Si è verificato un errore nel gadget

sabato 26 dicembre 2009

SEGNALAZIONE DI FINE ANNO


Voglio chiudere il 2009 con una segnalazione per lettori accaniti di qualsivoglia genere letterario.
Grazie a una lettrice conosciuta su Anobii che di professione fa la bibliotecaria ho scoperto un prezioso libriccino di una delle ultime grandi editor: Grazia Cherchi, "Basta poco per sentirsi soli", editore e/o, 1991.
Una vera chicca. Poche pagine in cui la fondatrice di Quadermi Piacentini racconta le fobie, le ansie, i tic di tutti quei narcisi patentati che sono gli scrittori.
Ho trovato anche un intervento pubblicato: sabato 24 gennaio 2009 da Giammarco Raponi in: blog&web recensioni narrativa italiana


"Grazia Cherchi, morta nell’agosto del 1995, è unanimemente riconosciuta come l’ultimo grande editor della nostra cosiddetta industria culturale, basterebbe vedere gli attestati di ringraziamento di scrittori come Benni, Baricco, Carlotto, Maggiani e via elencando.

Nonostante le tante manifestazioni di affetto, però, il mestiere di editor non ha sempre riscontrato benevolenza da parte degli scrittori, e Basta poco per sentirsi soli (edizioni e/o, 1991), nonostante la data di pubblicazione, è lì a testimoniare quanto sia complesso, e però utile, partecipare, seppur con le dovute distanze, alla lavorazione di un testo, rimanendo su un piano in cui il rapporto tra editor e scrittore è professionale e di amicizia insieme.

Si tratta insomma di un meraviglioso libro di racconti che a suo modo, ovvero con elegante ironia, e soprattutto autoironia, restituisce un po’ il ritratto della società letteraria che ruotava intorno alla Cherchi.
Ne viene fuori una divertente silloge in cui il letterato, saggista poeta o romanziere che sia, giovane o navigato che sia, appare, e forse lo è davvero, impietosamente e amorevolmente narcisista, caratterizzato da un eccessivo egotismo in grado di impedirgli di mettere in discussione un solo rigo della propria opera.

Tuttavia, le vere vittime non sono loro, gli scrittori, dico, con tutte le loro manie e frustrazioni, sempre in bilico tra la vita e la morte, ma la stessa protagonista e voce narrante, ovvero Grazia Cherchi.

Il tormento più autentico, invece, arriva dal telefono dell’editor che squilla in continuazione, dagli appuntamenti che si sprecano e si risolvono spesso in una seduta psichiatrica, arriva dal campanello che suona nervoso e così ha inizio un vero e proprio assedio da parte dei suoi scrittori tormentati, i quali rovesciano su di lei incertezze e indecisioni sul da farsi, nella vita come nella letteratura.

“Grazie comunque” aggiunge, “tutto bene anche a te?”.
“Sono stata borseggiata, però… Pronto’”.
“Sì ho capito. Sei stata corteggiata. E allora?” chiede annoiato.
“No. Ho detto: borseggiata”.
“A me quattro giorni fa hanno rubato la radio dell’auto. Non te l’ho raccontato? Una jella maledetta. Stavo uscendo da casa…”.
Basta poco per sentirsi soli.

E, insomma, la letteratura, per l’appunto, si diceva poc’anzi, perché la vera dannazione non è soltanto fare letteratura ma è, soprattutto, “come” farla."

Non posso che essere d'accordo sulla considerazione finale.

Buon 2010 ai compagni di avventura dell'Associazione, a chi ci segue, a tutti i lettori e, dulcis in fundo, agli scrittori.
Susanna

mercoledì 2 dicembre 2009

APPUNTAMENTI DI DICEMBRE

Giovedi 3 dicembre alle ore 21 presentazione a Melbookestore di "Dolci Colline di sangue"(riedizione) di Mario Spezi

Venerdi 4 alle ore 21 presentazione alla libreria Edison di Pistoia de "Il palio di Sherlock Holmes" di Luca Martinelli

Giovedi 10 dicembre alle ore 21 presso la libreria Melbookstore di Firenze, Via Cerretani
presentazione de "Il respito del deserto" di Mario Buticchi.

Giovedi 10 dicembre alle ore 17 presso l'auditorium della biblioteca San Giorgio di Pistoia sarà presentato il giallo storico
“Dura lex” della scrittrice bolognese Danila Comastri Montanari,
editore Hobby & Work
L'incontro è condotto da Giuseppe Previti. Sarà presente l'autrice.
Ingresso libero.

Quindicesimo romanzo della fortunata serie italiana di gialli storici
ambientati nella Roma imperiale, "Dura Lex" è un incrocio "latino" tra
il poliziesco classico e il legal thriller.

Roma, anno 47 dopo Cristo.

Che cosa si nasconde dietro gli improvvisi decessi di tre neonati:
fatalità, incidente od omicidio? Quali inconfessabili segreti sono
custoditi dalle altolocate famiglie delle piccole vittime?

Ancora una volta a risolvere l’enigma sarà il patrizio Publio Aurelio
Stazio, senatore per scelta e detective per passione.


Tutte le presentazioni sono a cura di Giuseppe Previti.

lunedì 16 novembre 2009

Toscana a luci rosse, Ed. Laurum

Dopo la prima uscita al Pisa book Festival del 10 ottobre, sabato 14 novembre l'antologia Toscana a luci rosse è stata presentata a Pistoia, nell'auditorium della biblioteca San Giorgio alla presenza dei curatori e prefattori dell'antologia, Parigi e Sozzi, di molti autori e dell'editore.
Si tratta di una raccolta di diciotto racconti per diciannove autori (Parigi e Sozzi scrivono in coppia e un racconto è scritto a tre mani).
In ordine alfabetico: Paola Alberti, Luca Bandini, Lucia Bruni, Daniele Cambiaso, Marcello Cimino, Antonella Cocolli, Susanna Daniele, Stefano Fiori, Franco Foschi, Leonardo Gori, Roberta Lepri, Angelo Marenzana, Maurizio Pagnini, Riccardo Parigi, Rosalba Pigri Tiezzi, Giuseppe Previti, Roberto Santini, Enrico Solito, Massimo Sozzi, Laura Vignali.
Ha condotto con il solito brio Cristina Bianchi. I curatori si sono dichiarati soddisfatti della scelta di declinare il tema del giallo a quello dell'erotismo. I risultati - ha detto Sozzi, sono stati sorprendenti, soprattutto sul fronte femminile. Un'antologia composita, un affresco del lato oscuro del sesso, del modo di viverlo e di...morirne.
La prossima presentazione è prevista a Firenze alla Melbook in Via dei Cerretani il giorno 27 alle ore 18. La presentazione sarà a cura di Graziano Braschi

Francesco Carofiglio, "Ritorno nella valle degli angeli", Marsilio, 2009

La recensione è apparsa venerdi su Thriller Magazine. Ecco il link: http://www.thrillermagazine.it/libri/8958/
Si invece volete leggere l'intervista a Francesco Carofiglio la trovate a questo link:
http://www.thrillermagazine.it/rubriche/8966/
Buona lettura

martedì 20 ottobre 2009

Programmazione TVL mesi di novembre e dicembre

7 novembre - Michele Giuttari presenta “La donna della n'drangheta”
14  novembre - Stelvio Mestrovic presenta “La sindrome di Jaele”
21  novembre - Enzo Chiarini presenta “Le mura della Malpaga”
28  novembre - Marco Vichi presenta l‘ultima avventura del commissario Bordelli “Morte a Firenze”

5  dicembre - Gabriele Morandi presenta “Il migliore dei mostri possibili”
12 dicembre - Alfredo Colitto presenta “Il candidato”
19 dicembre - Danila Comastri Montanari presenta “Dura Lex”
26 dicembre - Andrea Gamannossi presenta “La maschera di Giada”

Le trasmissioni sono curate e dirette da Giuseppe Previti e Stefano Fiori con la collaborazione dell’Associazione Amici del Giallo Pistoia.
Giuseppe Previti e Stefano Fiori si avvalgono per la lettura di alcuni brani delle opere presentate degli attori del GAD di Pistoia Franco Checchi e Paolo Nesi.
Il programma viene trasmesso il sabato alle 23,30 con replica la domenica alle 14,30 circa.

lunedì 19 ottobre 2009

Gli angeli e gli orchi

Il volume, appena uscito, ci viene segnalato per l'importanza e la delicatezza del tema trattato.
Si tratta di storie terribili vissute in prima persona da bambini, "gli angeli", che hanno subito violenze abusi sessuali da parte di adulti ,"gli orchi", appunto. Considerato l'alto valore del libro se ne parlerà a TVL nella trasmissione speciale dedicata a Festivaletteratura di Mantova 2009.

