Si è verificato un errore nel gadget

mercoledì 28 dicembre 2011

APPUNTAMENTI GENNAIO 2012


Nell'augurare a tutti coloro che ci seguono un Nuovo anno ricco di soddisfazioni letterarie e di piacevoli letture, segnalo i prossimi appuntamenti di gennaio.

PROGRAMMAZIONE TRASMISSIONI A TVL DELL’ASSOCIAZIONE GIALLO PISTOIA

MESE DI GENNAIO

7 GENNAIO 2012 Sergio Paoli con "Niente tranne la luna" (Todaro editore)

14 GENNAIO 2012 Fabio Picchi con "Il segreto della mezza luna (Mondatori)

21 GENNAIO 2012 Vanni Santoni con "Se fossi fuoco, arderei Firenze" (Editore Laterza) e "L'ascensione di Roberto Baggio" (Mattioli 1885)

29 GENNAIO 2012 Giulio Leoni in "La porta dell'Atlantide" (Mondatori)

Il programma è trasmesso il sabato alle ore 23 e in replica domenica alle ore 18

"Giallo Pistoia TVL" è condotta da Giuseppe Previti e Stefano Fiori con la collaborazione di Susanna Daniele,Cristina Bianchi, del G.A.D. di Pistoia,della libreria Librolandia e degli Amici del Giallo di Pistoia.


Presentazioni:

13 GENNAIO 2012 ore 18,00 alla Melbookstore di Firenze (Via Cerretani)

Giuseppe Previti e Sergio Calamandrei presentano "Nessie" (Polistampa)di Andrea Gamannossi. Sarà presente l’autore

14 GENNAIO 2012 ore 17 presso la Biblioteca San Giorgio di Pistoia (Via Pertini)

Giuseppe Previti presenta l’antologia di racconti gialli "Presi per la gola"(Marco Del Bucchia ed.). Saranno presenti alcuni autori

22 GENNAIO 2012 ore 17,30 presso la libreria Lo Spazio in Via dell'Ospizio a Pistoia

Giuseppe Previti presenta "Il segreto della Mezzaluna"(Mondadori) di Fabio Picchi. Sarà presente l’autore

martedì 20 dicembre 2011

GIANCARLO DE CATALDO SCENEGGIATORE PER TU SEI IL MALE




Giancarlo De Cataldo, insieme a Salvatore De Mola e Gino Ventriglia, firmerà la sceneggiatura di Tu sei il male, adattamento cinematografico del romanzo di Roberto Costantini edito da Marsilio, che sarà prodotto da Madeleine di Carlo Macchitella in collaborazione con Rai Cinema. La scrittura inizierà nel primo semestre del 2012, con l’obiettivo di ultimare la sceneggiatura entro giugno per andare in produzione all’inizio del 2013. Il film costituirà la prima parte di un progetto più ampio, anche televisivo, di trasposizione dell’intera trilogia romanzesca di Costantini con protagonista il commissario Balistreri, di cui Tu sei il male è il primo capitolo.

Cinque ristampe, per settimane nella top ten della narrativa italiana, recensioni entusiastiche da parte dei più importanti critici letterari, in corso di traduzione in ben nove paesi: Tu sei il male, primo romanzo del cinquantanovenne Roberto Costantini, in pochi mesi si è imposto come il thriller rivelazione dell’anno, un caso editoriale non solo italiano ma internazionale, che presto arriverà anche sugli schermi cinematografici.

Alla notizia che De Cataldo, tra l’altro uno dei primissimi estimatori del romanzo, sceneggerà Tu sei il male, Roberto Costantini ha dichiarato: “Ne sono davvero felice. Non riesco a immaginare nessuno più adatto di un maestro riconosciuto del genere come l’autore di Romanzo criminale, per traghettare sul grande schermo il mio romanzo”.

domenica 18 dicembre 2011

Il manoscritto del principe

E' la prima volta che mi occupo del connubio fra cinema e giallo e mai avrei pensato di trovare una citazione sul valore del giallo/thriller/poliziesco nel film di Roberto Andò "Il manoscritto del principe", ovvero l'autore de Il gattopardo.
Il soggetto e la sceneggiatura sono di Roberto Andò e Salvatore Marcarelli. Il film è liberamente ispirato a a "Palerno anni 50" di Gioacchino Lanza Tomasi.
Si tratta del difficile rapporto tra il figlio adottivo di Tomasi di Lampedusa il suo allievo più fedele.
In una delle conversazioni con il suo giovane allievo Marco Pace sulla letteratura inglese, Tomasi di Lampedusa afferma che il thriller appartiene a un genere che soltanto un provinciale potrebbe considerare minore perchè il soggetto del giallo è "uno dei sentimenti umani più forti, una delle leve della società: la paura". Ho condiviso la definizione.
Notizioa per i pistoiesi: se a qualcuno venisse voglia di vedere il film, il DVD è a disposizione dei lettori della biblioteca San Giorgio.

mercoledì 14 dicembre 2011

APPUNTAMENTI NEL FINE SETTIMANA


16 Dicembre 2011
Terme di Porretta ore 21,00
"Sherlock Holmes viaggiatore sulla Porrettana"
Serata Sherlockiana da un'idea di Enrico Solito e Giuseppe Previti
Intervengono due noti esperti holmesiani: Luca Martinelli e Gabriele Mazzoni

Seguirà l'atto unico di Enrico Solito
"Il caso della perfetta diagnosi"
recitato dagli attori del GAD di Pistoia

La provincia di Pistoia insieme a quella di Bologna hanno la fortuna di possedere, ancora pressoché intatta,la linea ferroviaria Porrettana che da Bologna attraverso Porretta raggiunge Pistoia.
Inaugurata nel 1862 con il tratto tra Bologna e Vergato fu ultimata nel 1864 congiungendo Pracchia a Pistoia.
Una ferrovia storica, nei suoi tempi d'oro frequentatissima, che il prossimo anno si festeggerà il 150° anniversario.
Purtroppo il 2011 è stato molto travagliato per questa linea "storica", con tagli di treni e minacce di soppressione, e conseguenti preoccupazioni degli abitanti dell'appennino tosco-emiliano.
Gli Amici del Giallo di Pistoia con la collaborazione del Gad e l'ausilio del Comune di Pistoia hanno pensato di organizzare una serata in onore della "Porrettana" andando a ritroso nel tempo per ritrovare, fra i molti viaggiatori famosi che l'hanno percorsa, nientemeno che Sherlock Holmes.


17 Dicembre 2011
Biblioteca San Giorgio, Auditorium Tiziano Terzani, ore 17,30
Premiazione dei vincitori della III Edizione del concorso Crimini tra i libri.
Presentazione dell'antologia "Delitti tra i libri" (Marco Del Bucchia Ed.) contenente i racconti finalisti.
Conducono Giuseppe Previti e Cristina Bianchi

mercoledì 7 dicembre 2011

Eccetto Topolino


Venerdi 9 dicembre alle ore 18, presso Lo Spazio di via dell'ospizio, Pier Luigi Gaspa e Giuseppe Previti presenteranno il volume "Eccetto Topolino".
Lo scontro culturale tra fascismo e fumetti (Nicola Pesce Editore, 2011, pag. 432, euro 35,00) scritto da Fabio Gadducci, Leonardo Gori, Sergio Lama. Saranno presenti alla serata anche gli autori Leonardo Gori e Sergio Lama.

Eccetto Topolino racconta gli anni ruggenti dell'editoria a fumetti negli anni Trenta: un dietro le quinte approfondito e documentatissimo sull'avvento dei comics americani in Italia, sull'euforia collettiva per i grandi eroi dell'avventura (Topolino, Flash Gordon, L'Uomo Mascherato, Mandrake) e sulla reazione bigotta che suscitò fra gli educatori e nelle gerarchie del Regime Fascista, fino al proibizionismo del 1938 che salvò solo l’opera di Walt Disney.
Correggendo innumerevoli imprecisioni ed errori tramandati in oltre cinquanta anni di pubblicistica specializzata, gli autori esaminano e riscrivono una pagina fondamentale della storia del Fumetto in Italia, nella quale eventi fondanti come l’arrivo di Topolino e il suo passaggio da Nerbini a Mondadori coinvolgono trame e interessi mai sospettati. Il saggio raccoglie documenti originali e finora inediti dell'archivio di Guglielmo Emanuel, agente del King Features Syndicate, e quelli degli Archivi dello Stato, oltre al fondo di Federico Pedrocchi. I documenti, le interviste, gli aneddoti e le numerose illustrazioni offrono uno spaccato originale dell'Italia anni Trenta, con protagonisti quali Benito Mussolini, William R. Hearst, Cesare Zavattini, Giovanni Gentile, Galeazzo Ciano e molti altri. Con "Eccetto Topolino" la storia del fumetto e della cultura popolare in Italia compie un rilevante salto qualitativo, offrendoci la ricostruzione complessiva di un pianeta sinora esplorato solamente in modo erratico. Si tratta di un genere editoriale rivisitato dagli autori in una originale prospettiva analitica, intrecciata alle vicende culturali, politiche e di costume del Paese durante la dittatura fascista.

«Questo fondamentale libro resterà negli annali del fumetto italiano come l'opera che ha segnato il passaggio dall'interesse collezionistico alla ricostruzione storica». (Mimmo Franzinelli)

COURMAYEUR NOIR INFESTIVAL 2011



Oggi al Courmayeurnoirfestival Andrea Camilleri e Petros Markaris riceveranno il premio alla carriera.
Sul sito del festival c'è un lungo ed interessante articolo di Giorgio Gosetti "Da Atene a Vigata. Il filo sottile della compassione", che segnalo e di cui riporto un paragrafo. http://www.noirfest.com/schedaLETTERATURAdettaglio.asp?id=223


Andrea Camilleri
Petros Markaris



"Nell’albero genealogico del genere, Camilleri e Markaris si iscrivono di diritto tra i “cavalieri bianchi”, i cantori nostalgici di un sistema di valori negato dalla rabbia e dalla violenza che la società capitalista genera e coltiva. E non c’è dubbio che entrambi debbano riconoscere a Raymond Chandler questa consonanza poetica che si traduce in apparente disincanto e cela invece un senso romantico e solitario. La differenza sta nella diversa consapevolezza della macchina sociale che si muove intorno. Marlowe usa i modi della civiltà che lo circonda e si sente in realta un diverso, un isolato, un perdente che gode della quotidiana scommessa di ritardare un esito certo. Montalbano e Charitos stanno invece all’interno del sistema della legge; la loro marginalità è interiore, percepiscono il lavoro come un dovere morale per limitare i danni che altri compiono".

lunedì 5 dicembre 2011

A TVL potrete vedere...

