Si è verificato un errore nel gadget

domenica 31 gennaio 2016

Bando per partecipare all'edizione 2016 dell'antologia Parole per strada

Ricevo dalla redazione della rivista Il furore dei libri di Rovereto e volentieri pubblico.

A tutti gli autori, vecchi e nuovi, ai simpatizzanti di Parole per strada e ai soci de Il Furore dei Libri.

Il tema di quest'anno, come già anticipato è: Fammi ridere

Per l'invio del racconto e della documentazione hai tempo comunque fino a lunedì 28 marzo 2016.

Per questa VI Edizione la Mostra di Parole per strada si terrà in autunno-inverno 2016 secondo una modalità che continuerà e modificherà in parte l'edizione appena trascorsa. Infatti sarà ospitata in tutta la città di Rovereto la mostra per diversi mesi. 
Compito di questo concorso letterario è promuovere la lettura e la scrittura creativa, se non anche una cultura multiforme perché è possibile scrivere i racconti in lingue diverse dall'italiano... e  questo garantisce la lettura da sempre a più persone...
Ricordo inoltre che anche nell'edizione passata la mostra ha superato i confini nazionali e ha visitato qualche paese straniero. 

Se anche tu come autore ti senti di condividere con noi l'obiettivo di far leggere la gente, inviaci il tuo racconto e ci sarà certamente qualcuno che ne trarrà piacere e perché no anche soddisfazione.

Aspetto la conferma della tua adesione e, naturalmente, anche il tuo racconto.
Buona scrittura!
Per info rivolgersi a: segreteria@ilfuroredeilibri.org