“Gli angeli e gli orchi” raccoglie nove vicende (introdotte da una premessa) di lotta agli abusi sessuali su minorenni, basate su casi di cronaca e scritte con taglio narrativo, a cura di Raffaella Catalano. Ognuna di esse ha una valenza non localistica (nonostante l’ambientazione palermitana), ma “universale”, nel senso che ogni storia racchiude in sé gli elementi tipici dei casi di minori violati che accadono ovunque nel nostro paese, anche se in questo libro sono trattati episodi avvenuti a Palermo. Palermo, tra l’altro, è un luogo molto significativo nel campo della lotta alla pedofilia perché è la città in cui, per la prima volta in Italia, una giovane donna magistrato che si occupava di violenze sessuali sui bambini (e che adesso è passata all’antimafia) ha contestato l’associazione per delinquere a un gruppo di pedofili, creando una nuova fattispecie di reato e aggravando così la loro posizione giudiziaria. Da allora il vincolo associativo può essere contestato sempre a chi si macchia di questo tipo di reati, se commessi in gruppo.
Palermo, inoltre, ha un altro primato: è la prima città d’Italia in cui è sorta la Baby Mobil, una struttura specializzata della Squadra mobile che si utilizza per le audizioni dei minori oggetto di abusi.
La prima delle storie di questo libro è quella di chi racconta, Nicolò Angileri, un poliziotto in servizio alla Sezione specializzata minori della squadra mobile di Palermo. La seconda rievoca la creazione della Baby Mobil (oggi ribattezzata “L’isola dei bambini”), tenuta a battesimo nel 2007 dagli attori Salvo Ficarra e Valentino Picone. A corredo, una statistica delle denunce e degli arresti effettuati dalla sezione tra il 2004 e il 2008. Le altre vicende sono casi giudiziari e umani dei quali Angileri si è occupato nel corso della sua attività.
Il contenuto è organizzato come segue:
- Prefazione di Ficarra & Picone.
- Premessa di Raffaella Catalano (sull’incontro con Angileri e su come nasce questo libro)
1- La caparbietà (sulla storia di Nicolò Angileri, che a 14 anni vende il pane al mercato del Capo e poi, con ostinazione, riesce a diventare un poliziotto)
2- L’orgoglio (la nascita della Sezione specializzata minori e della Baby Mobil. Con statistiche)
3- L’incredulità (la storia di una violenza sessuale che ne svela molte altre, a catena e nella stessa famiglia, in una sequenza impressionante)
4- L’orrore (il caso con la vittima più giovane nella storia della Sezione: l’abuso su una bambina di tredici mesi)
5- Il turbamento (due suore svelano episodi di pedofilia che sconvolgeranno in modo irreparabile la sessualità di due bambine)
6- La rivelazione (una bambina, in sogno, accusa suo padre di averla violentata)
7- La pietà (il dramma di un poliziotto che affronta una vicenda in cui vittima e carnefice sono entrambi bambini)
8- La casualità (la storia di un molestatore seriale che ha tenuto Palermo in scacco per molto tempo)
9- Il pregiudizio (la storia di una famiglia disagiata che fa pensare a un caso di pedofilia, ma si rivelerà un abbaglio)
10- L’improvvisazione (come da un incontro fortuito nasce un rapporto di fiducia sul tema della pedofilia tra due poliziotti e i bambini di una scuola elementare di Corleone. Una strada verso la sensibilizzazione che andrebbe intrapresa in tutta l’Italia).
In appendice, un elenco degli articoli del codice penale che fanno riferimento ai reati di violenza sessuale e alle aggravanti, un articolo del codice civile che riguarda la collocazione dei bambini abusati in comunità protette, e alcuni brevi contributi scritti da personalità che hanno esperienza nella lotta alla pedofilia: il sostituto procuratore Alessia Sinatra, la psicologa Angela Maria Ruvolo e Diego Di Simone, Capo Area Affari Generali della Squadra Mobile della Questura di Palermo.
Il libro è corredato anche da alcune immagini di proprietà dell’autore che illustrano l’Isola dei Bambini della Sezione specializzata minori, inaugurata da Ficarra e Picone, e da una lettera che gli alunni della scuola elementare “Camillo Finocchiaro Aprile” di Corleone hanno inviato ai poliziotti impegnati nella lotta alla pedofilia.

SINOSSI: Un poliziotto della Sezione specializzata minori di Palermo racconta come, da anni, combatte la pedofilia. È un compito delicato, che richiede molta caparbietà per superare l’orrore dei tantissimi casi di bambini segnati dalle violenze sessuali e infinita sensibilità per accostarsi alle piccole vittime e indurle a liberarsi dall’incubo. Senza indulgere mai nella morbosità, questo libro – che ha la prefazione di Ficarra e Picone – racconta con delicatezza storie vere di abuso e di recupero dell’innocenza. Per contribuire a cancellare tabù e silenzi.

BIOGRAFIE AUTORI:
Nicolò Angileri è nato a Ficarazzi (PA) nel 1970. È sposato e padre di due figli. Dopo aver vinto due concorsi, per entrare nell’Arma dei Carabinieri e nella Polizia di Stato, senza alcun dubbio ha scelto quest’ultima e si è arruolato nel 1989. Tra le sue varie esperienze, anche quella alla Sezione omicidi della Squadra Mobile di Palermo, dove ha lavorato contribuendo alla prima cattura del boss Sandro Lo Piccolo. Attualmente Angileri è in servizio alla Sezione specializzata reati in danno di minori.
Raffaella Catalano è nata a Palermo nel 1964. Giornalista, lavora dal 2000 come editor e consulente con case editrici, tra le quali Dario Flaccovio, e per alcuni scrittori. Fa parte del gruppo Fattesto (www.fattesto.it) che offre servizi ad autori ed editori e organizza corsi di editoria e di scrittura creativa. Per oltre dieci anni ha collaborato come cronista di giudiziaria con i quotidiani la Repubblica e La Sicilia e con alcune radio e tv, seguendo i più importanti processi di mafia palermitani. Ha scritto e sceneggiato con Giacomo Cacciatore e Gery Palazzotto la docufiction Il mago dei soldi, su un importante caso di cronaca, che uscirà a ottobre come dvd e libro.
 
 
 

martedì 13 ottobre 2009

Giulio Leoni alla Melbook di Firenze

MELBOOKSTORE FIRENZE via de' Cerretani, 16/R

Giovedì 15 ottobre ore 18.00
presentazione del libro
di Giulio Leoni
La regola delle ombre
(Mondadori)

a cura di Divier Nelli (in sostituzione di Leonardo Gori) e Giuseppe Previti

Qualche nota dalla trama.
Firenze 1482. Un tipografo e il suo incisore vengono uccisi, la tipografia messa a fuoco... ma il manoscritto originale a cui stanno lavorando, custodito altrove, è salvo. Lorenzo il Magnifico, cui il tipografo aveva promesso un’opera meravigliosa, sospetta che si tratti del volume che suo nonno Cosimo ricevette dalle mani di Leon Battista Alberti, quella Regola delle ombre, ultimo libro del Corpus Hermeticum, che conterrebbe il segreto per far tornare in vita i defunti. La chiave per risolvere l’enigma si trova a Roma, dove l’Alberti ha trascorso l’ultima parte della vita. Quirino Montefalco, uomo fidato del Magnifico, giovane d’arme scettico e poco incline all’esoterismo, parte per la città eterna deciso a trovare una spiegazione razionale. Ma nella Roma di Sisto IV e di Rodrigo Borgia, dove gli intrighi si mescolano al rigore della Santa Inquisizione e dove i festeggiamenti per il carnevale capovolgono ogni regola, la sua fede nella forza della ragione è costretta più volte a cedere di fronte a eventi e apparizioni incomprensibili.

Un thriller che ci mostra gli aspetti più insospettabili della Roma quattrocentesca, esoterica, brulicante di maghi, illusionisti e fattucchiere.

Qualche nota biografica
Giulio Leoni è nato e vive a Roma. Laureato in Lettere, è un appassionato di storia della magia e dell’illusionismo, di cui colleziona libri e memorabilia. Nel 2000 ha esordito nella narrativa vincendo il Premio Tedeschi con il romanzo Dante Alighieri e i delitti della medusa. La figura di Dante è al centro anche de I delitti del mosaico (2004) e de I delitti della luce (2005) entrambi pubblicati da Mondadori. Sempre per Mondadori sono usciti E trentuno con la morte (sullo sfondo dell’impresa fiumana di D’Annunzio), ora riedito nella collezione Oscar, La donna sulla luna (2007) e La crociata delle tenebre (2007). Giulio Leoni è inoltre autore della fortunata serie di romanzi per ragazzi de La compagnia dei serpenti.

Trilogia gialla a Fiesole

Il 30 ottobre alle ore 17,30 nella sede della biblioteca comunale di Fiesole (Via Sermei 1)
Giuseppe Previti e Mario Spezi presentano le ultime tre antologie gialle dell'editorre Marco Del Bucchia.

Delitti a regola d'arte
Antologia gialla di Toscana
L'ombra del sospetto

Saranno presenti vari autori

venerdì 9 ottobre 2009

SCUOLA DI SCRITTURA a cura dell'Associazione Amici del giallo

SCUOLA DI SCRITTURA
presso la
Biblioteca S. Giorgio, Pistoia
Coordinatrici:
Laura Vignali e Cristina Bianchi
 
CALENDARIO DELLE LEZIONI (sabato, orario 15,30 – 17,00):
 

Partecipanti: min 10 persone – max 20 persone
Quota d’iscrizione: € 30,00

Sabato 10 ottobre - Introduzione al corso
Storia del giallo
Tecniche di scrittura e di investigazione
Autore ospite: Oscar Montani
Consigli di lettura

Sabato 17 ottobre
Poliziesco, Police procedural, Spy story
Il giallo deduttivo
Autore ospite: Jacqueline Monica Magi
Consigli di lettura

Sabato 24 ottobre
Costruzione di un romanzo: dal generale
al genere
Autore ospite: Elena Torre
Consigli di lettura
Sabato 14 novembre
Storico e geografico
Autore ospite: Luciano Luciani che parlerà di
Lucca, tra 'paure' contadine e leggende metropolitane
Consigli di lettura

Sabato 21 novembre
Psicologico: il serial killer
Autore ospite: Giacomo Aloigi
Consigli di lettura

Sabato 28 novembre
Conclusioni e lettura dei racconti scritti
dai partecipanti
Partecipanti: min 10 - max 20 persone
Quota d’iscrizione: Euro 30,00