Programmazione trasmissione Giallo Pistoia nel mese di dicembre

La trasmissione Giallo Pistoia va in onda sabato sera alle 23, 15 con replica la domenica pomeriggio alle 18

3 e 4 dicembre – Loriano Macchiavelli con "Malastagione" (Mondadori)

10 e 12 dicembre – Alberto Eva con "Raccolto rosso" (Barbès)

17 e 18 dicembre – Valerio Varesi con "La sentenza"(Frassinelli)


"Giallo Pistoia TVL" è condotta da Giuseppe Previti e Stefano Fiori con la collaborazione di Susanna Daniele, Cristina Bianchi, del G.A.D. di Pistoia, della libreria Librolandia e degli Amici del Giallo di Pistoia.

domenica 4 dicembre 2011

Concorso Parole per strada 2011

Ricevo dagli amici di Rovereto la comunicazione degli esiti del concorso Parole per strada 2011

La giuria, formata da Maria Serena Tait - giornalista RAI (presidente); Luisa Filippi - assessore alla cultura del Comune di Rovereto; Gianmario Baldi - direttore della Biblioteca civica di Rovereto; Maria Rosa Mura - responsabile dell'associazione Il Gioco degli Specchi; Emanuela Zandonai - editrice; Carlo Andreatta - insegnante e Renata Savona - insegnante, dopo un'attenta e non facile valutazione dei 92 racconti giunti da tutta l'Italia e giudicati in forma anonima, ha selezionato (in ordine alfabetico per autore):

Luigi Brasili, Il processo
Ramona Corrado, Ricette
Igor De Amicis, Il diario di Anna
Francesca Garello, La scomparsa di Anna Karenina
Norberto Julini, Viaggio a Betlemme
Fabio Novel, Il Pinocchio perduto
Carlo Alberto Parmeggiani, L'ultima finzione
Biagio Proietti, Nel buio della notte
Danilo Tramonti, Foderine rosse
Bruno Zaffoni, Pagina 899

Molti altri racconti meritavano l'esposizione, come constaterete di persona ricevendo l'antologia.
Ricordiamo che il prossimo appuntamento di PxS è per mercoledì 21 dicembre alle 18.00, nella sala del Palazzo Cassa di Risparmio in piazza Rosmini a Rovereto.
Questo il programma:
Premiazione degli autori ospiti de Il Furore dei Libri.
La parola agli autori: interviste di Maria Serena Tait (RAI Trento).
Intermezzi con Antonio Maria Fracchetti al pianoforte.
Distribuzione delle antologie omaggio Il libro perduto.

Ancora un grazie da Il Furore dei Libri a chi ha saputo mettersi in gioco. Ci auguriamo che sarete con noi anche il prossimo anno.

La segreteria di Parole per strada

mercoledì 30 novembre 2011

Appuntamenti dicembrini (in ordine di data)




Giovedì 1 dicembre apre nel cuore del centro storico di Pistoia una nuova libreria la Feltrinelli (Via Degli Orafi 31/33)

Alle ore 18.00 inaugurazione


la Feltrinelli Librerie
Via Degli Orafi 31/33
Tel. 0573 308509
Fax 0573 359119
pistoia@lafeltrinelli.it
www.lafeltrinelli.it

Orari di apertura:
Lunedì/Venerdì 9.00 - 19.30
Sabato 9.00 - 20.00
Domenica 10.00/13.00 - 16.00/20.00

1 dicembre h.18,00 presso la libreria Punti Fermi, Via Boccaccio, Firenze
Graziano Braschi e Giuseppe Previti presentano il nuovo romanzo di Alberto Eva "Raccolto Rosso"

2 dicembre Giuseppe Previti presenta "Eikoness" di Oscar Montani alla Libreria Melbookstore di Firenze Via Panzani, ore 18,00.

Ven 2 dicembre per il ciclo TESTE A FRONTE, ore 17, Auditorium Terzani della biblioteca San Giorgio di Pistoia-
Incontro con Ena Marchi su Georges Simenon "Dal laboratorio di Simenon al laboratorio adelphiano: pratiche di scrittura, di traduzione e di revisione" a cura degli Amici della San Giorgio.

9 dicembre alle ore 17 presso la libreria Lo Spazio in Via dell'Ospizio a Pistoia Pierluigi Gaspa e Giuseppe Previti presentano "Eccetto Topolino", antologia di fumetti. Sarà presente l'autore Leonardo Gori.

10 dicembre ore 17 nella sala Auditorium della Biblioteca San Giorgio di Pistoia, Susanna Daniele e Sarah Lensi presentano "Storie gialle e noir" di Giuseppe Previti. Sarà presente l'autore.

mercoledì 23 novembre 2011

Raccolto rosso di Alberto Eva


Dopo la prima presentazione alla biblioteca San Giorgio di Pistoia, seguono due appuntamenti fiorentini per l'uscita dell'ultimo romanzo di Alberto Eva, "Raccolto rosso" (Edizioni Accademia dell'Iris, Barbes, Firenze):


LUNEDI 28 NOVEMBRE 2011, ore 21, presso la Libreria Edison (Piazza della Repubblica 27/r)

GIOVEDI 1° DICEMBRE 2011, ore 18, presso la Libreria Punti Fermi (Via G. Boccaccio 49/r.).

Presentatori Graziano Braschi e Giuseppe Previti.


"Si tratta di una storia ambientata nella Firenze alla metà degli anni 80 che inizia con un ricatto e prosegue con un rapimento. Il crimine affonda le radici negli anni 70, al tempo del terrorismo e degli scontri di piazza fra extraparlamentari.L'autore fornisce una personalissima ricostruzione storica degli anni di piombo, sulla cui interpretazione ancor oggi ci si interroga."

Alberto Eva è, insieme a Loriano Macchiavelli, il teorico del romanzo giallo all'italiana, ovvero di un romanzo di genere che utilizza lo schema giallo/poliziesco come involucro per ritrarre la società contemporanea facendosene interprete.

mercoledì 9 novembre 2011

Cento anni per cento delitti

Ricevo dall'ufficio stampa della Sellerio e volentieri pubblico


sabato 12 novembre 2011, ore 17
Triennale di Milano, Saletta Lab
viale Alemagna 6, Milano


Cento anni per cento delitti
Giorgio Scerbanenco e Milano, 1911-2011

Ne discutono:
Natalia Aspesi
Gianni Canova
Piero Colaprico
Luca Crovi
Adolfo Francia
Ermanno Paccagnini
Roberto Pirani
Coordina:
Oliviero Ponte di Pino


Giorgio Scerbanenco
Nebbia sul Naviglio e altri racconti gialli e neri
Sellerio editore Palermo
A cura di Roberto Pirani


Le tappe del lungo percorso «noir» di Scerbanenco in venti racconti gialli e neri pubblicati su giornali e riviste tra il 1936 e il 1948 e mai apparsi in volume.
Piccoli capolavori sconosciuti che svelano aspetti sorprendenti dell’autore, definito da Oreste del Buono una «autentica macchina per scrivere».
Venti racconti scritti per giornali e riviste tra il 1936 e il 1948, raccolti in «tre tempi» della carriera dello scrittore – spiega il curatore del volume Roberto Pirani cui si deve il loro ritrovamento –
che documentano per la prima volta le tappe del lungo percorso «noir» di Scerbanenco, di quel «noir» da molti ancora legato esclusivamente alle opere degli anni Sessanta.
I testi del 1936-37, in puro stile hardboiled, sembrano soggetti di un film di Scorsese o Abel Ferrara o Tarantino: fulminanti gangster stories di un mondo spietato dove l’unico barlume risulta essere una certa lealtà primordiale.
Negli anni 1942-43 si collocano racconti d’ossessione e di crudo sarcasmo nell’invisibile ma sensibile presenza della guerra mondiale.
Nel terzo momento – 1946-48 – infine, si dispiega liberamente e ad ampio raggio il gusto nero del narratore:
dall’incubo apocalittico all’apologo sulla violenza, dalle bizzarrie letali di magia nera alle cronache della periferia milanese del dopoguerra; figurine piegate sotto il plumbeo grigiore di una pioggia insistente
pare che si allontanino, davanti agli occhi del lettore, verso il loro destino. Piccoli capolavori sconosciuti che svelano aspetti sorprendenti di Scerbanenco, definito da Oreste del Buono una «autentica macchina per scrivere».


