maggio alle ore 17 alla Saletta Incontri dell'assessorato alla cultura (via Sant'Andrea 14)
 presentazione del nuovo libro di Luca Martinelli "Charleston, champagne e omicidi" (Edizioni Atelier). 
a cura di Giuseppe Previti.

Tre città, tre delitti, tre investigatori, un brillante excursus nel giallo classico.
 Vi aspettiamo, vi divertirete!


Chicago, Parigi e Londra sono i palcoscenici delle indagini di altrettanti investigatori – il detective privato Igor Rachmaninov, il commissario Teophile Arnauld e il detective per antonomasia Sherlock Holmes – alle prese con tre misteriosi delitti. Sono questi gli ingredienti di “Charleston, Champagne e Omicidi” (Edizioni Atelier), una raccolta di tre racconti gialli firmata da Luca Martinelli, autore che ha all’attivo quattro romanzi e numerosi racconti apocrifi su Sherlock Holmes. Filo conduttore dei racconti gli spensierati e ruggenti anni Venti, quando nei locali da ballo impazzava il charleston e si bevevano litri di champagne e quando le donne rivendicavano i loro diritti e imponevano nuovi e “scandalosi” costumi sociali. Ma anche negli anni più leggeri e beati il crimine continua a mietere le sue vittime.

L’antologia - Black-out mortale è il racconto lungo che apre la raccolta. Interamente ambientata all’interno di un locale notturno - il Black Cat – dove si sfidano le leggi sul proibizionismo e contro il gioco d’azzardo, la storia mette in scena l’omicidio del proprietario del night, che è anche uno dei boss della malavita di Chicago. La polizia non può essere coinvolta e dell’inchiesta si incarica Igor Rachmaninov, detective privato che lavora in esclusiva per il boss assassinato. Traffici illegali, affari milionari, invidie personali e relazioni pericolose sono il terreno ostico su cui si muove l’indagine. Con colpo di scena finale che ammicca ai racconti hard boiled.Omicidio al Trocadéro si svolge all’interno del commissariato di Parigi, il Quai des Orfévres reso famoso dai romanzi del Maigret di Simenon. Tre artisti di un teatro parigino sono sospettati della morte di un celebre orafo, ucciso e derubato nella sua villa del Trocadéro, che è anche il proprietario del locale dove i tre si esibiscono. Il commissario Arnauld deve districarsi in un labirinto di gelosie, aspirazioni di successo e desideri di ricchezza. Chiude la raccolta Sherlock Holmes e l’avventura delle Flapper Girls. Il re degli investigatori torna a Londra dopo anni di pensione in Sussex, per indagare sull’omicidio di Lady Berry, animatrice delle notti dissolute della capitale. Il detective si troverà alle prese con un mistero dove le apparenze nascondono segreti insospettabili. Una sfida al genio e alla logica di Sherlock Holmes.

L’autore - Luca Martinelli, nato a Siena nel 1964, vive e lavora a Prato. Autore di racconti e di testi scenici utilizzati per cene con delitto, nel 2009 ha pubblicato il suo primo romanzo, “Il Palio di Sherlock Holmes” (Alacràn Editore), cui sono seguiti “Lo strano caso del falso Sherlock Holmes” (UR Editore, 2011), “Sherlock Holmes e la morte del cardinale Tosca” (UR Editore, 2012 - vincitore del premio Garfagnana in giallo), “Sherlock Holmes e l’enigma del cadavere scomparso” (DElos Books, 2014) . Nel 2015 ha partecipato al lavoro antologico di saggistica e narrativa “Sherlock Holmes a Pistoia” (Edizioni Atelier).

scheda tratta da: http://www.toscanalibri.it/news_autori.php?ID=9976

martedì 3 maggio 2016

Edizione 2016 del concorso di narrativa poliziesca "Giallo in provincia"

Pistoia Capitale Italiana della Cultura per il 2017 #pistoia2017 

REGOLAMENTO DEL CONCORSO DI NARRATIVA "GIALLO IN PROVINCIA" - 2 edizione

1) Il premio è aperto a tutti i cittadini italiani ed europei;
2) Le opere devono essere scritte in lingua italiana; 3) Le opere devono essere inedite, ovvero non devono mai essere state pubblicate, neppure sul web;
4) La lunghezza dei racconti deve essere tra le 50.000 e le 80.000 battute, spazi compresi. I racconti dovranno essere confezionati con un sistema di video scrittura (ad esempio Microsoft word, Open Office Writer) che permetta di formattare il testo nella seguente modalità: dimensione pagina A4, orientamento verticale, font Times Roman corpo 12, interlinea singola, margine superiore e inferiore 2 cm, destro e sinistro 2, senza intestazioni e pie’ di pagina, senza numerazione delle pagine; non saranno ammessi a partecipare testi in PDF o comunque non editabili e non conformi a queste modalità;
5) Ogni autore può partecipare con quanti elaborati desidera, senza alcuna limitazione;
6) I racconti devono essere inviati via mail all’indirizzo: gialloinprovincia@comune.pistoia.it; non saranno ammessi racconti inviati ad altre caselle di posta elettronica, anche se riconducibili ai soggetti organizzatori del concorso;
7) Ogni racconto deve riportare in calce tutti i dati dell’autore: nome, cognome, residenza, recapito telefonico, indirizzo e-mail; con l’invio del racconto, l’autore autorizza l’organizzazione del concorso all’utilizzo dei dati personali forniti, nel rispetto delle vigenti norme in materia di tutela della privacy;
8) Il termine ultimo per l’invio degli elaborati è la mezzanotte del giorno 30 settembre 2016;
9) I racconti verranno esaminati da una giuria composta da esperti del settore che designerà 10 racconti finalisti;
10) I racconti finalisti verranno vagliati da una supergiuria finale, composta da Franco Forte, direttore editoriale delle collane da edicola Mondadori, Vincenzo Vizzini, curatore della collana “Delos Crime”, e Giuseppe Previti, presidente dell’Associazione Giallo Pistoia;
11) Il racconto vincitore verrà pubblicato in ebook nella collana “Delos Crime” di Delos Digital e messo in vendita su tutti gli store online, a fronte di un regolare contratto di pubblicazione stipulato con l’autore da parte di Delos Digital;
12) La giuria del premio e la casa editrice Delos Digital si riservano a proprio insindacabile giudizio la possibilità di pubblicare nella collana “Delos Crime” anche il secondo e il terzo classificato al premio, in base alla qualità delle opere finaliste;
13) Il giudizio della giuria è insindacabile, e non è previsto nessun tipo di ricorso;
14) La premiazione del concorso avverrà in occasione della edizione 2017 del Festival del Giallo di Pistoia. Per informazioni: Biblioteca San Giorgio, gialloinprovincia@comune.pistoia.it Associazione Giallo Pistoia, giallopt@katamail.com

Cerca nel blog