I PROSSIMI APPUNTAMENTI DEGLI AMICI DEL GIALLO

I GIOVEDI DEL GIALLO
a cura di Giuseppe Previti
presso Biblioteca S.Giorgio, ore 17,00


19 Novembre 2009
MARCO VICHI
Torna a indagare il commissario Bordelli nella Firenze dell'alluvione
"MORTE A FIRENZE" - Guanda 2009

10 Dicembre 2009
DANILA COMASTRI MONTANARI
Incontro con la regina incontrastata del giallo italiano e il suo investigatore Publio Aurelio Stazio
"DURA LEX" - Hobby e Work 2009

14 Gennaio 2010
FRANCESCO RECAMI
Un ragazzo di 13 anni che indaga alla Maigret
"IL RAGAZZO CHE LEGGEVA MAIGRET"- Sellerio 2009

18 Febbraio 2010
MARCO BUTICCHI
Torna in libreria lo scrittore italiano da un milione di copie
"IL RESPIRO DEL DESERTO" - Longanesi 2009

11 Marzo 2010
VALERIO VARESI
Una nuova indagine di Soneri, tra i commissari più famosi d'Italia, alle prese con il terrorismo
"LA MANO DI DIO" - Frassinelli 2010

15 Aprile 2010
ALFREDO COLITTO
Un nuovo appuntamento con il thriller storico
"DISCEPOLI DI FUOCO" – Piemme 2010

13 Maggio 2010
RICCARDO PARIGI E MASSIMO SOZZI
Come si scrive un giallo a quattro mani
"LA VENDETTA DI SANTA COSTANZA" - Todaro Edizioni

17 Giugno 2010
DIVIER NELLI
Conversazione sul fenomeno delle antologie
"LOTTA ALLA DROGA" (Tit.provv.) - Guanda 2010

Letture a cura del G.A.D. di Pistoia



SCRITTORI PISTOIESI IN GIALLO
Appuntamenti con autori

14 Novembre 2009
Biblioteca San Giorgio, ore 17
"TOSCANA A LUCI ROSSE"- Laurum 2009

La prima antologia che affronta il mondo del giallo da un punto di vista "osé", pruriginoso, torbido.....
Intervengono, tra gli autori, i pistoiesi Susanna Daniele, Stefano Fiori, Giuseppe Previti, Laura Vignali, presenti nella raccolta
Presenta Cristina Bianchi

27 novembre 2009 ore 18
"TOSCANA A LUCI ROSSE"- Laurum 2009
presentazione presso la libreria Melbook di Firenze, Via Cerretani

28 Novembre 2009
Biblioteca San Giorgio, ore 17
"CARABINIERI IN GIALLO 2"- Mondadori 2009

Presentazione a cura di Giuseppe Previti e di Cristina Bianchi dell’Antologia che raccoglie i racconti vincitori del concorso nazionale “Carabinieri in giallo 2”, edizione 2008 ed in particolare del racconto di SUSANNA DANIELE vincitrice del terzo premio
Interverranno lo scrittore DIVIER NELLI sul tema “Storia del Giallo italiano” e il capitano dei Carabinieri Christian Costantini del Nucleo per la tutela del patrimonio culturale di Firenze

12 dicembre 2009
Biblioteca San Giorgio, ore 17
Premiazione dei vincitori del concorso letterario "Crimini tra i libri" indetto dalla biblioteca San Giorgio, dall'Associazione Amici del giallo Pistoia e dall'editore Marco Del Bucchia di Viareggio

23 Gennaio 2010
Biblioteca San Giorgio, ore 17
“IL PIATTO FREDDO"- Marco Del Bucchia editore 2009
di ENRICO TOZZI

Un noir storico, una vicenda in una città immaginaria ma non troppo...ai tempi della seconda guerra mondiale.
Conversazione con l'autore a cura di Giuseppe Previti e Cristina Bianchi.

Negli eventi presso la biblioteca San Giorgio di Pistoia le letture a cura del G.A.D. di Pistoia

domenica 27 settembre 2009

TOSCANA A LUCI ROSSE

L‘antologia "Toscana a luci rosse" sta per uscire presso l' Editrice Laurum e sarà presentata sabato 10 ottobre alle 16 al "Pisa Book Festival".
I curatori di “Toscana a luci rosse" sono Riccardo Parigi e Massimo Sozzi che introducono così questa pubblicazione: “Abbiamo chiesto ad amici scrittori che frequentano la letteratura gialla di partecipare alla presente antologia. L’obiettivo è stato quello di riunire racconti dalla trama piccante, in cui l’eros è il motore ma anche il pimento che insaporisce l’intreccio, caratterizzato dalla presenza di un mistero o di un crimine. Certo è che la componente erotica viene declinata dagli autori usando toni e stili assai distanti. Siamo di fronte dunque a una “Toscana a luci rosse”: le luci però sono a volte soffuse, altre volte intense o addirittura accecanti, ma illuminano comunque squarci di realtà senza atteggiamenti ipocriti... L’eros, la passione, il sesso attraversano i diciotto racconti dell’antologia… tutti capaci – ne siamo sicuri - di coinvolgere il lettore, di intrigarlo, di solleticarne certi desideri, di farlo divertire. Chissà se De Sade avrebbe gradito questo florilegio erotico? Non importa, l’importante è che piaccia a voi…”.
Gli autori presenti nell'antologia sono venti, di cui molti toscani: Paola Alberti, Luca Bandini, Lucia Bruni, Daniele Cambiaso, Marcello Cimino, Antonella Cocolli, Susanna Daniele, Stefano Fiori, Franco Foschi, Leonardo Gori, Roberta Lepri, Angelo Marenzana, Maurizio Pagnini, Riccardo Parigi, Rosalba Pigri Tiezzi, Giuseppe Previti, Roberto Santini, Enrico Solito, Massimo Sozzi, Laura Vignali.
"Toscana a luci rosse", a cura di R. Parigi e M. Sozzi. AA.VV. Editrice Laurum, pag. 276. Euro 12.

venerdì 25 settembre 2009

Intervista ad Alicia Gimenez Bartlett su Thriller Magazine

1. Le novelas nigras in Spagna stanno attraversando un momento di grande favore del pubblico dei lettori che contagia anche l’Italia. Anche a lei, come a Montalban e Ledesma, nei polizieschi interessa rappresentare la realtà e il cambiamento sociale e politico della Spagna?

Sí, senza dubbio, anche se io posso permettermi di essere un po’ più più ironica e frivola perchè la realtà politica spagnola non è più così terribile com’era al tempo di Montalban e Ledesma.

2. Sia i polizieschi che gli altri suoi romanzi hanno in comune un’estrema attenzione alla psicologia dei personaggi e all’ambiente che li circonda. Quale dei due elementi la interessa di più?

La psicología dei personaggi mi interessa molto. Credo che ci si debba fare uno studio profondo e dare anche ai personaggi secondari carattere e credibilità, pur se compaiono una volta sola nella storia.

3. I romanzi non polizieschi “Una stanza tutta per gli altri”, “Vita sentimentale di un camionista”, “Segreta Penelope” e “Giorni d’amore e inganno” trattano temi universali come l’amore e l’amicizia. C’è un motivo particolare in questa scelta?

Credo che anche i libri di Petra Delicado trattino di amicizia e amore. Mi interessano molto le relazioni umane, i rapporti di ogni tipo fra le persone, compreso il modo di parlare gli uni con gli altri.

4. Secondo lei le regole del genere “poliziesco” sono una gabbia che imprigiona la fantasia dell’autore o al contrario costituiscono uno stimolo?

A me danno tranquillità; mi evitano di commettere errori. Quando scrivo un romanzo che non è un giallo mi vedo così libera, così senza regole che in fondo ho un po’ di timore. Ho più possibilità ma posso farne un uso del tutto sbagliato.

5. Come costruisce di volta in volta le trame dei romanzi con la coppia di investigatori Petra e Firmin? Attinge dalla cronaca, da ricordi personali o da altre fonti?

Mi interessano i casi che creano un certo allarme sociale, che riflettono dei problemi contemporanei, ma non mi riferisco a nessun caso concreto di cronaca. Altre volte trovo il tema a secondo del luogo o dell’ambiente dove voglio sviluppare l’azione.

6. Nei romanzi polizieschi più riusciti si verifica il fenomeno dell’identificazione fra personaggio di carta e autore. Basta pensare ai binomi Camilleri-Montalbano e Carofiglio-Guerrieri e si potrebbe continuare ancora. Qual è la meravigliosa alchimia che causa questa identificazione?

Ah, credo di avere una piccola trappola! Ho pensato che noi scrittori trasferiamo nei nostri personaggi i nostri stessi aspetti positivi senza mai attribuir loro i nostri stessi difetti. In questo caso l’alchimia funziona!