Giorgio Scerbanenco
Lo scandalo dell'osservatorio astronomico

Sellerio editore Palermo
A cura di Cecilia Scerbanenco


Il manoscritto ritrovato, il «sesto Jelling», pubblicato oggi per la prima volta. In una ambientazione del tutto originale, un osservatorio astronomico,
Arthur Jelling indaga tra asteroidi e pianeti, psichiatri e scienziati. E con il consueto rigore e la solita capacità riflessiva riesce a sciogliere il groviglio di simboli e significati riposti nel delirio di un pazzo.
Arthur Jelling è un investigatore abbastanza speciale. Anzitutto, non si sente un poliziotto: il suo ruolo nella polizia di Boston è soltanto quello di archivista; lui stesso si definisce un consulente di giustizia.
In secondo luogo, le sue inchieste virano volentieri verso scelte umane impreviste, quasi mirasse, lui che, timidissimo, preferirebbe sempre la pace a ogni vittoria, a risanare il disordine del delitto oltre che trovare semplicemente il colpevole.
La sua azione sembra una terapia più che un’indagine. Lo inviano all’osservatorio astronomico di Candan perché lì la situazione è davvero aggrovigliata.
L’équipe di ricercatori ha appena individuato un pianetino, scoperta che coronerebbe la carriera prestigiosa del direttore Federico Travel, il quale vorrebbe chiamare il corpo celeste «Veronica 1983», con il nome dell’assistente che si è prodigata.
Lei viene avvertita della scelta generosa dal suo fidanzato, Tomaso Sharp che lavora nello stesso istituto.
Dall’accademia giunge però la notizia di un errore di calcolo. Il pianetino è solo un vecchio asteroide da tempo conosciuto. E tutto precipita.
Veronica Fanee è vittima di un tentativo concitato di strangolamento, il professor Travel resta colpito da un grave malore.
Autore del tentato omicidio è riconosciuto un giovane da poco assunto come segretario: si chiama Fronder Hass e di lui si viene a sapere che soffre di disturbi mentali ed è già stato protagonista di un tentativo di strangolamento in tutto e per tutto uguale. Sembra lui il colpevole da assicurare alla giustizia. Ma Jelling avverte troppe stranezze e capisce che stavolta non si tratterà di seguire piste e di sorvegliare sospetti: il problema è di sciogliere il groviglio di simboli e significati riposti nel delirio di un pazzo, e per scoprire, non un tentato omicida, ma il regista di una messa in scena.
Giorgio Scerbanenco è autore di due serie poliziesche con le quali ha indirizzato la storia del «giallo» in Italia. La serie di Duca Lamberti, «la Milano nera», con cui nasce il noir italiano.
E la serie di Arthur Jelling, che ripercorre nel modo più originale, con quel misto di realismo fiaba e pietà che è la fascinazione di Scerbanenco, la via del giallo investigativo. Di Arthur Jelling erano noti finora cinque romanzi. Lo scandalo dell’osservatorio astronomico è il «sesto Jelling», recentemente ritrovato e pubblicato oggi per la prima volta.

venerdì 4 novembre 2011

PROGRAMMAZIONE TRASMISSIONI TVL E PRESENTAZIONI

Novembre 2011

La trasmissione Giallo Pistoia va in onda sabato sera alle 23, 15 con replica la domenica pomeriggio alle 18

5 e 6 novembre - Marco Catocci con "Sguardi bruciati di Siena" (Mauro Pagliai editore)

12 e 13 novembre - Oscar Montani con "Eikoness" (Romano editore)

19 e 20 novembre - Marco Vichi con "La forza del destino"(Guanda editore)

26 e 27 novembre - Giulio Leoni con "La porta dell'Atlantide” (Mondadori)


"Giallo Pistoia TVL" è condotta da Giuseppe Previti e Stefano Fiori con la collaborazione di Susanna Daniele, Cristina Bianchi, del G.A.D. di Pistoia, della libreria Librolandia e degli Amici del Giallo di Pistoia.


Presentazioni autori a cura di Giuseppe Previti

5 novembre presso Biblioteca San Giorgio di Pistoia ore 17,15 Lucia Bruni con "Pontormo e l'acqua udurosa" (Flaccovio)
19 novembre Castelnuovo Garfagnana Loriano Macchiavelli con "Malastagione" (Mondadori)
19 novembre Biblioteca San Giorgio di Pistoia ore 17,15 Alberto Eva con "Raccolto rosso"( Barbes - Accademia dell'Iris). Presentazione a cura di Susanna Daniele
20 novembre a Pistoia (Villa Groppoli) Gianfranco Micali con "Il segreto del re Sole"(Pendragon)
25 novembre libreria Lo Spazio di Via dell’Ospizio a Pistoia, ore 18 Vanni Santoni con "Se fossi fuoco arderei Firenze" (Laterza)
26 novembre Biblioteca San Giorgio di Pistoia ore 17,15 Oscar Montani con "Eikoness"(Romano editore)
28 novembre libreria Edison a Firenze ore 21 Alberto Eva con "Raccolto rosso"( Barbes - Accademia dell'Iris). Presentazione insieme a Graziano Braschi
30 novembre Libreria “Punti fermi” in Via Boccaccio 47/ R a Firenze ore 18,00 Alberto Eva con "Raccolto rosso"(Barbes - Accademia dell'Iris)

martedì 25 ottobre 2011

Una bella novità editoriale


Roberto Costantini, Tu sei il male, Marsilio, 2011

Negli ultimi anni – e mi riferisco soltanto alla narrativa italiana – fra i bestsellers gialli/noir fra i primi classificati troviamo storie poliziesche piacevoli, alcune di buona fattura, ma che, in generale, non si preoccupano di ritrarre la realtà storico -politica dei nostri tempi.
Questo invece lo fa il romanzo di esordio di Roberto Costantini, ingegnere alla prima opera letteraria. “Tu sei il male” è un romanzo poderoso, sia per il numero delle pagine, oltre 600, ma soprattutto per i temi trattati.
Non riferirò parte della trama perché si trova un po’ ovunque ma soprattutto perché, come ha scritto Camilleri nella prefazione a un romanzo di un autore francese, scegliere cosa raccontare al lettore costituisce già un “indirizzo” verso il potenziale lettore.
Si tratta di un romanzo corale dalla trama complessa, in cui l’autore riesce a tessere tanti fili di indagine che si ricomporranno nel finale, disegnando l’ affresco di trent’anni di vita italiana. Tanto per citare alcuni dei temi trattati: il problema dell’immigrazione dall’est europeo con la caduta dei regimi totalitari, la nascita dei primi movimenti xenofobi, i rapporti fra Chiesa e Stato italiano e fra alti funzionari e servizi segreti.
Il secondo elemento, fondamentale in un romanzo di genere, è il mistero inteso sia come caso da risolvere ma anche come scavo nel lato oscuro dell’animo umano.
E’ proprio questo, a mio avviso, il fascino di alcuni personaggi-chiave, in particolare il commissario Balistreri, all’inizio giovane commissario arrogante e scriteriato, ex agente dei servizi segreti, diventato poi fedele servitore dello Stato, e una coraggiosa giornalista d’inchiesta, dall’oscuro passato. L’identificazione del lettore con questi ed altri personaggi, generatori di emozioni, è immediata.
Tutti i personaggi, anche i minori sono tridimensionali, nel senso che hanno un loro spessore umano narrato attraverso dettagli, apparentemente insignificanti. Sono inoltre colti nel loro divenire psicologico e fisico, nelle loro umanissime debolezze e lati oscuri. La squadra è composta da figure di poliziotti molto verosimili, non supereroi che non sbagliano mai, ma esseri umani. Ed è proprio l’umanità ritratta nei suoi molteplici aspetti che affascina il lettore.

domenica 9 ottobre 2011

CORSI DI SCRITTURA E LETTURA

Biblioteca San Giorgio - Associazione Amici del Giallo

in collaborazione con Libreria Fahrenheit 451

(Via Antonelli Pistoia)

SCUOLA DI LETTURA
presso la

Biblioteca S. Giorgio, Pistoia

Sala Bigongiari


CALENDARIO DEGLI INCONTRI (sabato, orario 15,15 – 17,15):


5 Novembre 2011
Il libraio consiglia

SAPER LEGGERE
Autore ospite: Lucia Bruni


Ore 17,30 Galleria Centrale

Presentazione del libro di Lucia Bruni

“Pontormo e l’acqua udorosa” (Flaccovio Editore)


19 Novembre 2011
Il libraio consiglia

APPLICARE IL SAPER LEGGERE
Autore ospite: Alberto Eva


Ore 17,30 Galleria Centrale

Presentazione del libro di Alberto Eva

“Raccolto rosso” (Barbes Editore)


26 Novembre 2011
Il libraio consiglia

LA PRODUZIONE DI TESTI
Autore ospite: Oscar Montani


Ore 17,30 Galleria Centrale

Presentazione del libro di Oscar Montani

“Eikones” (Romano Editore)



17 Dicembre 2011Il libraio consiglia

ABITUDINE AL LEGGERE

Ore 17,30 Galleria Centrale

Premiazione della terza edizione del concorso “Crimini tra i libri”
I racconti vincitori sono pubblicati nell’omonima antologia edita da Del Bucchia Editore.


Biblioteca San Giorgio, Associazione Amici del Giallo

in collaborazione con

Libreria Fahrenheit 451

(Via Antonelli Pistoia)



SCUOLA DI SCRITTURA
presso la

Biblioteca S. Giorgio, Pistoia

Sala Corsi


CALENDARIO DEGLI INCONTRI (sabato, orario 15,15 – 17,15):



21 Gennaio 2012
La struttura del racconto: giochiamo con la fabula e l’intreccio.



4 Febbraio 2012
Costruiamo insieme i personaggi di un racconto?



18 Febbraio 2012Non perdiamo di vista le due coordinate fondamentali: tempo e spazio.



3 Marzo 2012
Chi racconta la storia? Scopriamo insieme i vari tipi di narratore.


Partecipanti: max 12 persone

Quota d’iscrizione: € 60,00 per ciascun corso; € 100,00 per entrambi i corsi

I partecipanti dovranno iscriversi entro il 29 ottobre 2011 esclusivamente via e-mail: giallopt@katamail.com, dichiarando esplicitamente a quale corso sono interessati.

Saranno ammesse le prime 12 richieste di iscrizione.