BANDO VI EDIZIONE
Articolo 1 “Parole per strada” è un concorso letterario internazionale ad invito per racconti brevissimi. È aperto a tutti i generi e a tutte le forme della narrativa e si propone di promuovere e favorire l’interesse e la passione per la lettura in ogni luogo e in ogni momento.
Articolo 2 Possono partecipare gli autori invitati dall’Associazione “Il Furore dei Libri” di Rovereto, proponente, e dalle entità culturali che collaborano all’organizzazione o esistenti sul territorio. Gli autori invitati possono a loro volta estendere l’invito alla partecipazione a colleghi, dei quali garantiscano la professionalità. Per l’iscrizione al concorso è necessario essere soci dell’Associazione, tramite il pagamento della quota sociale per l’anno 2016, pari ad euro 30,00 (trenta), o in maniera ridotta tramite la quota di socio simpatizzante pari ad euro 10,00 (dieci). In quest’ultimo caso la quota prevede la sola partecipazione al concorso1 . L’iscrizione all’Associazione avviene tramite l’apposito modulo, da compilarsi in tutte le sue parti, e con il pagamento tramite bonifico bancario della quota prevista in base alla scelta se associarsi come socio ordinario o simpatizzante. Gli estremi per il pagamento sono indicati nel modulo d’iscrizione.
Articolo 3 Si partecipa con un solo racconto breve, inedito, della lunghezza massima di 1.500 (millecinquecento) battute, spazi compresi.  (La quota di socio ordinario dà diritto al ricevimento della rivista dell’Associazione e di tutte le pubblicazioni edite dalla stessa nel corso dell’anno. La quota di socio simpatizzante garantisce la sola partecipazione al concorso di “Parole per Strada. Fammi ridere” (VI edizione).
Gli elaborati potranno essere redatti in qualsiasi lingua, nazionale o minoritaria, e/o dialetto riconosciuto, nonché con qualsiasi carattere (caratteri non latini compresi), purché  sia allegata una traduzione a fronte in lingua italiana.
Articolo 4 Il tema previsto per la VI Edizione di “Parole per strada” è: “Fammi ridere”.
Articolo 5 Gli elaborati, in formato elettronico Word compatibile, dovranno tassativamente pervenire quali allegati e-mail entro lunedì 28 marzo 2016 all’indirizzo: segreteria@ilfuroredeilibri.org Dovranno contenere, pena la non ammissione: - nome dell’autore o eventuale pseudonimo, - titolo del racconto (deve essere diverso dal tema e non superare le 36 battute), - racconto con eventuale traduzione in lingua italiana, - breve bio-bibliografia dell’autore (massimo 500 battute), - indirizzo postale dell’autore con CAP, - la scheda “Concessione di licenza” che comprende anche la liberatoria e dichiarazione di inedicità. Inoltre per chi non fosse socio dell’Associazione per l’anno 2016: - il modulo d’iscrizione all’Associazione, - ricevuta del pagamento tramite bonifico bancario. I diritti commerciali dei racconti rimangono di proprietà dell’Autore. Articolo 6 Una Giuria valuterà in forma anonima e con decisione insindacabile tutti i racconti pervenuti e selezionerà un massimo di 99 racconti, che saranno esposti in luoghi di interesse e di visibilità nella città di Rovereto ed eventualmente nei comuni limitrofi. Tutti i racconti giunti pervenuti entro la data indicata nel bando e che rispetteranno le caratteristiche indicate formeranno l’antologia: “Parole per strada – Fammi ridere”. La Giuria sceglierà inoltre tra questi i dieci racconti che saranno stampati in serigrafia su pannelli ed esposti in mostra al pubblico, in luoghi adatti per visibilità e per fruibilità, a partire dall’autunno 2016. La mostra dei dieci racconti prescelti diventerà anche una mostra itinerante che interesserà vari centri culturali italiani ed esteri. La Giuria avrà inoltre la facoltà di selezionare racconti in soprannumero rispetto ai dieci per particolare interesse, pregevole scrittura o altri motivi particolari.
Articolo 7 I racconti selezionati e le bio-bibliografie degli autori confluiranno in un’antologia dal titolo “Parole per strada –Fammi ridere”, che sarà edita nell'autunno 2016, inviata agli autori e distribuita ai visitatori della mostra, nonché inviata alle Biblioteche del Trentino-Alto Adige, alle entità e agli operatori culturali collaboranti, ad altre realtà culturali nazionali ed estere, agli organi di informazione locali e nazionali e a quanti ospiteranno la mostra itinerante. I racconti potranno essere pubblicati anche in altri media e formati come riviste, ebook, web, poster, volantini, ecc. Rimarranno esclusi dalla pubblicazione, a giudizio insindacabile dell’organizzazione, i racconti non corrispondenti a quanto richiesto negli articoli precedenti nonché le opere con contenuto ingiurioso o offensivo.
Articolo 8 Gli autori partecipanti accettano le norme del presente bando, autorizzando la pubblicazione a titolo gratuito in tutte le forme previste agli articoli 6 e 7.
Articolo 9 In data da stabilire, verso autunno 2016, si terrà una serata di inaugurazione della mostra e di premiazione dei dieci racconti selezionati alla quale saranno invitati gli autori partecipanti e tutte le entità collaboranti alla realizzazione del concorso.
Articolo 10 L’organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali plagi o dichiarazioni non conformi a verità.
Articolo 11 L’organizzazione, in considerazione dell’andamento della congiuntura economica, si riserva di adeguare alla stessa le iniziative previste dandone tempestiva comunicazione a tutti gli interessati.

giovedì 28 gennaio 2016

Leonardo Gori a Pistoia

A chi piacciano i gialli storici dell'autore fiorentino Leonando Gori, già vincitore del premio Scerbanenco, può venire sabato 30 alle ore 17,30 alla libreria Feltrinelli a Pistoia (via Orafi 39)  con L'Angelo del Fango di Leonardo Gori (Tea Editore).