(traduzione di Susanna Daniele)

Questo è il link dell'intervista su Thriller Magazine: http://www.thrillermagazine.it/rubriche/8651

lunedì 21 settembre 2009

I giallisti del Mediterraneo a Festivaletteratura di Mantova

Per chi volesse leggere il mio "reportage" da Mantova dove quest'anno sono andata in veste ufficiale di giornalista accreditata, può leggerlo su Thriller Magazine. Ecco il link: http://www.thrillermagazine.it/notizie/8638/
E' stata programmata anche una trasmissione su TVL che troverete nel programma del mese di ottobre.
Prossimamente ci sarà una sorpresa per gli appassionati delle novelas nigras, grazie alla mia sfrontatezza e a Mauro Smocovich. Non dico di più.

domenica 20 settembre 2009

Presentazioni e iniziative a cura dell’Associazione

24.9 - Presso la libreria Melbook di Firenze, ore 21, Giuseppe Previti presenta "La maschera di Giada" di Andrea Gamannossi
10.10 - Presentazione dell'antologia "Toscana a luci rosse" a cura di Graziano Braschi - interverranno tra gli autori Susanna Daniele, Stefano Fiori, Giuseppe Previti, Laura Vignali
15.10 - Presso la libreria Melbook di Firenze, ore 18, Giuseppe Previti e Leonardo Gori presentano "La regola delle ombre"di Giulio Leoni

A cura dell'Associazione Amici del Giallo di Pistoia, inizia la scuola di scrittura per appassionati di giallo e noir presso la biblioteca Comunale San Giorgio di Pistoia. L’ appuntamento è settimanale a partire da sabato 10 ottobre alle ore 15.00.
Gli incontri sono a cura di Cristina Bianchi e Laura Vignali. Saranno presenti vari ospiti.

PROGRAMMAZIONE TRASMISSIONE TELEVISIVA GIALLO PISTOIA TVL

Sabato 3.10 - Leonardo Gori e Divier Nelli con "Il lungo inganno"
10.10 - Alberto Eva con "Sognando la California"
17.10 - Beppe Calabretta con "Il pescatore di sassi"
24.10 - Giulio Leoni con "La regola delle ombre"
31.10 - Susanna Daniele e un suo speciale sul Festival di Mantova
7.11 - Michele Giuttari con "La donna della N'drangheta"

Le trasmissioni sono curate e dirette da Giuseppe Previti e Stefano Fiori con la collaborazione dell’Associazione Amici del Giallo Pistoia

venerdì 4 settembre 2009

SERRAVALLE NOIR 2009



SERRAVALLE NOIR 2009

organizzazione a cura del Comune di Serravalle pistoiese e l'associazione Amici del giallo di Pistoia


venerdì 28 agosto 2009, ore 17/24

oratorio della Vergine Assunta
ore 17,00
convegno <> a cura di Giuseppe Prevìti, Roberta Capanni, Cristina Bianchi e del Club Amici del Giallo di Pistoia;
ore 18,30
presentazione del libro “Delitto più delitto” di Stefano Fiori
ore 19,00
“CSI /Crime Scene Investigation a Serravalle Pistoiese” ricostruzione della scena del crimine e dell’indagine relativa a un racconto Giallo ambientato a Serravalle; partecipano Stefano Fiori, il magistrato Jacqueline Monica Magi e un ispettore della polizia scientifica;

Rocca Nuova di Castruccio

ore 21,00
consegna dei premi “Lucia Prioreschi-Il Tirreno” a Danila Comastri Montanari, “Furio Innocenti-Club Amici del Giallo” a Marco Malvaldi e attribuzione del premio “Serravalle Noir 2009/Comune di Serravalle Pistoiese” ad Andrea Vitali;
ore 22,00
“Furto di luna” spettacolo musicale dei Sulutumana con Andrea Vitali.

conduce il giornalista della RAI Luca Crovi




mercoledì 5 agosto 2009

Giallo storico

Su Thriller Magazine sono state pubblicate le mie due interviste ad Alberto Eva e Leonardo Gori sul giallo storico: posizioni contrastanti, opinioni che stimolano riflessioni. Grazie a entrambi.
Ecco il link. http://www.thrillermagazine.it/notizie/8436/

Letture per la vacanze

Chi non ricorda la maestra che l'ultimo giorno di scuola assegnava i libri da leggere in vacanza?
Io invece, anche se non sono in vacanza, ho letto negli ultini tempi due thriller che mi sono sembrati fuori dal coro. Due autori del sud, un siciliano e un napoletano con storie ambientate nella loro città. Ve li segnalo. Buona lettura e buon riposo.

Salvo Toscano, Sangue del mio sangue, Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2009

Salvo Toscano è un giovane autore palermitano, giornalista di professione, alla sua terza prova letteraria dopo Ultimo appello e L’enigma Barabba. I protagonisti della serie sono i fratelli Corsaro, Fabrizio giornalista di cronaca nera in piena crisi lavorativa e il fratello maggiore, Roberto, avvocato penalista di successo e marito in momentanea difficoltà.
Fin dalle prime pagine si intuisce che l’autore conosce bene entrambe le professioni dei suoi personaggi. Convincente è anche la storia del romanzo che mi sento di definire come legal thriller, una formula vincente e fortunata, a cominciare dalla serie inaugurata dall’ormai arcifamoso avvocato Guerrieri di Carofiglio. Per fortuna del lettore non si tratta di una scontata storia di mafia, come ci si aspetterebbe banalmente da un siciliano: la mafia c’è ma rimane sullo sfondo. Dialoghi veloci e pieni di humor, insieme alla resa psicologica dei vari personaggi ne fanno un romanzo davvero godibile.

Massimo Smith, Il rasoio di Occam, Fanucci editore, 2009

Massimo Smith, romanziere e sceneggiatore di teatro e cinema, a dispetto del cognome è napoletano. Attualmente è direttore editoriale di "Ad est dell'equatore”. Ha ricoperto lo stesso ruolo, dal 2005 al 2006, per la Casa editrice Graus di Napoli.

Il romanzo prende il titolo da un principio espresso nel Trecento da frate Guglielmo di Occam: non c’è alcun motivo per complicare quello che è semplice. Tra le tante spiegazioni possibili di un evento, quella più semplice ha la maggiore probabilità di essere vera. Spesso la soluzione è a portata di mano, solo che non la vediamo. E’ un giordano, immigrato clandestino che vive di espedienti, studioso di filosofia, a ricordare questo concetto al capitano dei Carabinieri che indaga. Naturalmente avrà ragione: la verità è sotto gli occhi, basta squarciare il velo che la copre.
La Napoli che fa da sfondo è nera, triste, fredda, mangiata dall’indifferenza e dall’abitudine dei suoi cittadini a non voler vedere per tirare a campare, oltre che dilaniata dal tarlo del malaffare.
“A Napoli le strade sono di pietra. Ci cammini e diventi grigio come i pensieri quando piove. Di notte non cambia molto, ma la puzza la senti di più. E non sono solo le macchine e i motorini, no: è la puzza della gente. La puzza di quello che fa, che dice. Che non dice. Che non farà.”
Sono le prime righe del prologo e rendono perfettamente il clima che fa da sfondo alla vicenda. Una storia crudele, dall’inizio alla fine, con carnefici che si trasformano in vittime e viceversa.
Si apre con la morte di un bambino rom investito da un’auto fra l’indifferenza e l’esasperazione degli automobilisti che vedono l’incidente come intralcio alle loro attività.
La giornalista protagonista della vicenda di indigna, scrive parole terribili e minacciose nel blog del quotidiano dove lavora e da lì prende il via una storia che porterà lontano nel tempo e si perderà negli abissi della psiche. Il romanzo si chiude con una nota di speranza in un domani migliore, se non collettivo, almeno per alcuni.
Il thriller ha un ritmo narrativo serrato, i dialoghi perfettamente calzanti con il carattere dei personaggi, la trama avvincente e originale.

venerdì 10 luglio 2009

Loriano Macchiavelli e Alberto Eva e il Giallo italiano

Segnalo la doppia intervista a Loriano Macchiavelli e Alberto Eva sulla nascita del Giallo italiano a cura della nostra socia Susanna Daniele. Ne seguirà un 'altra doppia, ma per ora non anticipo niente per non rovinare la sorpresa agli appassionati del genere.
http://www.thrillermagazine.it/rubriche/interviste/

Carabinieri in giallo 2

Segnalo il link su Thriller Magazine dell'uscita fra i Gialli Mondadori di luglio dell'antologia Carabinieri in Giallo 2 con i racconti vincitori dell'edizione 2008 del premio nazionale omonimo. Il secondo e il terzo premio sono stati vinti da due toscani (Simone Togneri e Susanna Daniele) che noi dell'associazione Giallo Pistoia conosciamo bene.
http://www.thrillermagazine.it/notizie/8367/

Gialli al mare o un mare di gialli?

Il dubbio è legittimo leggendo il programma delle presentazioni estive al BAGNO EUGENIA del Lido di Camaiore in Versilia.
Gli Amici del giallo sono infaticabili anche sulla spiaggia
Si tratta, come avrete capito, di una serie di incontri letterari "LA TERRAZZA DEL GIALLO", V edizione a cura di Giuseppe Previti.
Sabato 11 Luglio "I sospetti di Toscana", rassegna di antologie "Antologia gialla di Toscana"- "L'ombra del sospetto".
Sabato 18 luglio "Giallo e attualità" con "La carne e il sangue" di Marco De Franchi –e "C'era una volta un bambino"di Rossella Martina.
Sabato 25 luglio "Le donne e i carabinieri" con "Alessandra capitano del Ris" di Francesca Padula e la raccolta uscita sui Gialli Mondadori dei racconti vincitori della seconda edizione del premio letterario nazionale Carabinieri in giallo". Sarà presente Susanna Daniele, autrice del terzo racconto.
Sabato 8 Agosto "Il superpoliziotto racconta" con "Le donne della ndrangheta" di Michele Giuttari.
Venerdì 14 Agosto- "Insoliti Sospetti" con "Erode e la psicopatologia dell'allenamento" di Anna Marani e Elena Torre
Sabato 22 Agosto "Il giallo e la storia" con "Il lungo inganno" di Leonardo Gori e Divier Nelli.