Qualora ci fossero altri interessati, questi ultimi saranno registrati, in ordine di richiesta, come partecipanti in caso di rinuncia da parte di uno dei primi 12 ammessi.

venerdì 7 ottobre 2011

PROGRAMMAZIONE TRASMISSIONI TVL

settembre-ottobre 2011

La trasmissione va in onda sabato sera alle 23, 15 con replica la domenica pomeriggio alle 18

24 settembre Massimo Sozzi, Riccardo Parigi e Laura Vignali presentano “Bocconcini al cianuro” ed. Effigi

1 ottobre Enrico Carlini presenta “Il contrabbandiere” FDB edizioni

8 ottobre Roberta Lepri presenta “Il volto oscuro della perfezione” ed. Avagliano

15 ottobre Roberto Costantini presenta “Tu sei il male” Marsilio editore

16 ottobre Marco Vichi presenta “Buio d'amore” ed. Guanda

22 ottobre Riccardo Cardellicchio presenta “Chi era la Gioconda?” Sarnus editore

29 ottobre Andrea Novelli & Gianpaolo Zarini presentano “Il paziente zero” Marsilio editore

"Giallo Pistoia TVL" è condotta da Giuseppe Previti e Stefano Fiori con la collaborazione di Susanna Daniele, Cristina Bianchi, del G.A.D. di Pistoia, della libreria Librolandia e degli Amici del Giallo di Pistoia.

Tu sei il male



Giovedì 13 Ottobre ore 18.00 alla libreria Melbookstore di Firenze (via de' Cerretani 16r) Roberto Costantini presenta Tu sei il male, primo libro di una trilogia thriller edita da Marsilio.
Insieme all'autore saranno presenti: Mario Spezi, giornalista e scrittore e Giuseppe Previti, conduttore TV.

Sabato 15 alle 23,15 e domenica 16 alle 15,45 su TVL Pistoia potrete seguire l'intervista di Giuseppe Previti e Stefano Fiori a Roberto Costantini.

Primo volume di una trilogia di thriller con protagonista il commissario Balistreri. Ambientata a Roma narra agli italiani gli aspetti più crudi e i lati più oscuri del loro Paese senza sconti e indulgenze...
Nel dettaglio, la trama è questa: Roma, 11 luglio 1982. La sera della vittoria italiana al Mundial spagnolo Elisa Sordi, giovane impiegata di una società immobiliare del Vaticano, scompare nel nulla. L’inchiesta viene affidata a Michele Balistreri, giovane commissario di Polizia dal passato oscuro. Arrogante e svogliato, Balistreri prende sottogamba il caso, e solo quando il corpo di Elisa viene ritrovato sul greto del Tevere si butta a capofitto nelle indagini. Qualcosa però va storto e il delitto rimarrà insoluto.
Roma, 6 luglio 2006. Mentre gli azzurri battono la Francia ai Mondiali di Germania, Giovanna Sordi, madre di Elisa, si uccide gettandosi dal balcone. Il commissario Balistreri, ora a capo della Sezione Speciale Stranieri della Capitale, tiene a bada i propri demoni a forza di antidepressivi. Il suicidio dell’anziana donna alimenta i suoi rimorsi, spingendolo a riaprire l’inchiesta.
Ma rendere finalmente giustizia a Elisa Sordi dopo ventiquattro anni avrà un prezzo ben più alto del previsto. Balistreri dovrà portare alla luce una verità infinitamente peggiore del cumulo di menzogne sotto cui è sepolta, e affrontare un Male elusivo quanto tenace, che ha molteplici volti uno più spaventoso dell’altro.

Roberto Costantini: romano nato in Libia, ingegnere, dirigente e docente della IULM si rivela, al suo debutto, un maestro assoluto. E questa affermazione internazionale (che non è da tutti i giorni per un libro italiano), diventa addirittura clamorosa trattandosi di un’opera prima ancora inedita e di un autore completamente sconosciuto.

giovedì 6 ottobre 2011

IF - Insolito e Fantastico


Ricevo da Carlo Bordoni, direttore della rivista IF, queste notizia che volentieri pubblico.


Il n. 4 di WIF, Worlds of IF, l'e-zine di IF è on line.
Si può leggere all'indirizzo: http://wif2.blogspot.com/

In questo numero:
Editoriale / La letteratura disegnata
Douglas Preston & Lincoln Child / Andando a pesca
Pierfrancesco Prosperi / Complimenti, dottor Goebbels
Gian Filippo Pizzo, Introduzione a Notturno Alieno
Federigo Tozzi, Parole di un morto
Carlo Bordoni, Io sono Cervantes, incipit

WIF è gratuito, stampabile in proprio o leggibile come e-book.
IF e WIF continuano assieme. Buona lettura!

lunedì 26 settembre 2011

PRESENTAZIONI OTTOBRINE

13.10 Melbookstore Firenze ore 18
Giuseppe Previti e Mario Spezi presentano "Tu sei il male" di Roberto Costantini (Marsilio editore)

15.10 Biblioteca San Giorgio Pistoia ore 17
Giuseppe Previti presenta "Bocconcini al cianuro" di Riccardo Parigi, Massimo Sozzi e Laura Vignali (Effigi editore)

21.10 Biblioteca San Giorgio Pistoia ore 17,00
Cesare Sartori e Giuseppe Previti presentano "L'ultima stagione. Storia contadina" di Barbara Beneforti (Del Bucchia editore)
Letture di Romina Breschi

venerdì 23 settembre 2011

Successo della serata al Melos

Due righe sull'incontro di ieri sera al Melos sul tema "Il giallo fra finzione e realtà".
La serata si è snodata fra i racconti di due indagini svolte dal sostituto procuratore Ornella Galeotti che ha relazionato con grande chiarezza e fascinazione. I due casi le erano capitati quando era assegnata alla procura di Pistoia: il ritrovamento in una valigia del corpo di una ballerina lituana uccisa dal suo compagno italiano e l'indagine sui reati commessi dalle maestre dell'asile Cip e Ciop, i cui atti sono stati inviati alla procura di Genova e il processo è in corso. La criminologa Silvia Calzolari ha illustrato la funzione del criminologo nel corso dell'indagine, e successivamente alla sentenza di condanna. Nel primo caso redige il profile della vittima che può aiutare molto gli investigatori, nel secondo caso collabora alla redazione di un piano di recupero del condannato.
Noi dell'associazione abbiamo raccontato le nostre esperienze e le relative difficoltà nella creazione o elaborazione letteraria di storie vere che hanno alla base un crimine e quindi una vittima e uno o più responsabili.
La regia della serata è stata a cura di Giuseppe Previti.
Il pubblico, una volta tanto, era davvero numeroso.
Un format da riproporre - ho pensato - invitando un medico legale e un giornalista di nera che possono raccontare da altri punti di vista le tecniche di un'indagine e la raccolta delle prove.

martedì 20 settembre 2011

"Il Giallo tra finzione e realtà nella provincia di Pistoia"


Giovedì 22 settembre alle ore 21,00 al Melos di Pistoia (via de'Macelli 11)
"Il Giallo tra finzione e realtà nella provincia di Pistoia"


Serata fra giallo e cronaca, ovvero "Il Giallo tra finzione e realtà nella provincia di Pistoia" a cura degli Amici del giallo di Pistoia nell'ambito di Pistoia Festival.
Presentano Silvia Calzolari e Giuseppe Previti.
La serata vedrà la partecipazione di una criminologa, Silvia Calzolari, che ha redatto molti criminal profile di responsabili di crimini commessi in Toscana e del Pubblico Ministero Ornella Galeotti, attualmente Sostituto Procuratore alla Procura della Repubblica di Firenze.
A Pistoia si è occupata, soprattutto, di reati contro la famiglia e più in generale contro i minori ma anche di due omicidi, avvenuti in Valdinievole nel 2008, che al tempo scossero l’opinione pubblica.
Per i crimini …di carta la parola passa agli autori di gialli e noir pistoiesi Cristina Bianchi, Susanna Daniele, Stefano Fiori, Laura Vignali, Enrico Tozzi.
Ingresso libero

venerdì 16 settembre 2011

E se Sherlock Holmes si fosse fermato a Pistoia?



La provincia di Pistoia insieme a quella di Bologna hanno la fortuna di possedere, ancora pressoché intatta,la linea ferroviaria Porrettana che da Bologna attraverso Porretta raggiunge Pistoia.
Inaugurata nel 1862 con il tratto tra Bologna e Vergato fu ultimata nel 1864 congiungendo Pracchia a Pistoia.
Una ferrovia storica, nei suoi tempi d'oro frequentatissima, che il prossimo anno si festeggerà il 150° anniversario.
Purtroppo il 2011 è stato molto travagliato per questa linea "storica", con tagli di treni e minacce di soppressione, e conseguenti preoccupazioni degli abitanti dell'appennino tosco-emiliano.
Gli Amici del Giallo di Pistoia con la collaborazione del Gad e l'ausilio del Comune di Pistoia hanno pensato di organizzare una serata in onore della "Porrettana" andando a ritroso nel tempo per ritrovare, fra i molti viaggiatori famosi che l'hanno percorsa, nientemeno che Sherlock Holmes.

Venerdì 16 settembre, ore 21, al Melos (Via dei Macelli a Pistoia) serata sherlockiana, da un'idea di Enrico Solito e Giuseppe Previti.
Dal momento che gli organizzatori sono appassionati di “giallo”, la serata ha un titolo misterioso "E se Sherlock Holmes percorrendo la Porrettana si fosse fermato anche a Pistoia?".
Aspettatevi sorprese.....
Intervengono due noti esperti holmesiani: Luca Martinelli e Gabriele Mazzoni.
Seguirà, a grande richiesta, la replica dell'atto unico di Enrico Solito "Il caso della perfetta diagnosi" recitato dagli attori del GAD di Pistoia.
Ingresso libero

PAROLE PER STRADA a Rovereto

Ricevo dagli amici de Il furore dei libri e volentieri pubblico. La loro rivista è bellissima, sia nella forma che nel contenuto.

BANDO DI CONCORSO «Parole per strada 2011»

Articolo 1
“Parole per strada” è un concorso letterario internazionale ad invito per racconti brevi, aperto a tutti i generi e a tutte le forme della narrativa.

