Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 19 ottobre 2009

Gli angeli e gli orchi

Il volume, appena uscito, ci viene segnalato per l'importanza e la delicatezza del tema trattato.
Si tratta di storie terribili vissute in prima persona da bambini, "gli angeli", che hanno subito violenze abusi sessuali da parte di adulti ,"gli orchi", appunto. Considerato l'alto valore del libro se ne parlerà a TVL nella trasmissione speciale dedicata a Festivaletteratura di Mantova 2009.

“Gli angeli e gli orchi” raccoglie nove vicende (introdotte da una premessa) di lotta agli abusi sessuali su minorenni, basate su casi di cronaca e scritte con taglio narrativo, a cura di Raffaella Catalano. Ognuna di esse ha una valenza non localistica (nonostante l’ambientazione palermitana), ma “universale”, nel senso che ogni storia racchiude in sé gli elementi tipici dei casi di minori violati che accadono ovunque nel nostro paese, anche se in questo libro sono trattati episodi avvenuti a Palermo. Palermo, tra l’altro, è un luogo molto significativo nel campo della lotta alla pedofilia perché è la città in cui, per la prima volta in Italia, una giovane donna magistrato che si occupava di violenze sessuali sui bambini (e che adesso è passata all’antimafia) ha contestato l’associazione per delinquere a un gruppo di pedofili, creando una nuova fattispecie di reato e aggravando così la loro posizione giudiziaria. Da allora il vincolo associativo può essere contestato sempre a chi si macchia di questo tipo di reati, se commessi in gruppo.
Palermo, inoltre, ha un altro primato: è la prima città d’Italia in cui è sorta la Baby Mobil, una struttura specializzata della Squadra mobile che si utilizza per le audizioni dei minori oggetto di abusi.
La prima delle storie di questo libro è quella di chi racconta, Nicolò Angileri, un poliziotto in servizio alla Sezione specializzata minori della squadra mobile di Palermo. La seconda rievoca la creazione della Baby Mobil (oggi ribattezzata “L’isola dei bambini”), tenuta a battesimo nel 2007 dagli attori Salvo Ficarra e Valentino Picone. A corredo, una statistica delle denunce e degli arresti effettuati dalla sezione tra il 2004 e il 2008. Le altre vicende sono casi giudiziari e umani dei quali Angileri si è occupato nel corso della sua attività.
Il contenuto è organizzato come segue:
- Prefazione di Ficarra & Picone.
- Premessa di Raffaella Catalano (sull’incontro con Angileri e su come nasce questo libro)
1- La caparbietà (sulla storia di Nicolò Angileri, che a 14 anni vende il pane al mercato del Capo e poi, con ostinazione, riesce a diventare un poliziotto)
2- L’orgoglio (la nascita della Sezione specializzata minori e della Baby Mobil. Con statistiche)
3- L’incredulità (la storia di una violenza sessuale che ne svela molte altre, a catena e nella stessa famiglia, in una sequenza impressionante)
4- L’orrore (il caso con la vittima più giovane nella storia della Sezione: l’abuso su una bambina di tredici mesi)
5- Il turbamento (due suore svelano episodi di pedofilia che sconvolgeranno in modo irreparabile la sessualità di due bambine)
6- La rivelazione (una bambina, in sogno, accusa suo padre di averla violentata)
7- La pietà (il dramma di un poliziotto che affronta una vicenda in cui vittima e carnefice sono entrambi bambini)
8- La casualità (la storia di un molestatore seriale che ha tenuto Palermo in scacco per molto tempo)
9- Il pregiudizio (la storia di una famiglia disagiata che fa pensare a un caso di pedofilia, ma si rivelerà un abbaglio)
10- L’improvvisazione (come da un incontro fortuito nasce un rapporto di fiducia sul tema della pedofilia tra due poliziotti e i bambini di una scuola elementare di Corleone. Una strada verso la sensibilizzazione che andrebbe intrapresa in tutta l’Italia).
In appendice, un elenco degli articoli del codice penale che fanno riferimento ai reati di violenza sessuale e alle aggravanti, un articolo del codice civile che riguarda la collocazione dei bambini abusati in comunità protette, e alcuni brevi contributi scritti da personalità che hanno esperienza nella lotta alla pedofilia: il sostituto procuratore Alessia Sinatra, la psicologa Angela Maria Ruvolo e Diego Di Simone, Capo Area Affari Generali della Squadra Mobile della Questura di Palermo.
Il libro è corredato anche da alcune immagini di proprietà dell’autore che illustrano l’Isola dei Bambini della Sezione specializzata minori, inaugurata da Ficarra e Picone, e da una lettera che gli alunni della scuola elementare “Camillo Finocchiaro Aprile” di Corleone hanno inviato ai poliziotti impegnati nella lotta alla pedofilia.

SINOSSI: Un poliziotto della Sezione specializzata minori di Palermo racconta come, da anni, combatte la pedofilia. È un compito delicato, che richiede molta caparbietà per superare l’orrore dei tantissimi casi di bambini segnati dalle violenze sessuali e infinita sensibilità per accostarsi alle piccole vittime e indurle a liberarsi dall’incubo. Senza indulgere mai nella morbosità, questo libro – che ha la prefazione di Ficarra e Picone – racconta con delicatezza storie vere di abuso e di recupero dell’innocenza. Per contribuire a cancellare tabù e silenzi.

BIOGRAFIE AUTORI:
Nicolò Angileri è nato a Ficarazzi (PA) nel 1970. È sposato e padre di due figli. Dopo aver vinto due concorsi, per entrare nell’Arma dei Carabinieri e nella Polizia di Stato, senza alcun dubbio ha scelto quest’ultima e si è arruolato nel 1989. Tra le sue varie esperienze, anche quella alla Sezione omicidi della Squadra Mobile di Palermo, dove ha lavorato contribuendo alla prima cattura del boss Sandro Lo Piccolo. Attualmente Angileri è in servizio alla Sezione specializzata reati in danno di minori.
Raffaella Catalano è nata a Palermo nel 1964. Giornalista, lavora dal 2000 come editor e consulente con case editrici, tra le quali Dario Flaccovio, e per alcuni scrittori. Fa parte del gruppo Fattesto (www.fattesto.it) che offre servizi ad autori ed editori e organizza corsi di editoria e di scrittura creativa. Per oltre dieci anni ha collaborato come cronista di giudiziaria con i quotidiani la Repubblica e La Sicilia e con alcune radio e tv, seguendo i più importanti processi di mafia palermitani. Ha scritto e sceneggiato con Giacomo Cacciatore e Gery Palazzotto la docufiction Il mago dei soldi, su un importante caso di cronaca, che uscirà a ottobre come dvd e libro.
 
 
 

Nessun commento:

Cerca nel blog