domenica 14 giugno 2009

Presentazione fiorentina dell'Antologia gialla di Toscana

Mercoledì 17 giugno ore 21.00
Libreria Melbookstore via de' Cerretani - Firenze
Presentazione del libro Antologia gialla di Toscana (Marco Del Bucchia Editore) a cura di Giuseppe Previti
Sarà presente Mario Spezi (che ha curato la prefazione) e molti autori

Proposta dell'Associazione Studio Novecento

Sono Giulia Donati dell'Associazione Studio Novecento.
Da alcuni anni la nostra associazione ha messo a punto un format assolutamente innovativo e originale di “gioco teatrale interattivo” che va dalla "Cena con Delitto", ai "Tableaux vivant", al grande gioco su più giorni.
Quest'anno Studio Novecento ha organizzato la prima rassegna italiana di cene con delitto in teatro. A seguito del notevole successo riscosso dall'iniziativa, Studio Novecento propone la rassegna estiva "Delitti d'estate", che prevede tre "giornate con delitto" e un "week-end con delitto".Durante il pranzo viene raccontato un delitto e illustrata la scena del crimine. Ci sono alcuni testimoni che portano alcuni indizi. Tra il primo e il secondo i partecipanti al gioco –divisi in squadre a seconda dei tavoli- possono consultare gli indizi e interrogare i testimoni.
Il pomeriggio gli "Investigatori per un giorno" avranno la possibilità di esplorare la location alla ricerca di indizi nascosti, interrogare vecchi e nuovi testimoni - pronti eventualmente a proporre loro delle prove da superare in cambio dell'informazione.
Il gioco si conclude con la cena dove, giunti alle loro conclusioni, i commensali potranno fornire la soluzione.
I Delitti d'estate sono ambientati in luoghi caratteristici in tema con la storia, dove i partecipanti, oltre a risolvere il mistero, potranno degustare i piatti tipici proposti dagli agriturismi ospiti.
Per contatti: Ufficio OrganizzativoAssociazione Studio Novecento
tel 02.37643918cell 338.3850927
info@studionovecento.com
www.studionovecento.com

martedì 19 maggio 2009

Concorso letterario Garfagnana in giallo.

Garfagnana in Giallo
Concorso dedicato a racconti gialli

La Garfagnana tra ombre, delitti, misteri e nebbie. Nasce l’idea di costruire un concorso letterario dedicato ai racconti gialli che devono trovare ambientazione nella valle della Toscana lucchese. Castelnuovo di Garfagnana con la sua rocca ariostesca, Castiglione e il suo castello, San Romano, Vagli, i grandi laghi, le vette apuane, le antiche battaglie e i passaggi degli eserciti, possono essere scenari dei racconti dei partecipanti.
Molto c’è da scrivere e scoprire.Il concorso è indetto e organizzato da Il Giornale di Castelnuovo e patrocinato dal Comune di Castelnuovo di Garfagnana, dalla rivista letteraria Prospektiva e da “In Garfagnana” Associazione per il Turismo in Garfagnana e Media Valle del Serchio.
La giuria è presieduta da Enrico Luceri (autore Mondadori e vincitore del Premio Tedeschi) e composta da Andrea Giannasi, Sabina Marchesi, Barbara Coli e Maurizio Poli.
La giuria premierà i tre migliori racconti con la pubblicazione di un libro e con la cerimonia a Castelnuovo di Garfagnana (Lucca) nell’ambito del “Festival del libro della Garfagnana”. Ogni autore avrà 10 copie dell’antologia e riceverà un buono vacanza per due persone presso un agriturismo della valle.
La scadenza del concorso è posta al 15 giugno 2009.
I partecipanti devono inviare una racconto giallo ambientato in Garfagnana della lunghezza massima di 15 cartelle in formato A4. Il testo deve essere inedito e l’autore ne deve certificare la piena proprietà e il diritto d’autore. Ogni partecipante può iscrivere anche più di un racconto.
Le opere possono essere spedite in una unica copia cartacea alla segreteria del premio: Garfagnana in Giallo c/o Il Giornale di Castelnuovo, via Trav. Vecchiacchi 17 – 55032 Castelnuovo di Garfagnana (Lucca) oppure via email a garfagnanaingiallo@yahoo.it contestualmente alla ricevuta di versamento dell’iscrizione.
I risultati del premio verranno comunicati sul sito www.ilgiornaledicastelnuovo.itOgni finalista riceverà comunque una comunicazione postale.Quota di partecipazione euro 10,00 per ogni racconto presentato da versare su conto corrente postale n. 11507530 intestato a Giannasi Andrea editore.
Altre informazioni al sito http://garfagnanaingiallo.wordpress.com/

martedì 28 aprile 2009

APPUNTAMENTI DI MAGGIO 2009

6 maggio - Presentazione antologia "Delitti a regola d'arte", ore 21.00 presso Libreria Edison, Lucca
7 maggio - Presentazione di "Senza luce" di e con Luigi Bernardi, ore 17.30 pressola libreria Lo Spazio, Pistoia
12 maggio – Presentazione del romanzo "Alessandra capitana del Ris" di Francesca Padula presso la Libreria Edison di Firenze alle ore 18 a cura di Leonardo Gori e Giuseppe Previti
13 maggio - Alle ore 21,30 presso la Libreria Edison di Pistoia Fabrizio Mazzoncini e Giuseppe Previti parlano su "Il giallo nell'opera lirica"
14 maggio - Conversazione con Michele Giuttari che presenta "Investigatori reali e di carta", ore 17.00 presso la Biblioteca San Giorgio di Pistoia
15 maggio - Presentazione di "Erode e la psicopatia dell'allenamento" di Anna Marani ed Elena Torre, ore 21.00 presso Libreria Edison di Pistoia
19 maggio - Conversazione con la traduttrice Silvia Cosimini con "Il giallo islandese: Arnaldur Indridason", ore 20.30 presso Enoteca da David, Pistoia
23 maggio - Cristina Bianchi presentazione antologia "Giallo Tirreno" e "Il piatto freddo" di EnricoTozzi, ore 17.00 presso Biblioteca S. Giorgio, Pistoia. Interverranno vari autori, tra cui i pistoiesi Giuseppe Previti, Susanna Daniele.

venerdì 24 aprile 2009

PROGRAMMAZIONE TRASMISSIONI A TVL NEL MESE DI MAGGIO

2 maggio Mario Spezi & Franco Vallecchi presentano "Delitti raccontati due
volte"
9 maggio Irmo Tarabella presenta "Il teatro di Bruno"
16 maggio Luigi Bernardi presenta "Senza Luce"
23 maggio Michele Giuttari parla sul tema investigatori di carta e reali
30 maggio Silvia Cosimini, traduttrice del giallista islandese Arnaldhur Indriasson parla dell’autore e dell’attività di traduttore

"Giallo Pistoia TVL" è condotta da Giuseppe Previti e Stefano Fiori con la collaborazione di Susanna Daniele, Cristina Bianchi degli Amici del Giallo di Pistoia., del G.A.D. di Pistoia e della libreria Librolandia.

NOTTE BIANCA ALLA BIBLIOTECA S. GIORGIO

La nuova biblioteca di Pistoia compie due anni e per festeggiare ha organizzato una notte bianca. C'è di tutto di più e anche noi dell'associazione siamo stati chiamati a dare una mano. Quello che segue è il nostro programma di attività. Per chi volesse vedere il programma completo, e vi assicuro che ognuno potrà trovare qualcosa di interessante, il link si trova sulla home page del comune di Pistoia www.comune.pistoia.it/sangiorgio oppure direttamente su
http://www.comune.pistoia.it/sangiorgio/evidenza/programma_compleanno.pdf
Ci sono film, musica, attività per bambini, costruzione di origami, scuola di scrittura, cartoni animati, letture a cura del GAD e degli Amici di Groppoli, lezioni di ricamo e... assaggi gastronomici.

Per informazioni: Biblioteca San Giorgio, Via S. Pertini, snc - 51100 Pistoia
Tel. + 39 0573 371600 (centralino)


Amici del Giallo Pistoia
a cura di Giuseppe Previti, Stefano Fiori, Susanna Daniele, Laura Vignali, Cristina Bianchi, Vitale Mundula

Ore 18.30 – 19.00
Omaggio ai grandi maestri del passato:
Edgar Allan Poe, Georges Simenon, Giorgio Scerbanenco
con Giuseppe Previti, Stefano Fiori
Reading di un racconto e della poesia "Annabel Lee" di E. A. Poe
a cura di Vitale Mundula
Come si scrive una recensione
a cura di Susanna Daniele
Ore 19,00 – 20.45
Scuola di scrittura - come si costruisce un racconto giallo o noir
con Laura Vignali e Cristina Bianchi
Ore 21,00 – 21.40
Musica legata alle colonne sonore dei film polizieschi anni sessanta-ottanta
alla chitarra Alessio Chiappelli
Ore 21.45 – 22.50
"L'assassino"di Michele Serra
a cura del G.A.D.-Pistoia con Franco Checchi e Paolo Nesi
Ore 23,00 – 23.50
Letture di racconti di autori pistoiesi con l'ausilio di Paolo Nesi e …. Coccia
dal giallo-comico di Laura Vignali (Scacco matto alla farfalla)
ai "super-premiati"di Susanna Daniele (Tutti i colori del vino),
dal "funereo" Vitale Mundula (Il funerale perfetto)
all'esordiente Enrico Tozzi (Stranamore).
Ore 24,00
Lettura dei racconti partecipanti alla scuola di scrittura da parte degli autori
Ore 1,00
Incontro con Bruno Ialuna
Ore 1,30
Brividi nella notte
a cura di Vitale Mundula