Articolo 2
Possono partecipare gli autori scelti dall’Associazione Furore dei Libri di Rovereto, proponente, e dalle entità culturali che collaborano all’organizzazione o esistenti sul territorio. Gli autori invitati possono a loro volta estendere l’invito alla partecipazione a colleghi dei quali garantiscano la professionalità.
Gli autori che intendono accettare l’invito e che non siano già soci de Il Furore dei Libri devono provvedere all’iscrizione all’Associazione compilando la domanda allegata e versando la quota. L’iscrizione dà diritto a ricevere la Rivista e tutte le pubblicazioni de Il Furore edite nel corso dell’anno e quattro copie dell’Antologia “Parole per strada. Il libro perduto”.

Articolo 3
È possibile partecipare con un racconto breve inedito della lunghezza massima di 1500 (millecinquecento) battute, spazi compresi.
Gli elaborati potranno essere redatti in qualsiasi lingua e/o dialetto nonché con qualsiasi carattere (caratteri non latini compresi), purché con traduzione a fronte in lingua italiana.

Articolo 4
Il tema previsto per l’edizione 2011 di “Parole per strada” è:
Il libro perduto

Articolo 5
Gli elaborati, in formato elettronico Word compatibile, dovranno tassativamente pervenire quali allegati e-mail entro il 20 Ottobre 2011 all’indirizzo segreteria@parolexstrada.net
Dovranno contenere:
Nome dell’autore o eventuale pseudonimo
Titolo del racconto e racconto con eventuale traduzione in lingua italiana
Breve bio-bibliografia dell’autore
Indirizzo postale dell’autore
Dichiarazione di inedicità
Liberatoria secondo la formula Creative Common Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia (CC BY-NC-ND 2.5) (vedi modulo da compilare).

Articolo 6
Una Giuria, in base ai seguenti criteri: impressione complessiva, attinenza al tema, originalità, facilità di lettura, valuterà in forma anonima e con decisione insindacabile, tutti i racconti pervenuti.
I 10 racconti che otterranno i migliori punteggi saranno stampati in serigrafia su pannelli di grandi dimensioni ed esposti in mostra in una piazza cittadina di Rovereto nel periodo dal 26 novembre 2011 al 6 gennaio 2012, nell’ambito della manifestazione “Il Natale dei Popoli”.
La mostra dei dieci racconti prescelti diventerà nel 2012 una mostra itinerante che interesserà vari centri del Trentino.

Articolo 7
I racconti degli autori invitati e le relative bio-bibliografie confluiranno in un’antologia dal titolo Parole per strada. Il libro perduto che sarà edita entro il 10 dicembre 2011 e distribuita alla popolazione di Rovereto in occasione del Mercatino di Natale, nonché inviata alle Biblioteche del Trentino, a varie biblioteche sparse sul territorio nazionale, alle entità e agli operatori culturali collaboranti, ad altre realtà culturali nazionali e agli organi di informazione locali.
A ogni autore partecipante saranno inoltre inviate quattro copie.
I racconti potranno essere pubblicati anche in altri media come riviste, siti web, poster, volantini, ecc.
Rimarranno esclusi dalla pubblicazione, a giudizio insindacabile dell’organizzazione, i racconti non corrispondenti a quanto richiesto negli articoli precedenti nonché le opere con contenuto ingiurioso o offensivo.

Articolo 8
Gli autori partecipanti accettano le norme del presente bando, autorizzando la pubblicazione in tutte le forme previste agli articoli 6 e 7 a titolo gratuito.

Articolo 9
In data da stabilire si terrà una serata di premiazione alla quale saranno invitati gli autori dei racconti selezionati per la mostra.

Articolo 10
L’organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali plagi o dichiarazioni non conformi a verità.

martedì 13 settembre 2011

INTERVISTA A ELISABETTA BUCCIARELLI

Serravalle noir 2011. Il premio alla memoria di Lucia Prioreschi, giornalista del “Tirreno”, è stato assegnato alla scrittrice Elisabetta Bucciarelli.
Intervista a cura di Susanna Daniele.


Iniziamo parlando dei premi letterari. Cosa ha significato per te vincere il premio Scerbanenco al Festival di Courmayeur?

Quel premio per me è stato da sempre un punto d’arrivo (e di partenza) perché è intitolato a Giorgio Scerbanenco, scrittore che ha narrato la Milano degli anni 60 nel suo divenire. E proprio di quella Milano “com’era” ho sentito parlare in casa dai miei. Sono molto contenta di essere qui a Serravalle oggi perché il premio è intitolato a una giornalista che mi hanno detto fosse molto apprezzata per la sua professionalità ma soprattutto per la sua umanità. Credo che sia l’elemento più importante, quello che rimane nel tempo non sono soltanto le cose che facciamo ma soprattutto come le facciamo.

Parliamo del tuo romanzo “Corpi di scarto”, uscito nel 2011 per Verdenero, (Edizioni Ambiente). Fin dal titolo è presente il concetto del rifiuto, sia nell’accezione della non accettazione del diverso da noi che in quella del “troppo” che la società dei consumi produce e getta via. Sono temi forti, scomodi, urticanti. Perché questa scelta?

Lo scrittore racconta le storie, quindi i personaggi devono essere inventati ma il contesto deve far riflettere. Le storie devono avere un valore aggiunto, devono lasciare qualcosa. Gli scrittori, insieme ai lettori, devono capire qual è la direzione da prendere. L’inutile, il superficiale, è un di più che non ci possiamo più permettere. Se non vogliamo usare la parola “impegno”, dobbiamo però riprendere a parlare di etica. La letteratura in genere ha la funzione di far maturare l’identificazione nel lettore ma anche quella di approfondire dei temi, dei contenuti da offrire alla riflessione di chi legge. Nel mio libro mi sono documentata sul sistema di smaltimento dei rifiuti per cercare di riflettere e far riflettere sulle rovine reali e su quelle etiche, ma anche sulla speranza di riuscire ad instaurare rapporti autentici per poter ricostruire.

Il ragazzo Iac, protagonista del tuo romanzo, vive in una discarica insieme ad altri diversi che come lui si sentono rifiutati dalla società, dalla famiglia, dalla scuola. Perché hai scelto di raccontare la storia attraverso gli occhi di un adolescente?

Iac, come Lira Funesta, sono adolescenti inquieti e dolenti che si sentono ai margini di tutto. Hanno famiglie sfasciate alle spalle oppure inconsistenti, in ogni caso povere di rapporti umani che non siano basati sul denaro e la convenienza. I ragazzi decidono di vivere nella discarica in segno di reazione al rifiuto di cui si sentono oggetto. Abbandonano prima di essere abbandonati di nuovo. Proprio in quell’ambiente, che la Città non può capire, cercano di costruire rapporti autentici con gli altri abitanti della discarica: il cane Nero, Argo, il Vecchio e gli oggetti di scarto, che riutilizzano e a cui regalano nuove vite.

Anche il romanzo “Io ti perdono” affronta il tema della colpa e delle responsabilità, sia collettiva che individuale. Perché la scelta di un tema così difficile, apparentemente più adatto a un saggio filosofico e teologico che a un poliziesco?

Secondo me la tendenza della narrativa oggi, di genere o meno, deve andare nel senso di uno sguardo compassionevole sulle vittime, qualsiasi esse siano. Il quadro che tutti gli autori compongono in questi ultimi anni, va nel senso di capire chi subisce l’aggressione degli altri, della società. Sono contraria all’esaltazione dell’aggressore nella letteratura, il “rambismo” non deve più rappresentare il mondo attuale. L’autore deve interrogarsi sulle trasformazioni in atto, sia da un punto di vista individuale che collettivo. Quello che mi interessa è indagare il meccanismo della colpa e del perdono. Il segreto è il luogo dove la colpa alloggia. In Corpi di scarto la colpa e il dolo coincidono perché nel sistema dei rifiuti non ci sono soltanto le responsabilità penali delle ecomafie ma anche la colpa di ognuno che si sostanzia nella disattenzione, nell’indifferenza, nell’acquiescenza verso comportamenti illeciti che sono sotto gli occhi di tutti.
Per tanto tempo il meccanismo della colpa ha costituito un patto sociale che ha permesso di controllare il comportamento collettivo e individuale. della responsabilità di quello che accade, a tutti i livelli. La parte oscura dell’animo umano va tenuta sotto controllo per prendere le distanze da chi trasforma l’emotività in aggressione.

Un’ultima domanda: come costruisci le trame dei tuoi noir, in particolare quelli che vedono come protagonista l’ispettrice Vergani?

Nei romanzi che hanno Maria Dolores Vergani come protagonista posso utilizzare l’indagine come meccanismo letterario. E’ una libertà potente quella di attraversare il “genere” con un personaggio che mira a riflettere per risolvere e non a seguire le piste solo per raggiungere un colpevole. La mia protagonista indaga sempre su fatti che in qualche modo possono provocare un rispecchiamento. Ecco perché l’indagine intorno a lei diviene il controcanto di quella interiore. Ciò che la indigna maggiormente o suscita le rabbie più violente è la “materia irrisolta”. Il dolo e la colpa, la verità e la giustizia, la menzogna e il danno, l’amore tradito. Temi che fanno risuonare il quotidiano di molti di noi. In ogni libro divengono lo spunto per aprire una riflessione e per fare uno “scarto” in avanti. Le mie trame, come spesso la vita, forniscono più soluzioni perseguibili, ma non sempre regalano un happy end.