La presentazione è a cura di Daniela Gori e Giuseppe Previti.

lunedì 25 gennaio 2016

Giornata della memoria 2016: presentazione di un libro alla biblioteca San Giorgio di Pistoia

Giornata della memoria 2016: presentazione del libro “Mamma perché non abbiamo più la radio? Da Pistoia ad Ancona e ritorno. In fuga attraverso l’Italia delle leggi razziali”

Mercoledì 27 gennaio, Giorno della Memoria, alle ore 17 nell’auditorium della biblioteca San Giorgio

In occasione delle numerose iniziative organizzate dal Comune di Pistoia per celebrare il Giorno della memoria, focalizzate in particolare sul tema del passaggio delle testimonianze alle giovani generazioni, la Biblioteca San Giorgio ospiterà mercoledì 27 gennaio, Giorno della Memoria, alle ore 17, presso l’auditorium della biblioteca San Giorgio sarà presentato il libro”Mamma perché non abbiamo più la radio? Da Pistoia ad Ancona e ritorno. In fuga attraverso l’Italia delle leggi razziali” di Alessandro Orlando (Atelier edizioni, 2015).
La pubblicazione nasce da un intervista fatta dall’autore a Riccardo Coen che durante il periodo delle leggi razziali fugge con i genitori vagando da un luogo all’altro della penisola alla ricerca di un rifugio sicuro.
All’incontro, a cura di Daniele Coen, parteciperà come moderatore il giornalista Maurizio Gori ed interverranno Cristina Bianchi e Giuseppe Previti.
Nell’ambito della presentazione la professoressa Sara Valentina Di Palma, storica della Shoah, tratterà il tema “Da nessuna parte – I bambini della Shoah”.
A completamento dell’incontro ci sarà una testimonianza di Riccardo Coen.
L’incontro è realizzato in collaborazione con l’Associazione Amici del Giallo di Pistoia.

“Scappare, non parlare con nessuno per il rischio di essere scoperti, non avere compagni di giochi, essere privati delle forme più basilari e dovute di socializzazione e di istruzione quali il diritto alla scuola e al gioco: questi sono gli aspetti che più colpiscono nella vicenda di negazione dell’infanzia perpetrata dal regime fascista ai danni, tra i tanti bambini, di Riccardo e Bruno Coen.” (dalla prefazione di Sara Valentina Di Palma)

Fonte: Comune di Pistoia

Cena di carnevale con delitto

In preparazione al Festival del giallo:  cena di carnevale con delitto 

Venerdì 5 febbraio al circolo Mcl di San Rocco  Pontenuovo

La sesta edizione del Festival del giallo di Pistoia si terrà quest’anno nei giorni 26, 27 e 28 febbraio 2016. Il Festival è dedicato quest'anno al noir metropolitano e avrà una sezione dedicata al capostipite del giallo all’italiana Giorgio Scerbanenco. Saranno presenti molti dei migliori autori italiani di noir, giallo, thriller e poliziesco.

A sostegno del Festival si è costituito presso la biblioteca San Giorgio un comitato promotore che vede riuniti intorno ad un tavolo soggetti diversi, amici delle associazioni ed istituzionali e cittadini privati a lavorare insieme con la loro passione e la voglia di far diventare questa iniziativa, alla sua sesta edizione, un evento per tutta la città, che si aggiunga agli altri eventi culturali che ormai caratterizzano Pistoia ed attraggono visitatori ed appassionati anche da fuori. Per la promozione del festival si sono organizzati alcuni eventi collaterali aperti a tutta la cittadinanza.

Una delle pratiche attuate dal comitato è quella di riunire tutti gli appassionati e i simpatizzanti del Festival in una serie di serate conviviali a tema con anche l’intento di raccogliere risorse a sostegno dell’iniziativa.
Venerdì 5 febbraio si terrà infatti presso il Circolo MCL di San Rocco alle ore 20 una cena con delitto, realizzata in collaborazione dal Gruppo amici del teatro del Circolo di San Rocco con l’Associazione Amici del Giallo.
Il menu della cena prevede:

- antipasto toscano
- risotto
- rigatoni salsiccia e olive nere
- spiedini di carne
- patate al forno o insalata
- cenci coriandolati annaffiata da malvasia siciliana
- caffè
Il costo è di 18 euro. Per chi lo desidera, con un supplemento di 2 euro, ci sarà l’occasione di sfidare i commensali nella soluzione di “Carnival Crime: efferato omicidio al Carnevale di Viareggio”, il mistero messo in scena durante la serata, con premi finali a chi svelerà l’identità dell’assassino.