domenica 22 marzo 2009

COME NON PRESENTARE UN ROMANZO

Qualche giorno fa in una grande libreria di Firenze ho assistito alla presentazione del nuovo romanzo di una scrittrice piuttosto nota e, credo, amata.
La presentatrice ha commesso una serie di errori a catena.
Ha presentato il libro leggendo una lungagnata di critica che immagino avesse scritto per qualche rivista.
Poi, accortosi di aver preso troppo tempo, ha chiesto all’autrice di raccontare la trama.
Horribilis! Trattandosi di un romanzo la cui componente è anche il mistero la richiesta mi è sembrata una sciocchezza da dilettanti allo sbaraglio. Del resto, anche se fosse stato un altro tipo di romanzo, il discorso valeva sempre. La letteratura è anche immaginazione di un mondo parallelo a quello reale, sia per chi scrive che per chi legge.
Allora perché privare il lettore della fascinazione della lettura?
Come dice Camilleri, la sintesi delle trame sono frutto della scelta di chi recensisce che sceglie cosa raccontare, quindi è una sintesi soggettiva. Soggettiva per soggettiva, lasciateci la nostra meraviglia!
Per la fortuna dei presenti l’autrice non si è prestata al gioco e ha parlato di argomenti di interesse sicuramente generale e collaterali al contenuto del libro.
E’ seguita un’altra concione di analisi del testo letterario con annessa confutazione dei giudizi espressi da una giornalista in una recensione. Sembrava una diatriba fra addetti ai lavori di cui uno, ahimè, era assente.
Ancora una volta l’esperienza dell’autrice ha riportato il discorso su argomenti più generali e di sicuro interesse.
Mi è venuto spontaneo fare alcune riflessioni sicuramente banali ma che evidentemente non sfiorano i presentatori doc.
Perché alcune persone (poche o tante non ha importanza) vanno alle presentazioni?
Una grandissima percentuale di pubblico è lì perché vuol vedere l’autore, fare domande, se possibile avvicinarlo. Raramente ci sono addetti ai lavori, i quali non avrebbero bisogno di analisi critiche del testo perché dovrebbero essere in grado di farle da soli.
Ovviamente non sto discutendo della utilità o meno, in assoluto, della critica letteraria. Dico soltanto che le presentazioni non sono l’occasione giusta.
E’ una grave mancanza di rispetto prendere il microfono e non lasciarlo più, rubando spazio all’interazione fra autore e pubblico. Il presentatore deve fare domande, possibilmente acute e dopo aver letto il libro (ci sono anche i casi di chi discetta dopo aver scaricato da internet una scheda e via!) e lasciare la parola all’autore.
Poco manca che dicano: "Sono qui. Sono amico dell’autore. Insieme abbiamo fatto… Guardate come sono bravo!"
Irritante, davvero.
In genere il pubblico non protesta. Ho sentito una voce di dissenso soltanto al festival della letteratura di Mantova, quando un lettore spazientito ha tacitato il logorroico presentatore, giornalista conosciuto.
Coraggio, lettori, facciamoci sentire!
Susanna Daniele

lunedì 16 marzo 2009

CONCORSO GRANGIALLO CITTA' DI CATTOLICA

XXXVI PREMIO
“GRAN GIALLO CITTÀ DI CATTOLICA”
BANDO DI CONCORSO
Sezione Letteraria - miglior racconto o testo teatrale giallo e del mistero, inedito e di ambientazione rigorosamente italiana in
collaborazione con la Casa editrice Mondadori e con il Patrocinio della Regione Emilia Romagna e della Provincia di Rimini.
Caratteristiche del concorso:
1. Il concorso è aperto a tutti i cittadini europei.
2. Le opere dovranno essere inedite (non è esclusa la partecipazione o segnalazione ad altri concorsi, ma le opere non
devono essere state mai pubblicate, neanche on-line), in lingua italiana e avere una lunghezza massima di 20
cartelle dattiloscritte (cartella tipo: 35 righe, 55 battute per un massimo di 2000 battute).
3. Si può partecipare con un solo elaborato.
4. I racconti dovranno pervenire in 9 copie e corredati di floppy disk o cd (i concorrenti dovranno indicare chiaramente
le proprie generalità con indirizzo, recapito telefonico, e-mail) a:
XXXVI Premio “Gran Giallo Città di Cattolica”
Sezione letteraria
Ufficio Cinema – Teatro
P.zza della Repubblica, 1
47841 Cattolica (RN)
entro e non oltre (indipendentemente dal timbro postale) il 15 maggio 2009.
5. Gli elaborati non saranno restituiti e l'organizzazione si riserva il diritto di utilizzarli nelle varie manifestazioni, rassegne
e/o altri concorsi collegati al Premio.
6. La giuria composta da: Mario Guaraldi, Luciana Leoni, Igor Longo, Carlo Lucarelli, Valerio Massimo Manfredi,
Marinella Manicardi, Andrea G. Pinketts, selezionerà i racconti vincitori che verranno pubblicati nella collana Il Giallo
Mondadori.
7. Il testo vincitore godrà inoltre di una drammatizzazione teatrale a cura del Teatro della Regina di Cattolica e sarà
presentato al pubblico in occasione della cerimonia ufficiale di premiazione che si prevede a Cattolica nel mese di
luglio 2009.
Per ulteriori informazioni contattare la Segreteria del Premio:
Dott.ssa Simonetta Salvetti - Uff. Cinema-Teatro Istituzione Culturale della Regina del Comune di Cattolica
tel. 0541.966778 - 966634, fax 0541.830565 – www.mystfest.com - teatro@cattolica.net

CONCORSO "CATTURANDI" DELLA DARIO FLACCOVIO EDITORE SU FACEBOOK

La sfida proposta su Facebook da Dario Flaccovio Editore ai partecipanti al concorso è quella di immedesimarsi, in un racconto di 3000 battute, in poliziotto nei minuti cruciali di un'azione che porterà ad arrestare un latitante di Cosa nostra. L'autore di "Catturandi" interverrà su Facebook, dove ha una sua pagina personale, con consigli ai concorrenti.
C O N C O R S O
Immedesimatevi nella storia di un uomo delle forze dell’ordine che lavora alla Catturandi e date libero sfogo alla vostra capacità di descrivere i "vostri" sentimenti e le "vostre" emozioni in quegli istanti di tensione che precedono la cattura di un boss. Cosa sente un uomo che sta dalla parte della legge sapendo di rischiare la vita per stanare un pericolosissimo latitante? Che succede nel cuore di una persona che sa di essere a pochi secondi dall’affrontare faccia a faccia un esponente di una tra le organizzazioni criminali più potente al mondo? Raccontateci tutto questo.
Questa è una nuova occasione proposta da Dario Flaccovio Editore per permettervi di dimostrare le vostre doti di scrittura, davanti a una giuria composta da:
- il regista di "Il Fantasma di Corleone", Marco Amenta;
- l'autore di "L'enigma Barabba" e "L'ultimo appello", Salvo Toscano;
- l'autrice di "Napoli-Pozzuoli uscita 14", Patrizia Rinaldi.
PRIMO PREMIO
All’autore del racconto più realistico saranno inviati in omaggio
tre romanzi:
- "Catturandi" (in tutte le librerie dal 15 marzo 2009)
- "L'enigma Barabba" di Salvo Toscano
- "Napoli-Pozzuoli uscita 14" di Patrizia Rinaldi
e un film in dvd:
"Il fantasma di Corleone", di Marco Amenta.
ALTRI PREMI
La giuria popolare potrà votare il racconto preferito commentandolo esclusivamente sotto l'argomento di discussione e non in bacheca. Non saranno conteggiati i commenti non direttamente pertinenti al racconto in gara.
Altre due copie di "Catturandi" saranno inviate in omaggio:
- una all'autore del racconto che riceverà il maggior numero di commenti provenienti da singole persone;
- una a chi avrà inviato il commento più originale e pertinente al racconto premiato dalla giuria popolare (a insindacabile giudizio della giuria ufficiale).
Non saranno conteggiati, quindi, più commenti provenienti dalla stessa persona su un singolo racconto, ma ognuno sarà libero di commentare quanti racconti vorrà.
R E G O L A M E N T O D E L C O N C O R S O
1. L'autore, nello spazio "argomento di discussione", deve scrivere il titolo del racconto.
2. I partecipanti dovranno pubblicare il proprio racconto, inedito, nell’Area discussioni del gruppo, in modo che tutti lo possano leggere, apprezzare e commentare. I racconti saranno pubblicati entro e non oltre il 31 marzo 2009.
3. Tra tutti i racconti pervenuti in tempo utile, la giuria, a proprio insindacabile giudizio, sceglierà il vincitore e segnalerà il primo classificato.
4. I partecipanti al concorso rinunciano, contestualmente all’invio dei racconti, a qualsiasi titolo di riconoscimento dei diritti d’autore.
5. Il curatore del gruppo si riserva la facoltà di eliminare eventuali testi offensivi, a sfondo sessista o razziale.
REGOLE STILISTICHE
1) Il racconto, inedito e in italiano, non dovrà superare le 3000 battute (compresi gli spazi).
La scrittura deve essere in prima persona.
2) Il tempo da utilizzare è il presente, in modo da descrivere al meglio le sensazioni che accompagnano l’azione di un poliziotto della sezione Catturandi.

Buona scrittura e... buona cattura a tutti!

domenica 15 marzo 2009

PROSSIMI APPUNTAMENTI DEL 19 MARZO

Giovedi 19 marzo alle ore 17 presso l'auditorium della biblioteca San Giorgio di Pistoia incontro con Marco De Franchi, autore del romanzo "La carne e il sangue" ed. Barbera.