Grazie e alla prossima uscita

giovedì 18 agosto 2011

INTERVISTA A SIMENON




Per chi si fosse perso l'intervista a Simenon nel Venerdi di Repubblica della settimana scorsa, la può trovare in questo link. Ci potrete trovare tanti spunti,sia che vi interessi l'opera di Simenon in sè, sia una riflessione sulla differenza fra letteratura commerciale e di qualità. Secondo me è anche un modello di intervista: domande brevi, ma che presuppongono una completa documentazione,come ami lanciati allo scrittore che risponde da par suo.

http://ilmiolibro.kataweb.it/booknews_dettaglio_news.asp?id_contenuto=3724948

mercoledì 17 agosto 2011

Serravalle noir è alla V edizione

Comune di Serravalle Pistoiese - Assessorato alla Cultura - Club Gli amici del Giallo di Pistoia

SERRAVALLE NOIR - V EDIZIONE

SERRAVALLE PISTOIESE

Sabato 3 settembre 2011

Programma

Rocca nuova di Castruccio

Ore 16.30: inaugurazione mostra mercato-scambio “Serravalle Giallo & Noir”

Oratorio della Vergine Assunta
Ore 17.00: “Sarti Antonio, un questurino, una città” con Loriano Macchiavelli e Giacomo Aloigi

“Tex a Serravalle Pistoiese” incontro con il disegnatore Rossano Rossi, Stefano Bartolomei e Antonio Vianovi

Rocca nuova di Castruccio
Ore 21.00 monologo “Sol Levante e Pioggia Battente” di Marco Malvaldi

Riconoscimenti 2011:

Premio Serravalle Noir: Marco Malvaldi

Premio Furio Innocenti: Michele Giuttari

Premio Lucia Prioreschi: Elisabetta Bucciarelli

Memorial Roberto Santini: Loriano Macchiavelli

Ospiti d’onore : Andrea Vitali, Franco Bacci ovvero il disegnatore “Bac”



Ore 22.40 Spettacolo musicale del gruppo Sulutumana



Presentano Giacomo Aloigi, Cristina Bianchi, Stefano Fiori e Giuseppe Previti




giovedì 4 agosto 2011

Consigli di lettura agostani

Il colore estivo non mi fa abbandonare le letture,anzi è un modo per rilassare la mente. Così passo ai lettori del blog la segnalazione di un romanzo che mi è molto piaciuto.


Massimo Carlotto, Alla fine di un giorno noioso, Edizioni e/o, 2011

Carlotto anche in quest’ultimo romanzo si conferma scrittore di razza. Una storia ambientata nel Nordest sugli ormai inestricabili intrecci fra politica locale e ‘ndrangheta, attività malavitose, condotte con modalità nel più puro stile mafioso, sfruttamento della prostituzione.
Saviano mesi fa aveva parlato di infiltrazioni mafiose al Nord, Carlotto idealmente conferma con “Alla fine di un giorno noioso”.
Il protagonista è Giorgio Pellegrini, ex terrorista e assassino di lungo corso, che ha tentato di cambiare vita, almeno un parte. E’ diventato gestore di un ristorante raffinato, scelto come quartier generale della campagna elettorale di un politico in rapida ascesa. Pellegrini veste i panni di un uomo quasi tranquillo, marito apparentemente affettuoso e generoso di Martina, amica di quella Roberta uccisa alla fine del romanzo “Arrivederci amore ciao”.
Il tradimento da parte dell’amico senatore farà riprendere i panni del malavitoso a Giorgio, panni che in fondo non aveva mai smesso del tutto. Di più non si può raccontare.
Gli eventi non fanno che far emergere l’anima nera di un personaggio senza tuttavia farcelo sentire un mostro, un alieno. Al contrario, il suo modo di risolvere le situazioni e il suo istinto di “predatore” di tutto e tutti ritraggono in parte aspetti della mentalità corrente.
Sembra di leggere articoli di cronaca nazionale piuttosto che un romanzo.
La trama è ricca ma non inutilmente complessa, i personaggi ben delineati, il montaggio delle sequenze narrative efficacissimo. Copertina indovinata.
Unico difetto, il costo. Ma questo è un altro discorso.

lunedì 11 luglio 2011

OMBRELLONE GIALLO



IL GIALLO (MA NON SOLTANTO..) SOTTO L'OMBRELLONE
Serie di incontri con autori a cura di Giuseppe Previti
VII edizione presso la Terrazza del Bagno Eugenia di Lido di Camaiore,ore 18,30

Domenica 10 luglio
(dedicato alla versatilità dello scrittore)
Divier Nelli presenterà "Il mio cadavere" di Francesco Mastriani da lui riscritto(Rusconi Editore) e "Drugs" (Guanda Editore)

Sabato 16 luglio
(dedicato al mestiere del recensore)
Cristina Bianchi con Giovanna Gemignani presentano "Letti per voi" di Giuseppe Previti (Romano Editore).

Sabato 23 luglio
(dal giallo storico a quello moderno)
Marco Santoni con "Nova Tempora" (Romano Editore)
Beppe Calabretta con "All'ombra di Narciso" (Narrativa Bonaccorso)

Venerdì 29 luglio
(dedicato a scrittori versiliesi)
Nicola Bibolotti con "L'undicesimo comandamento" (Sirio Edizioni)
Manuela Benassi con "Confraternita liver" (Sirio Edizioni)

Sabato 6 agosto
(dalla scrittura a quattro mani ai ricettari nel noir)
Elena Torre e Anna Marani con "E 3" (Romano Editore)
Andrea Gamannossi con "Sangue di rose" (Pagliai Editore)

Sabato 13 agosto
(dedicato a scrittori toscani amanti del bagnato...)
Lucia Bruni con "Pontormo e l'acqua udurosa" (Flaccovio)
Sergio Paoli con "Niente tranne la pioggia" (Todaro Ed.)

Sabato 20 agosto
(dedicato a chi non vuole solo gialli)
Marco Vichi con "Buio d'amore" (Guanda)
Susanna Daniele con “Ai saggi la gloria” (Del Bucchia)

Venerdì 26 agosto
(dedicato ai seriali di successo)
Michele Giuttari con "Le rose nere di Firenze" (Rizzoli)

Sabato 27 agosto
(dedicato al giallo comico)
Riccardo Parigi,Massimo Sozzi,Laura Vignali con "Bocconcini al cianuro" (Effigi)

martedì 14 giugno 2011

INSOLITO E FANTASTICO N. 6


Ricevo dalla redazione di IF e volentieri pubblico

È USCITO IF6 ALTRIMONDI!
È in distribuzione il n. 6 di IF (Insolito e Fantastico) dedicato a un tema classico della fantascienza: ALTRIMONDI.In questo numero Riccardo Gramantieri analizza "Solaris"di Stanislaw Lem; Panella scrive su Robert Sheckley, Pestriniero su Clifford D. Simak, Annamaria Fassio su Jack Vance, mentre Bordoni ripropone la sua postfazione per "Lotteria dello spazio" di Philip K. Dick.
Completano la densa sezione saggistica Gianfranco de Turris su Tolkien, Carlo Menzinger sui dinosauri e Claudio Asciuti con un prezioso testo su Borges creatore di altri mondi.La sezione narrativa ospita lo scrittore uruguayano, Ramiro Sanchiz, e poi Vincenzo Bosica, Giuseppe Magnarapa, Giuseppe Picciariello, Pierluigi Larotonda, Andrea Coco.Completano questo numero interventi e recensioni di Walter Catalano (“Del sublime immondo”), Maurizio Landini sulla fantascienza militare e Renzo Montagnoli, che intervista Maurizio Cometto.
La copertina è illustrata, come sempre splendidamente, da Franco Brambilla con una tavola per “Delany City”.Un numero da non perdere! La rivista è distribuita principalmente in abbonamento postale. Ogni copia 128 pagine illustrate al prezzo di 8,00 euro.La campagna abbonamenti a IF per il 2011 è in corso: soli 30,00 euro per quattro numeri. Ai nuovi abbonati (e a quanti rinnovano) è riservata una copia omaggio del romanzo di Carlo Bordoni, "In nome del padre" (Baroni editore, 2001).







--------------------------------------------------------------------------------

sabato 11 giugno 2011

LA LUNA NEGLI OCCHI E UNA CENA A VIAREGGIO

H O T E L A P O L L O Viale Carducci 76, Viareggio
Organizza in collaborazione con:

RMS 94.800 Radio Massarosa sound

Associazione LuccAutori

NPS Toscana

GIOVEDI 16 GIUGNO ore 20:30
Cena “La luna nell’anima”, HIV/AIDS, prevenzione e lotta alla discriminazione delle persone sieropositive, parliamone con l’autore del libro di cui è protagonista l’investigatore sieropositivo Luca Santini

LA LUNA NEGLI OCCHI
di

Sandro Ori

Presenta Demetrio Brandi, giornalista e sociologo presidente dell’Associazione LuccAutori, Rossella Martina, giornalista e scrittrice,con la partecipazione di Ilaria Ghelardini Presidente Associazione NPS Toscana

Michele De Gennaro Dirigente Medico Reparto Malattie Infettive di Lucca

Maria Vittoria Sturaro Responsabile promozione ed educazione alla salute AUSL 12


MENU’
25 euro


Antipasto: GAMBERONI IN TEMPURA

Primo: FARFALLE AL SALMONE

Secondo: FILETTO DI CERNIA AL GUAZZETTO E VERDURE GRIGLIATE

Dessert: SEMIFREDDO AL COCCO E CIOCCOLATO


VINI ABBINATI IN DEGUSTAZIONE, ACQUA E CAFFE’ COMPRESI



Si consiglia di prenotare almeno una settimana prima dell’evento

allo 0584 1840440 (Hotel Apollo)


Perchè parlare di AIDS/HIV non è mai abbastanza, soprattutto oggi che siamo vicini all'estate, uno dei terreni più fertili per il virus HIV.

Perchè combattere la discriminazione nei confronti delle persone sieropositive non basterà mai, soprattutto quando libri e film continuano a mostrare solo storie di gente HIV più drammatiche e senza speranza.
Diciamo come è davvero la vita di un sieropositivo ai giorni nostri, parliamo di Luca Santini, un personaggio immaginario che nasce dalla cruda e ignorata realtà.

mercoledì 8 giugno 2011

Parole per strada

Ricevo dagli Amici de "Il furore dei libri" di Rovereto la notizia della seconda edizione di Parole per strada e volentieri pubblico.
Sono stata a Rovereto in una nevosa giornata a gennaio e vi assicuro che l'iniziativa è veramente originale e gli Amici del Furore molto carini e disponibili.