Le prenotazioni dovranno giungere entro il giorno 2 febbraio a uno dei seguenti contatti:
giallopt@katamail.com
stefano2314@interfree.it
Franco 348 3598964
Giuseppe 338 8550718
Stefano 347 3574781

Fonte: Comune di Pistoia

venerdì 22 gennaio 2016

"Il cadavere nel lago”: presentazione alla biblioteca San Giorgio

"Il cadavere nel lago”: presentazione libro alla biblioteca San Giorgio 
Venerdì 22 gennaio alle 17 nella saletta Bigongiari

Venerdì 22 gennaio alle 17  in sala Bigongiari si svolgerà la presentazione del romanzo “Il cadavere del lago. Le indagini del barbiere” (Edizioni Atelier Pistoia 2015), opera prima di Franco Burchietti
La presentazione è a cura di Giuseppe Previti dell’Associazione “Amici del Giallo” di Pistoia e del giornalista Maurizio Gori.
All’evento sarà presente Elena Becheri Assessore alla Cultura del Comune di Pistoia. L’attrice e regista Monica Menchi leggerà alcuni brani tratti dal libro.

"Il cadavere del lago.Le indagini del barbiere "può essere definito un giallo classico. 
I personaggi che compongono la storia sono gli stessi che ognuno di noi potrebbe incontrare in un circolo parrocchiale seduti a giocare a carte o durante una passeggiata tra le vie di un paese dell’entroterra toscana. C’è il maresciallo, investigatore ufficiale e il barbiere Ciuffo, con velleità di detective. Non mancano le figure del prete, del turista straniero, del cacciatore. 
L'autore mette  il lettore sullo stesso piano di chi svolge le indagini. Un romanzo molto ricco di dialoghi perché vuole esprimersi secondo le "voci" dei suoi protagonisti, le loro battute i loro pettegolezzi , ma anche attraverso la loro sete di verità. 

Franco Burchietti, nato a Quarrata, attualmente è volontario e Presidente dell'Associazione Centro di Solidarietà (Ce.I.S) di Pistoia. Dopo un primo periodo di lavoro nella formazione professionale è stato per lunghi anni dirigente di Aziende sanitarie. In tale veste ha pubblicato vari articoli ed è stato coautore e curatore di manuali tecnici di gestione aziendale.

Fonte: Comunicati del Comune di Pistoia


domenica 17 gennaio 2016

Si parla di Leonardo Sciascia alla biblioteca San Giorgio

Primo incontro di un ciclo dedicato a Leonardo Sciascia alla biblioteca San Giorgio
Martedì 19 gennaio alle 17 nella saletta Bigongiari l’evento collaterale al Festival del giallo 2016



Presso la Biblioteca San Giorgio ha inizio un ciclo di tre incontri che metteranno a confronto tre autori contemporanei (Leonardo Gori, Roberto Riccardi e Marco Scaldini) con il celebre scrittore Leonardo Sciascia. Il ciclo, organizzato da Giuseppe Previti e Maurizio Tuci, vedrà ogni autore stimolato a parlare dei propri romanzi e del legame con Sciascia da Rosanna Cavaliere, docente di materie letterarie ed esperta di cinema.
Introdurranno la serata Giuseppe Previti, presidente dell´Associazione Amici del Giallo di Pistoia, e Niccolò De Laurentiis, coordinatore dell´Area Centro dell´Associazione Amici di Leonardo Sciascia.
Tra pochi giorni sarà ufficializzato il programma definitivo della sesta edizione del Festival del Giallo di Pistoia che si terrà nei giorni 26, 27 e 28 Febbraio 2016. Il Festival è dedicato quest´anno al noir metropolitano ed al padre del giallo all’italiana Giorgio Scerbanenco.
Ad arricchire la programmazione del festival sono organizzati alcuni eventi collaterali aperti a tutta la cittadinanza.
Il primo di questi eventi collaterali si tiene martedì 19 gennaio alle 17 in saletta Bigongiari.
Si tratta di un tema stimolante considerata la forma del tutto peculiare che il "giallo" ha assunto nell´opera sciasciana e la carica spesso eversiva rispetto ai canoni codificati del genere. Sembra quindi molto difficile per un giallista sottrarsi a un dialogo con lo scrittore siciliano, che può magari portare a esiti diversi ma che certamente non può disconoscere la portata innovativa, e non solo sul piano formale, di opere come "A ciascuno il suo" o "Il giorno della civetta", per citare solo alcuni dei titoli forse più noti a un grosso pubblico.
 