Marco De Franchi è nato a Roma e attualmente vive in Toscana. È Sostituto commissario della Polizia di Stato in servizio presso la Squadra Mobile e ha fatto parte del gruppo investigativo che ha condotto l’inchiesta sulle nuove Br fino all’arresto dei responsabili degli omicidi D’Antona, Biagi e Petri. Anche da questa esperienza è nato il romanzo La carne e il sangue. Ha pubblicato in numerose antologie e riviste come L’Eternauta e M-Rivista del Mistero. Molti suoi racconti, oltre alla traduzione del romanzo breve Gli Occhi nel Bosco, sono apparsi in Francia. È stato soggettista e sceneggiatore di fumetti per le riviste Lanciostory e Skorpio.

La carne e il sangue
Marco Biagi è stato appena ucciso. Prima e dopo di lui, gli omicidi di Massimo D’Antona e di Emanuele Petri. E poi le rapine, gli attentati. Il Paese precipita di nuovo nell’incubo degli anni di piombo. Mentre un gruppo di investigatori tra Roma, Firenze e Bologna tenta di svelare le identità degli appartenenti all’ultima feroce colonna armata del partito combattente e a impedire il compimento del definitivo, fatale attacco allo Stato, sui fronti opposti di questa guerra disperata due donne intrecciano in maniera imprevedibile i loro destini.

Alle 20,30 presso l'enoteca "Da David", in via G. Carducci, 37 incontro enogastronomico con la scrittrice - giornalista Rossella Martina, autrice del romanzo "La bambina di pietra", ed. Marco Del Bucchia.
La serata comprenderà una cena a buffet ( costo 15 euro) .
Gli interessati possono prenotarsi fino a mercoledì telefonando al numero 0573/25600

Rossella Martina è nata a Viareggio. Giornalista, si occupa principalmente di cultura e di costume. È autrice di saggi e di romanzi. Si ricordano, tra i primi, "Benedetto Croce giornalista" (Edizioni Scientifiche) e, tra i secondi, il giallo "Facoltà di silenzio" (Hobby & Work).
La bambina di pietra
Gli anni settanta nella storia di quattro donne: dall'infanzia agli anni settanta e ottanta, la stagione delle lotte studentesche, del femminismo, della libertà e della fuga, fino all'età adulta che costringe a fare i conti con ferite e insuccessi, rimpianti e tradimenti.

domenica 8 marzo 2009


INTERVISTA A LORIANO MACCHIAVELLI

A cura di Susanna Daniele

Sarti Antonio, personaggio che dagli anni Settanta accompagna i cambiamenti di una città: Bologna.
E’ un poliziotto all’italiana: con più debolezze che punti di forza, antieroe per eccellenza, una pedina di poco conto nella macchina della questura, non dotato di acuto spirito investigativo ma tenace, onesto, “incazzoso”. Come è nato?

Sarti Antonio ha compiuto trentacinque anni di vita letteraria.E’ nato nel 1974 con il romanzo “Le piste dell’attentato” che fu segnalato al Grangiallo città di Cattolica.
A quel tempo facevo l’attore e con la mia compagnia facevamo spettacoli di strada. C’era molta attenzione all’eversione da parte delle forze dell’ordine. Eravamo spesso convocati in questura per le autorizzazioni, per i visti della censura e ci passavamo ore. Vedevo passare i poliziotti, il vicequestore e proprio dall’osservazione dei vari poliziotti della Questura di Bologna è nato Sarti Antonio. Posso dire che è la somma di tutti quelli che avevo visto con in più lo stato d’animo dell’autore.
E’ l’eterno arrabbiato perché non tollera soprusi e ingiustizie ma è costretto a subirle tutti i giorni. In questo senso è un eroe moderno perché riesce a sopravvivere in una città violenta. Il tempo è passato e anche Sarti Antonio è cambiato perché è cambiata la società in cui si muove.
Dall’iniziale rabbia sorda nei confronti delle ingiustizie, nell’ultimo romanzo, “Delitti di gente qualunque”, arriva alla reazione fisica davanti al cadavere: il vomito. Ho voluto in questo modo far capire la ribellione impotente dell’uomo che reagisce con il corpo. La non accettazione della realtà non è quindi più razionale ma istintiva.
Fin dall’inizio ho mirato alla spersonalizzazione del personaggio in modo che ogni lettore avesse la sensazione dell’ inesistenza del personaggio.
Non ho mai descritto Sarti Antonio fisicamente, gli ho dato il grado di sergente che non esisteva, l’ho chiamato sempre con il cognome prima del nome, come in un elenco.

Un perdente cattivo è l’altro personaggio di poliziotto: Poli Ugo. Confinato in un archivio da cui muove le pedine delle indagini in maniera poco ortodossa, ignorato dalla moglie e dal figlio, sgradevole nel fisico e nel carattere. Qual è la data di nascita e il “movente” all’origine della comparsa di Poli Ugo?

E’ nato con “L’archivista” nel 1981. Volevo trovare un’alternativa a Sarti Antonio. Fu un errore di valutazione perché il personaggio non piacque ai lettori e di conseguenza neanche all’editore. Secondo me doveva essere la rappresentazione umana della violenza a Bologna. Ha un servilismo innato nei confronti dei potenti ed è violento con i deboli. In fondo è un po’ tutti noi.
Era forse era troppo in anticipo sui tempi. Oggi ci sono esempi di “cattivi” televisivi che piacciono. Presto sarà ristampato da Einaudi: sono curioso di vedere se avrà successo o no.

Abbiamo parlato di questurini, ora vorrei riportare l’attenzione dei lettori sugli altri personaggi “fissi” delle sue avventure poliziesche.
Rosas, l’eterno studente di non si sa di quale facoltà. Il suo ruolo è fondamentale nella soluzione delle indagini di Sarti Antonio perché ha le conoscenze e l’acume che mancano a Sarti. Chi è Rosas?

Rosas ha quello che manca a Sarti Antonio per essere un poliziotto efficiente. Ha la cultura, sa spaziare negli avvenimenti e metterli in ordine logico. Sarti Antonio ha una grande memoria, registra gli avvenimenti ma soltanto nella mente razionale di Rosas trovano una loro collocazione.
Nell’ultimo romanzo lo troviamo laureato e ricercatore.

Le donne, prostitute o signore perbene, hanno spesso una funzione strumentale. Consolatoria, anche se per breve tempo, come la biondina o gran rompiscatole, come la moglie di Poli Ugo. Che ruolo hanno le donne nei suoi romanzi?

La biondina è il corrispondente femminile di Sarti Antonio. Sono due solitudini che si incontrano e si capiscono. Con lei Sarti si rilassa. Ci tengo ai miei personaggi femminili perché ho grande ammirazione per le donne per la grande facoltà di adattamento alle situazioni, anche quelle più dolorose.
In “Caccia tragica” ho raccontato il grande carattere della manager uccisa, in “Sarti Antonio e l’assassino” e in “Sarti Antonio un diavolo per capello” l’unico personaggio positivo è una donna.

Infine c’è il personaggio misterioso, quello che accompagna l’azione come l’occhio di una telecamera che commenta i fatti. E’ una sorta di doppio narratore onnisciente. E’ esistito fin dal primo romanzo. Qual è la sua funzione narrativa?

E’ un personaggio che deriva dal teatro. Ha la funzione del coro nella tragedia greca, una voce esterna che sa tutto ma non può dirlo, altrimenti modifica il corso della storia. Nel teatro di Brecht, ogni tanto appaiono diapositive o cartelloni con i commenti che hanno la funzione di alleggerire la tensione emotiva. Si chiamano “interventi indiretti” che servono ad interrompere l’emozione nello spettatore che, se eccessiva, metterebbe in ombra la sua razionalità. Ho cercato di trasporre e adattare l’idea alla letteratura. I commenti del personaggio invisibile servono per richiamare l’attenzione del lettore su un comportamento di Sarti Antonio o su certi avvenimenti che il questurino non coglierebbe.

Ultimo personaggio ma non il minore: Bologna e i suoi dintorni. Non si può certo considerare soltanto un fondale scenico in cui si svolge l’azione: è un vero e proprio personaggio che cambia nel corso delle storie raccontate.

La città è protagonista in tutti i romanzi e certo non è un fondale fisso ma un organismo vivo che si evolve nel tempo. Questo aspetto l’ ho ritratto attraverso le descrizioni ma soprattutto con l’analisi dei rapporti umani. Via via che i romanzi più vecchi vengono ristampati e mi fa piacere quando i giovani mi domandano se negli anni Settanta o Ottanta Bologna era davvero così. E’ una Bologna che loro non hanno mai conosciuto.
Il ritrarre la città con i suoi odori buoni e cattivi, i suoi rumori, il vissuto dei suoi abitanti ci viene dalla grande lezione dei grandi autori del giallo: Simenon e Chandler.

Nel meccanismo del giallo qual è l’elemento chiave?

Sicuramente un mistero non facilmente risolvibile, non spiegabile con la razionalità.
Alla fine il mistero deve essere svelato per non deludere il lettore, e il disvelamento può essere totale o parziale.
In “Delitti di gente qualunque”, che è un po’ la summa di questo mio pensiero, Rosas conclude che si può spiegare solo quello che le attuali conoscenze ci permettono di spiegare. In altre parole, certi fenomeni che oggi ci sembrano oscuri, potrebbero non esserlo più quando possederemo maggiori conoscenze.

Grazie a Loriano Macchiavelli per la sua pazienza e cortese disponibilità.