Per coloro che si fossero persi la prima puntata ecco cosa NON è Parole per strada:
- non è il classico concorso letterario, perché gli autori partecipano su invito personale de Il Furore dei Libri, delle associazioni e dei siti di narrativa collegati.
Gli stessi autori possono a loro volta invitare uno o più colleghi, facendosene garanti.
- non ci sono vincitori né vinti. Tutti i racconti degli autori partecipanti entreranno di diritto nell'antologia annuale edita da Il Furore.
- e ancora, Parole per strada non è solo un'antologia. Dieci racconti selezionati saranno stampati in gigantografia e saranno esposti in mostra nelle strade e nelle piazze di Rovereto nel periodo natalizio e in seguito in altre località.

Perché Parole per strada non si accontenta delle parole rinchiuse nei libri, ma le fa scendere per strada, incontro alla gente. Anche per chi i libri non li legge.

BANDO DEL CONCORSO

Articolo 1
“Parole per strada” è un concorso letterario internazionale ad invito per racconti brevi,aperto a tutti i generi e a tutte le forme della narrativa.

Articolo 2
Possono partecipare gli autori scelti dall’Associazione Furore dei Libri di Rovereto,
proponente, e dalle entità culturali che collaborano all’organizzazione o esistenti sul
territorio. Gli autori invitati possono a loro volta estendere l’invito alla partecipazione
a colleghi dei quali garantiscano la professionalità.
Gli autori che intendono accettare l’invito e che non siano già soci de Il Furore dei
Libri devono provvedere all’iscrizione all’Associazione compilando la domanda allegata e versando la quota. L’iscrizione dà diritto a ricevere la Rivista e tutte le pubblicazioni de Il Furore edite nel corso dell’anno e quattro copie dell’Antologia “Parole per strada. Il libro perduto”.

Articolo 3
È possibile partecipare con un racconto breve inedito della lunghezza massima di 1500
(millecinquecento) battute, spazi compresi.
Gli elaborati potranno essere redatti in qualsiasi lingua e/o dialetto nonché con qualsiasi
carattere (caratteri non latini compresi), purché con traduzione a fronte in lingua italiana.

Articolo 4
Il tema previsto per l’edizione 2011 di “Parole per strada” è:Il libro perduto

Articolo 5
Gli elaborati, in formato elettronico Word compatibile, dovranno tassativamente
pervenire quali allegati e-mail entro il 20 Ottobre 2011 all’indirizzo
segreteria@parolexstrada.net
Dovranno contenere:
Nome dell’autore o eventuale pseudonimo
Titolo del racconto e racconto con eventuale traduzione in lingua italiana
Breve bio-bibliografia dell’autore
Indirizzo postale dell’autore
Dichiarazione di inedicità
Liberatoria secondo la formula Creative Common Non commerciale - Non opere
derivate 2.5 Italia (CC BY-NC-ND 2.5) (vedi modulo da compilare).

Articolo 6
Una Giuria, in base ai seguenti criteri: impressione complessiva, attinenza al tema,
originalità, facilità di lettura, valuterà in forma anonima e con decisione insindacabile,tutti i racconti pervenuti.
I dieci racconti che otterranno i migliori punteggi saranno stampati in serigrafia su
pannelli di grandi dimensioni ed esposti in mostra in una piazza cittadina di Rovereto
nel periodo dal 26 novembre 2011 al 6 gennaio 2012, nell’ambito della manifestazione
“Il Natale dei Popoli”.
La mostra dei dieci racconti prescelti diventerà nel 2012 una mostra itinerante che
interesserà vari centri del Trentino.

Articolo 7
I racconti degli autori invitati e le relative bio-bibliografie confluiranno in un’antologia
dal titolo Parole per strada. Il libro perduto che sarà edita entro il 10 dicembre 2011 e distribuita alla popolazione di Rovereto in occasione del Mercatino di Natale, nonché inviata alle Biblioteche del Trentino, a varie biblioteche sparse sul territorio nazionale, alle entità e agli operatori culturali collaboranti, ad altre realtà culturali nazionali e agli organi di informazione locali.
A ogni autore partecipante saranno inoltre inviate quattro copie.
I racconti potranno essere pubblicati anche in altri media come riviste, siti web, poster,volantini, ecc.
Rimarranno esclusi dalla pubblicazione, a giudizio insindacabile dell’organizzazione,
i racconti non corrispondenti a quanto richiesto negli articoli precedenti nonché le
opere con contenuto ingiurioso o offensivo.

Articolo 8
Gli autori partecipanti accettano le norme del presente bando, autorizzando la
pubblicazione in tutte le forme previste agli articoli 6 e 7 a titolo gratuito.

Articolo 9
In data da stabilire si terrà una serata di premiazione alla quale saranno invitati gli autori dei racconti selezionati per la mostra.

Articolo 10
L’organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali plagi o dichiarazioni non
conformi a verità.

Per i modelli da compilare contattare: segreteria@parolexstrada.net

sabato 4 giugno 2011

APPUNTAMENTI DI GIUGNO

TVL Giugno

Il programma Amici del giallo è trasmesso sabato alle ore 21 e replicato la domenica seguente alle ore 18,00

Sabato 4 giugno ore 23,00 "Il mastino di Baskerville" di Sir Arthur Conan Doyle con Stefano Gianni e Alessandra Calanchi

Sabato 11 giugno ore 23,00 "Niente da capire" con Luigi Bernardi

Sabato 18 giugno ore 23,00 Africa Terminal e la trilogia del Commissario Colajanni con Franco Foschi

Sabato 25 giugno ore 23,00 "Caino e il pifferaio magico" con Enrico Solito


ALTRI APPUNTAMENTI (in ordine cronologico)

Bastione Ambrogi (Porta Lucchese) Pistoia
Martedi 7 giugno ore 18,00 "Guillame de Villaret" di Marco Vozzolo. Interventi di Cristina Bianchi e Giuseppe Previti.

Libreria Edison (Via degli Orafi a Pistoia)
Martedi 7 giugno ore 21,00 Ultimo appuntamento sulla storia del giallo italiano “I magnifici anni 90” a cura di Giuseppe Previti

Libreria Melbookstore Firenze (Via de’ Cerretani)
Giovedì 9 giugno ore 18 "Niente da capire" di Luigi Bernardi con Sergio Calamandrei e Giuseppe Previti

Bastione Ambrogi (Porta Lucchese)
Martedì 21 giugno ore 18,00 "Caino e il pifferaio magico" di Enrico Solito. Intervento di Giuseppe Previti

Libreria Melbookstore Firenze (Via de’ Cerretani)
Mercoledi 22 giugno ore 18 "Storie di tanti nessuno" di Giacomo Basile con Giuseppe Previti

Villa Smilea a Montale (PT)
Mercoledi 29 giugno ore 21 "Letti per voi" di Giuseppe Previti. Presentano Cristina Bianchi, Susanna Daniele e Laura Vignali.

giovedì 2 giugno 2011

“MONTAGNA IN GIALLO – MISTERI E DELITTI DELL’APPENNINO”


Direttori artistici Stefano Bartolomei e Antonio Vianovi e volentieri pubblico. Sul blog Dal giallo al nero/hotmag.me troverete una recensione del n. 2 della rivista Criminal Magazine


“MONTAGNA IN GIALLO – MISTERI E DELITTI DELL’APPENNINO
Castiglione dei Pepoli - Palazzetto polifunzionale – Piazza del Mercato
10 – 12 GIUGNO 2011

Il Comune di Castiglione dei Pepoli, nell’ambito delle iniziative atte a favorire lo sviluppo e la valorizzazione culturale del territorio, quest’anno facendo un notevole sforzo organizzativo e impegnandosi a fondo per reperire i fondi necessari, ha pensato di organizzare una manifestazione dedicata al genere letterario del “Giallo” che ormai in libreria domina nelle sue numerose varianti: Horror, Suspence, Noir, ecc.
La manifestazione è stata denominata “Montagna In Giallo” con il significativo sottotitolo “Misteri e delitti dell’Appennino”. È stato scelto questo titolo per trovare nella manifestazione un collegamento con il territorio che la ospita. L’iniziativa è nata nelle intenzioni oltre un anno fa, con l’idea di indire un premio letterario per scrittori in erba che ponesse l’accento su avvenimenti misteriosi di fantasia o realmente accaduti sull’Appennino tosco-emiliano. Il concorso ha avuto un inaspettato successo di partecipanti, tanto che è stato ritenuto opportuno, in occasione della manifestazione attuale, di pubblicare i sei racconti vincenti nelle rispettive categorie.
Per il fine settimana che va dal 10 al 12 giugno sono state organizzate diverse iniziative che gravitano intorno all’avvenimento aggregante, cioè la Mostra Mercato del Libro Giallo da collezione o da lettura, alla scoperta di vecchie edizioni o pubblicazioni sfuggite all’attenzione dei consumatori di misteri di carta. Non mancherà un vasto assortimento di fumetti soprattutto polizieschi (la vendita inizia la mattina del sabato 11 fino al pomeriggio della domenica 12 Giugno).
La Manifestazione prenderà il via venerdì 10 Giugno con una conferenza stampa che si terrà alle ore 11 presso la Sala Consiliare del Municipio. Seguirà alle 15 l’inaugurazione ufficiale, di fronte alle autorità, delle mostre iconografiche. La giornata si chiuderà con la proiezione alle 20,30 dei film amatoriali di autori locali: “La Rana e lo Scorpione” di Marco Nucci e “La Banda del Brasiliano” di John Snellinberg.
Nei locali del Palazzetto polifunzionale, di fianco ai banchi dei libri , sabato 11 alle 15,30 si terrà una tavola rotonda sul tema: “ Misteri e Delitti dell’Appennino nella Narrativa” alla quale parteciperanno i giornalisti specializzati: Gianni Brunoro, Giulio Cesare Cuccolini, Maurizio Pistelli e Adriano Rosellini e i narratori: Alfredo Castelli, Leonardo Gori, Loriano Macchiavelli e Mario Spezi.
Saranno presenti anche alcuni disegnatori di fumetti che si sono cimentati con personaggi e storie inerenti all’argomento giallo come Lucio Filippucci, Otto Gabos e Sergio Tisselli, i quali intratterranno il pubblico rispondendo a domande e rilasciando autografi e disegni dedicati.
Sempre nel Palazzetto polifunzionale saranno allestite numerose mostre iconografiche che visitano il genere giallo attraverso le varie pubblicazioni di narrativa e della produzione a fumetti, con tavole e disegni originali e con manifesti del cinema:
- “DOCTEUR MYSTèRE” – Tavole originali di Lucio Filippucci su testi di Alfredo Castelli.
- “CINEGIALLO” – Rassegna di locandine e manifesti di grandi film polizieschi.
- “MISTERI DELLA MONTAGNA” – Tavole originali di Sergio Tisselli.
- “SARTI ANTONIO” – Disegno di Otto Gabos e Magnus su testi di Loriano Macchiavelli.
- “EDGAR ALLAN POE” – Mostra omaggio al primo grande indagatore della storia del Giallo, con illustrazioni e rare edizioni originali.
- “GIORGIO SCERBANENCO” - Mostra omaggio dedicata ad uno dei maestri del Giallo Italiano nel centenario della sua nascita, con illustrazioni e rare edizioni originali, a cura di Stefano Bartolomei e Antonio Vianovi. ( In occasione della mostra sarà in distribuzione il secondo numero di Criminal Magazine dedicato a G. Scerbanenco).
- “IL BIANCO IL NERO E IL GIALLO” - Storia a fumetti realizzata dagli autori locali Marco Nucci e Giuseppe Beccaglia.
Durante la manifestazione sarà emesso uno speciale annullo filatelico con cartolina ricordo dell’evento.
La direzione artistica è curata da Stefano Bartolomei e Antonio Vianovi, collaboratori storici della Rassegna del Fumetto e del Fantastico di Prato, dei Saloni di Roma “Expò Cartoon”, “Lucca Comics” del museo del fumetto di Lucca, del Festival del fumetto di Novegro a Milano e di Cartoomics sempre a Milano oltre ad altre decine di manifestazioni in giro per l’Italia e all’estero.
Sicuramente la ricchezza e la varietà del programma non permetteranno al pubblico di annoiarsi.

