Si è verificato un errore nel gadget

domenica 27 settembre 2009

TOSCANA A LUCI ROSSE

L‘antologia "Toscana a luci rosse" sta per uscire presso l' Editrice Laurum e sarà presentata sabato 10 ottobre alle 16 al "Pisa Book Festival".
I curatori di “Toscana a luci rosse" sono Riccardo Parigi e Massimo Sozzi che introducono così questa pubblicazione: “Abbiamo chiesto ad amici scrittori che frequentano la letteratura gialla di partecipare alla presente antologia. L’obiettivo è stato quello di riunire racconti dalla trama piccante, in cui l’eros è il motore ma anche il pimento che insaporisce l’intreccio, caratterizzato dalla presenza di un mistero o di un crimine. Certo è che la componente erotica viene declinata dagli autori usando toni e stili assai distanti. Siamo di fronte dunque a una “Toscana a luci rosse”: le luci però sono a volte soffuse, altre volte intense o addirittura accecanti, ma illuminano comunque squarci di realtà senza atteggiamenti ipocriti... L’eros, la passione, il sesso attraversano i diciotto racconti dell’antologia… tutti capaci – ne siamo sicuri - di coinvolgere il lettore, di intrigarlo, di solleticarne certi desideri, di farlo divertire. Chissà se De Sade avrebbe gradito questo florilegio erotico? Non importa, l’importante è che piaccia a voi…”.
Gli autori presenti nell'antologia sono venti, di cui molti toscani: Paola Alberti, Luca Bandini, Lucia Bruni, Daniele Cambiaso, Marcello Cimino, Antonella Cocolli, Susanna Daniele, Stefano Fiori, Franco Foschi, Leonardo Gori, Roberta Lepri, Angelo Marenzana, Maurizio Pagnini, Riccardo Parigi, Rosalba Pigri Tiezzi, Giuseppe Previti, Roberto Santini, Enrico Solito, Massimo Sozzi, Laura Vignali.
"Toscana a luci rosse", a cura di R. Parigi e M. Sozzi. AA.VV. Editrice Laurum, pag. 276. Euro 12.

venerdì 25 settembre 2009

Intervista ad Alicia Gimenez Bartlett su Thriller Magazine

1. Le novelas nigras in Spagna stanno attraversando un momento di grande favore del pubblico dei lettori che contagia anche l’Italia. Anche a lei, come a Montalban e Ledesma, nei polizieschi interessa rappresentare la realtà e il cambiamento sociale e politico della Spagna?

Sí, senza dubbio, anche se io posso permettermi di essere un po’ più più ironica e frivola perchè la realtà politica spagnola non è più così terribile com’era al tempo di Montalban e Ledesma.

2. Sia i polizieschi che gli altri suoi romanzi hanno in comune un’estrema attenzione alla psicologia dei personaggi e all’ambiente che li circonda. Quale dei due elementi la interessa di più?

La psicología dei personaggi mi interessa molto. Credo che ci si debba fare uno studio profondo e dare anche ai personaggi secondari carattere e credibilità, pur se compaiono una volta sola nella storia.

3. I romanzi non polizieschi “Una stanza tutta per gli altri”, “Vita sentimentale di un camionista”, “Segreta Penelope” e “Giorni d’amore e inganno” trattano temi universali come l’amore e l’amicizia. C’è un motivo particolare in questa scelta?

Credo che anche i libri di Petra Delicado trattino di amicizia e amore. Mi interessano molto le relazioni umane, i rapporti di ogni tipo fra le persone, compreso il modo di parlare gli uni con gli altri.

4. Secondo lei le regole del genere “poliziesco” sono una gabbia che imprigiona la fantasia dell’autore o al contrario costituiscono uno stimolo?

A me danno tranquillità; mi evitano di commettere errori. Quando scrivo un romanzo che non è un giallo mi vedo così libera, così senza regole che in fondo ho un po’ di timore. Ho più possibilità ma posso farne un uso del tutto sbagliato.

5. Come costruisce di volta in volta le trame dei romanzi con la coppia di investigatori Petra e Firmin? Attinge dalla cronaca, da ricordi personali o da altre fonti?

Mi interessano i casi che creano un certo allarme sociale, che riflettono dei problemi contemporanei, ma non mi riferisco a nessun caso concreto di cronaca. Altre volte trovo il tema a secondo del luogo o dell’ambiente dove voglio sviluppare l’azione.