5/3/1009

domenica 1 marzo 2009

APPUNTAMENTO A LUCCA

13 Marzo presso la libreria Edison Lucca
Elena Torre con "L'ultimo Sileno", dedicato a Giorgio Gaber.
La presentazione è a cura di Giuseppe Previti. Sarà presente l'autrice.

TRASMISSIONI A TVL - MESE DI MARZO

PROGRAMMAZIONE TRASMISSIONE TELEVISIVA GIALLO PISTOIA TVL
MARZO 2009
7/8 Marzo Alfredo Colitto presenta "Cuore di ferro"
14/15 Marzo Silvio Bianchi presenta "Delitti disarmonici"
21/22 Marzo Francesca Padula presenta "Alessandra capitana del Ris"
28/29 Marzo Marco De Franchi presenta "La carne e il sangue"

Le presentazioni sono a cura di Giuseppe Previti e Stefano Fiori che si avvalgono per la lettura di alcuni brani delle opere presentate degli attori del GAD di Pistoia Franco Checchi e Paolo Nesi.
Il programma viene trasmesso il sabato alle 23,30 con replica la domenica alle 14,30 circa.

mercoledì 25 febbraio 2009

A cena con Loriano Macchiavelli

Storia di un famoso personaggio letterario: Sarti Antonio, sergente della questura di Bologna
Giovedi 5 marzo alle ore 20,30 presso l'enoteca "Da Davide" in Via Carducci 37 a Pistoia incontro letterario-gastronomico con lo scrittore bolognese Loriano Macchiavelli che racconterà la storia del famoso protagonista di tanti suoi romanzi: Sarti Antonio, appunto.
Gli intervenuti potranno porre domande allo scrittore.
Per prenotazioni rivolgersi direttamente all'enoteca. (0573/25600)

Una breve scheda su Sarti Antonio (rigorosamente sempre prima il cognome e poi il nome)
"Tra i personaggi più celebri (di Macchiavelli), ricordiamo il sergente Sarti Antonio della Questura di Bologna, protagonista indiscusso di questo primo volume. Amante del caffè, a volte non propriamente brillante, Sarti Antonio risolve i propri casi grazie al provvidenziale aiuto di Rosas, ex sessantottino nulla facente che da semplice spalla si pone sempre più in evidenza sino a diventare il vero protagonista dei romanzi di Sarti.
Il questurino Sarti Antonio è entrato nella storia del poliziesco italiano, vincendo tra l'altro il premio Tedeschi nel 1980 e passando allo sceneggiato nel 1978. È un personaggio eccentrico, eversivo, inetto e, con la sua colite, ricco di umanità". (Chiara Bertazzoni dal sito di Thriller Magazine)

domenica 15 febbraio 2009

PROGRAMMAZIONE TRASMISSIONE TELEVISIVA GIALLO PISTOIA TVL

14/15 Febbraio - Marco Stilci presenta "Oscuro delitto in via delle Tre Madonne"
21-22 Febbraio - Valerio Varesi presenta "La casa del comandante"
27/28 Febbraio - Marcello Cimino presenta il concorso letterario nazionale di narrativa poliziesca inedita "Orme Gialle" di Pontedera
6/7 Marzo - Duccio Magnelli presenta "Racconti infami"14/15 Marzo Silvio Bianchi presenta "Delitti disarmonici"
21/22 Marzo - Francesca Padula presenta "Alessandra capitana del Ris"
28/29 Marzo - Marco De Franchi presenta "La carne e il sangue"
Le presentazioni sono a cura di Giuseppe Previti e Stefano Fiori che si avvalgono per la lettura di alcuni brani delle opere presentate degli attori del GAD di Pistoia Franco Checchi e Paolo Nesi.
Il programma viene trasmesso il sabato alle 23,30 con replica la domenica alle 14,30 circa.

domenica 8 febbraio 2009

GIOVEDI 12 FEBBRAIO APPUNTAMENTO CON VALERIO VARESI

Secondo appuntamento mensile dei Giovedi del giallo. E' la volta di Valerio Varesi e del suo commissario Soneri nella nuova avventura "La casa del comandante". L?incontro, curato da Giuseppe Previti, si terrà alle 17 presso l'auditoriun della Biblioteca San Giorgio in Via Pertini a Pistoia.

La casa del comandante - Valerio Varesi - Frassinelli, 2008
Nel paesaggio di acqua e nebbie della Bassa, il commissario Soneri si trova a suo agio. Insieme agli anziani del posto è tra i pochi a conoscere quel tratto del Po, a sapersi muovere tra gli argini, le golene, i casolari sparsi in una terra che ormai sembra abitata da fantasmi. E dove invece le cose stanno cambiando: slavi che pescano il pesce siluro e forse trafficano con le armi; speculatori che rubano la sabbia dal letto del fiume; ragazzi sbandati senza un futuro; una banda che rapina i bancomat con l’esplosivo… Stavolta però succede anche di peggio: nel giro di un giorno spuntano due cadaveri. Due storie diverse, eppure legate da un filo: Soneri ci mette un po’ a trovarlo, avviando un’indagine che lo porta a scavare nel rivolo ambiguo del nuovo terrorismo rosso, ma anche nel passato, al tempo dell’occupazione tedesca. (dal sito di Valerio Varesi www.valeriovaresi.net)

sabato 24 gennaio 2009

prossimo appuntamento enogastronomico nonchè letterario

Il 29 gennaio alle 20,30 presso l'enoteca da David a Pistoia, in Via Carducci 37, cena e incontro con l'autore viareggino Oscar Montani che presenterà il suo libro "Mala tempora,
1493/1494: cronache giallo pergamena di Berto dei Bardi, detto Bertuccio", ed. Marco Del Bucchia.
Il costo della cena è 15 euro. E' necessaria la prenotazione presso l'enoteca stessa.

Torinospy: dopo le cene con delitto arriva un nuovo gioco investigativo

Da Anno Porello di Torino ricevo e volentieri divulgo.
Torinospy è un gioco investigativo giocato 24h ore su 24 per tre settimane per le strade di Torino. Ad ogni giocatore viene consegnato una busta con un identikit contenente i dati di un altro giocatore che diventa la sua preda. L’obiettivo è quello di colpire la propria vittima con una pistola ad acqua, in questo modo la si elimina e si acquisisce l’obiettivo della persona eliminata ed inizia una nuova ricerca, fino a quando non si trova il proprio identikit. Busta dopo busta, ne resterà asciutto soltanto uno che si aggiudicherà un premio di un valore pari a 500 €.
Al di là del premio, i giocatori hanno partecipato per puro divertimento: uno dei vincitori, ad esempio, ha donato il premio in beneficenza. Inoltre, siamo testimoni della nascite di amicizie che continuano ad essere coltivate anche al di fuori di Torinospy.

Ecco alcune immagini delle scorse edizioni ed un video che è arrivato la scorsa settimana da un giocatore : http://it.youtube.com/watch?v=smsmR78V04c (il personaggio inquadrato, nella vita “reale”, è un ricercatore alla facoltà di economia dell’università di Torino… lì era appostato sotto casa della sua preda).

sabato 10 gennaio 2009

CENA CON DELITTO A SPAZZAVENTO

Giovedì 22 gennaio alle ore 20,30 Cena con delitto al ristorante La Torretta di Spazzavento (PT).
La Compagnia delle Seggiole propone un evento gastronomico-teatrale che unisce la degustazione di una cena alla lettura di “radiogialli”: la caccia all’assassino si snoderà fra le varie portate, fino alla scoperta finale del colpevole da parte dei commensali.
Il Radiogiallo della serata è "L’AVVENTURA DEGLI UOMINI DIMENTICATI"di Ellery Queen.
Al centro della scena uno degli autori più conosciuti del genere, investigatore per diletto, distratto e pasticcione quanto geniale, che soleva concludere le proprie disamine la formula solenne ed intrigante “dunque ora avete ascoltato tutte le testimonianze degli indagati, conoscete i riscontri della polizia e le indagini dell’ispettore Queen, mio padre, … avete tutti i dati per indovinare il colpevole…”
Adattamento a cura di Sabrina Tinalli, effetti sonori realizzati e curati da Vanni Cassori.
Con Marcello Allegrini, Fabio Baronti, Luca Cartocci,Massimo Manconi, Luca Marras, Sabrina Tinalli.
Gli spettatori-commensali saranno invitati a risolvere il nome del colpevole rispondendo ad un questionario predisposto per l’occasione. Tra quanti avranno indovinato la soluzione verrà estratto un vincitore che avrà diritto ad un omaggio simbolico.
La lettura del radiodramma sarà arricchita, al termine della serata, da una serie di rumori e suoni particolari proposti dal vivo da un "RUMORISTA", che svelerà i trucchi di riproduzione dei vari suoni della "scena invisibile".

mercoledì 7 gennaio 2009

PROSSIMI APPUNTAMENTI DELL'ASSOCIAZIONE

Giovedi 15 gennaio alle 17 presso l'Auditorium della biblioteca San Giorgio di Pistoia Leonardo Gori parlerà sul tema "Il giallo storico e un inquirente del tutto speciale" - e presenterà il suo ultimo romanzo "La città del sole nero" ed. Rizzoli

Sabato 17 alle 23 con replica domenica 18 alle 15 su TVL trasmissione con tutti gli scrittori pistoiesi.
Saranno presentate le due nuove antologie "Delitti a regola d'arte" e "Antologia gialla di Toscana" edite da Marco Del Bucchia.
Laura Vignali, Bruno Ialuna, Stefano Fiori e Enrico Tozzi presenteranno le loro opere. Sarà presente l'editore.
Conducono Giuseppe Previti e Cristina Bianchi.

Cerca nel blog