Il primo autore che interverrà è il fiorentino Leonardo Gori, scrittore, sceneggiatore, critico e storico del fumetto. Tra i suoi romanzi storici spicca la serie dedicata al colonnello Arcieri. Gori ha vinto il Premio Scerbanenco e il Premio Fedeli con "L´angelo del fango" tra il 2005 e il 2006.
Leonardo Gori in questo suo confronto con Sciascia si soffermerà sul suo personaggio più amato, Bruno Arcieri, militare, investigatore, agente segreto dapprima operante a Milano e poi a Firenze e a Roma. Un personaggio complesso che ben figurerebbe a contatto con personaggi sciasciani.
Il confronto con Sciascia si svilupperà prima di tutto sul piano letterario, discutendo in particolare del romanzo di Sciascia "A ciascuno il suo", indicato da Gori come sua opera preferita, e mettendo a confronto i detective dei rispetti romanzi, il professor Laurana e il colonnello Arcieri. Un ulteriore approfondimento si potrà effettuare sul piano cinematografico ad opera delle stesso Gori, di Maurizio Tuci e di Rossana Cavaliere, autrice del saggio " Sciascia e le immagini della scrittura. Il poliziesco di mafia dalla letteratura al cinema". Si parlerà del film di Elio Petri del 1967, "A ciascuno il suo" con Gian Maria Volonté nei panni del professor Laurana.

Nuovi orari per la trasmissione Giallo Pistoia

Da questa settimana cambia la programmazione della trasmissione; la prima uscita diventerà quella della domenica.

Pertanto questa è la nuova programmazione:

- Domenica ore 16.10 (con l'eccezione però di questa, 17 gennaio, con la trasmissione che andrà in onda in via eccezionale alle 15, in quanto a partire dalle 16 abbiamo un'importante diretta con Papa Francesco).

- Lunedì ore 23.35

- Martedì ore 18.05

giovedì 7 gennaio 2016

Anno nuovo, si riparte!

Felice 2016 a tutti!

Cari soci e amici, il 2016 di Giallo Pistoia si apre con le consuete trasmissioni a TVL. Inoltre, ma chi ci segue la sa benissimo, stiamo ultimando il programma del festival che si terrà il 26, 27 e 28 febbraio. Nessuna anticipazione, per il momento, ma vi promettiamo ospiti... col botto!

Sabato 9 gennaio 
Franco Burchietti  con Il cadavere del lago, Edizioni Atelier e Enrico Tozzi con Kanun, Edizioni Atelier

Sabato 16 gennaio 
Oscar Montani  con Il verso della civetta, ed.Nerocromo

Sabato 23 gennaio
Enrico Luceri  con Lacrime di donne tradite, ed. DelosBooks

Sabato 30 gennaio
Rosanna Cavaliere con Leonardo Sciascia e le immagini della scrittura, Felici editore

La trasmissione Giallo Pistoia va in onda il sabato alle 23 con repliche la domenica alle 16.30 e il martedì alle 18.10.
A cura dell’Associazione Pistoia in giallo e del GAD di Pistoia.
Intervengono Maurizio Tuci, Marco Morozzi, Franco Checchi, Paolo Nesi.

Cerca nel blog