6. Nei romanzi polizieschi più riusciti si verifica il fenomeno dell’identificazione fra personaggio di carta e autore. Basta pensare ai binomi Camilleri-Montalbano e Carofiglio-Guerrieri e si potrebbe continuare ancora. Qual è la meravigliosa alchimia che causa questa identificazione?

Ah, credo di avere una piccola trappola! Ho pensato che noi scrittori trasferiamo nei nostri personaggi i nostri stessi aspetti positivi senza mai attribuir loro i nostri stessi difetti. In questo caso l’alchimia funziona!

(traduzione di Susanna Daniele)

Questo è il link dell'intervista su Thriller Magazine: http://www.thrillermagazine.it/rubriche/8651

lunedì 21 settembre 2009

I giallisti del Mediterraneo a Festivaletteratura di Mantova

Per chi volesse leggere il mio "reportage" da Mantova dove quest'anno sono andata in veste ufficiale di giornalista accreditata, può leggerlo su Thriller Magazine. Ecco il link: http://www.thrillermagazine.it/notizie/8638/
E' stata programmata anche una trasmissione su TVL che troverete nel programma del mese di ottobre.
Prossimamente ci sarà una sorpresa per gli appassionati delle novelas nigras, grazie alla mia sfrontatezza e a Mauro Smocovich. Non dico di più.

domenica 20 settembre 2009

Presentazioni e iniziative a cura dell’Associazione

24.9 - Presso la libreria Melbook di Firenze, ore 21, Giuseppe Previti presenta "La maschera di Giada" di Andrea Gamannossi
10.10 - Presentazione dell'antologia "Toscana a luci rosse" a cura di Graziano Braschi - interverranno tra gli autori Susanna Daniele, Stefano Fiori, Giuseppe Previti, Laura Vignali
15.10 - Presso la libreria Melbook di Firenze, ore 18, Giuseppe Previti e Leonardo Gori presentano "La regola delle ombre"di Giulio Leoni

A cura dell'Associazione Amici del Giallo di Pistoia, inizia la scuola di scrittura per appassionati di giallo e noir presso la biblioteca Comunale San Giorgio di Pistoia. L’ appuntamento è settimanale a partire da sabato 10 ottobre alle ore 15.00.
Gli incontri sono a cura di Cristina Bianchi e Laura Vignali. Saranno presenti vari ospiti.

PROGRAMMAZIONE TRASMISSIONE TELEVISIVA GIALLO PISTOIA TVL

Sabato 3.10 - Leonardo Gori e Divier Nelli con "Il lungo inganno"
10.10 - Alberto Eva con "Sognando la California"
17.10 - Beppe Calabretta con "Il pescatore di sassi"
24.10 - Giulio Leoni con "La regola delle ombre"
31.10 - Susanna Daniele e un suo speciale sul Festival di Mantova
7.11 - Michele Giuttari con "La donna della N'drangheta"

Le trasmissioni sono curate e dirette da Giuseppe Previti e Stefano Fiori con la collaborazione dell’Associazione Amici del Giallo Pistoia

venerdì 4 settembre 2009

SERRAVALLE NOIR 2009



SERRAVALLE NOIR 2009

organizzazione a cura del Comune di Serravalle pistoiese e l'associazione Amici del giallo di Pistoia


venerdì 28 agosto 2009, ore 17/24

oratorio della Vergine Assunta
ore 17,00
convegno <> a cura di Giuseppe Prevìti, Roberta Capanni, Cristina Bianchi e del Club Amici del Giallo di Pistoia;
ore 18,30
presentazione del libro “Delitto più delitto” di Stefano Fiori
ore 19,00
“CSI /Crime Scene Investigation a Serravalle Pistoiese” ricostruzione della scena del crimine e dell’indagine relativa a un racconto Giallo ambientato a Serravalle; partecipano Stefano Fiori, il magistrato Jacqueline Monica Magi e un ispettore della polizia scientifica;

Rocca Nuova di Castruccio

ore 21,00
consegna dei premi “Lucia Prioreschi-Il Tirreno” a Danila Comastri Montanari, “Furio Innocenti-Club Amici del Giallo” a Marco Malvaldi e attribuzione del premio “Serravalle Noir 2009/Comune di Serravalle Pistoiese” ad Andrea Vitali;
ore 22,00
“Furto di luna” spettacolo musicale dei Sulutumana con Andrea Vitali.

conduce il giornalista della RAI Luca Crovi




Cerca nel blog