mercoledì 25 maggio 2011

In ricordo di Roberto Santini

Venerdì 27 maggio 2011 (ore 17)

Biblioteca Comunale di Scandicci (FI)

Via Roma 38A

L'uomo del Canto giallo. Omaggio a Roberto Santini
Ad un anno dalla morte, parleranno dello scrittore e della sua opera (in ordine alfabetico): Graziano Braschi, Cristiano Draghi, Alberto Eva, Leonardo Gori, Isabella Leoni, Andrea Peggion e Giuseppe Previti.

Verrà proiettato il cortometraggio Sotto il mio giardino, prodotto dal Centro Sperimentale di Cinematografia e diretto da Andrea Lodovichetti, tratto dal racconto "Nero come le formiche" di Santini.

ººº

Il 25 maggio 2010, la morte improvvisa ed imprevista di Roberto Santini (25 maggio 1949 - 25 maggio 2010) ha interrotto la sua molteplice attività: oltre che autore di romanzi e racconti gialli e noir era stato anche psicologo e soprattutto insegnante di scuola Primaria, un maestro insomma. Ma non solo: possiamo aggiungere la sua attività di grafico, di esperto appassionato di cinema noir e infine il suo contributo - sviluppato dentro un attivo gruppo di amici di quegli anni lontani - alla discussione sulla cultura degli anni Sessanta e Settanta.

Dapprima si fece conoscere con i racconti (forma che predilesse per diversi anni): su questa scelta Santini, in un'intervista, spiegò: "La scelta di scrivere gialli, fu poi dovuta al fatto che pareva mi riuscisse, come dimostrarono i premi letterari, alcuni anche importanti: "Orme gialle", "Esperienze in giallo", ma soprattutto il "Grangiallo" di Cattolica (Mystfest) che vinsi nel 2000, dopo essere stato segnalato nel 1999 e prima di ricevere una menzione speciale nel 2001. Sempre nel 2001 vinsi il "Ghostbuster" e poi "Giallocarta" (2005). Altri racconti vennero pubblicati nel frattempo in varie antologie e nel "Giallo Mondadori". Importante segnalare che di "Nero come le formiche", il racconto vincitore del "Giallocarta", è stato fatto un cortometraggio, film premiato in tutto il mondo e citato dai maggiori giornali".

Poi vennero i romanzi. La regola del male (ConTatto, 2005), A luce spenta (Laurum, 2007), Notti di raso bianco (Laurum, 2009), Tre farfalle d'argento (Hobby & Work, genn. 2010) e, pubblicato postumo, La porta di sangue (Hobby & Work, nov. 2010).

Nel gennaio di quest'anno in collaborazione con Mondadori, le Biblioteche di Roma e l'Agenzia letteraria Trentin & Zantedeschi, è stata bandita la prima edizione del Premio Letterario Santini. Il racconto vincitore verrà pubblicato in appendice alla collana "Il Giallo Mondadori".

«Intenso. Visionario. Lirico. Introspettivo. Fateci caso, di solito questi termini non sono quasi mai usati quando si parla di uno scrittore di polizieschi; eppure, nel caso dell'opera di Roberto Santini, sono di gran lunga gli aggettivi che meglio definiscono la sua arte, il suo spessore intellettuale, la sua perizia narrativa, la sua incredibile capacità di essere contemporaneamente dentro e fuori (o meglio, al di là) del genere».
Luigi Sanvito, editor Hobby & Work Publishing

«Perché la scelta del mistery storico? Qual è il suo shining?
Secondo me la storia dà al mystery un fascino particolare, perché sembra permettere una distanza anche emotiva dagli eventi e poi, quasi a tradimento, fa dei personaggi una sorta di fantasmi che tornano. Jung l'ha chiamato inconscio collettivo. Andare a ritrovare il passato è come andare a stuzzicare istanze profonde che sono dentro di noi e che sono collegate a qualcosa di affettivo. Uso affettivo, non nel senso di affettuoso, ovviamente. È come entrare in un vecchio bar del centro che ha mantenuto gli stessi arredi di cinquant'anni fa: provoca un'emozione strana, anche se allora non ero nato, o ero soltanto un bambino.»
Dall'intervista di Marilù Oliva a Roberto Santini, pubblicata su Thriller Magazine.

IN RETE:

Intervista di Marilù Oliva:

http://www.thrillermagazine.it/rubriche/9561/

Premio Roberto Santini 2011

http://premiorobertosantini.blogspot.com/2011/01/il-bando-della-prima-edizione-premio.html

Eventi di Scandicci Cultura:

http://www.scandiccicultura.eu/calendario-eventi.html

lunedì 23 maggio 2011

Ultimo appuntamento alla biblioteca San Giorgio su letteratura e Unità d'Italia



Mercoledi 25 alle ore 17 nell'auditorium della biblioteca San Giorgio

Paolo Ciampi, giornalista fiorentino, introdurrà la figura di Jessie White, una delle protagoniste del Risorgimento italiano. Jessie è anche la protagonista del saggio di Paolo Ciampi "Miss Uragano" (Romano editore).

Sarà l'occasione per parlare del ruolo delle donne, italiane e non, nel Risorgimento.

A cura di Giuseppe Previti e Susanna Daniele

"Jessie White, la ragazza inglese che attraversò tutte le vicende del Risorgimento italiano, la donna che divenne la più stretta collaboratrice di Mazzini e Garibaldi, la persona che assicurò la cura dei feriti in battaglia, la prima corrispondente di guerra, la più brava giornalista del nostro Ottocento.... eppure la storia che di lei più mi piace e mi commuove si nasconde negli ultimi anni della sua vita....

Jessie ormai vive da sola a Firenze, vedova, povera, guadagnando quel poco che si può guadagnare con qualche collaborazione giornalistica e con le lezioni di inglese. L'Italia fatta l'ha delusa. Spesso si volta indietro, e come sono lontane le speranze di un tempo.

Molti compagni di una volta sono scomparsi, molti sono cambiati, ora magari siedono sulla poltrona di un ministero. Un giorno bussano alla porta due funzionari spediti da Francesco Crispi, amico di una volta, diventato presidente del consiglio. Le propongono un vitalizio. Lei quasi li prende a calci. Gli ideali non devono procurare la pensione.

Legge ancora molto. I libri li prende a prestito. Al Gabinetto Vieusseux. Non può permettersi di acquistarli. E tra tutte le pagine le più care sono quelle dei sonetti di Shakespare. E tra tutti i sonetti c'è questo. Il senso di una vita che in ogni caso non ha rimpianti.

Quando all’appello del silente pensiero
io cito il ricordo dei giorni passati,
sospiro l’assenza di molte cose bramate
e a vecchie pene lamento lo spreco della mia vita:
allora, pur non avvezzi, sento inondarsi gli occhi
per gli amici sepolti nella notte eterna della morte,
e piango di nuovo pene d’amor perdute,
e soffro lo stacco di tante immagini scomparse:
allora mi affliggo per sventure ormai trascorse,
e, di dolore in dolore, tristemente ripasso
l’infelice conto delle sofferenze già sofferte
che ancora pago come non avessi mai pagato.
Ma se in quel momento io penso a te, amico caro,
ogni perdita è compensata e ogni dolor ha fine."

Dal blog di Paolo Ciampi, http://ilibrisonoviaggi.blogspot.com/2011/02/jessie-la-garibaldina-innamorata-di.html

martedì 17 maggio 2011

Su Thriller Magazine "Letti per voi"


http://www.thrillermagazine.it/libri/11092

Come in un gioco di specchi, Letti per voi è un libro che parla di libri. Non si tratta di un romanzo, ma di una collezione di scritti sui vari romanzi e antologia che nel corso degli anni Giuseppe Previti ha presentato settimanalmente a TV Libera Pistoia nel corso del Programma Amici del Giallo Pistoia, di cui è animatore dal 2004, e in tante librerie e biblioteche della Toscana. Le schede critiche inserite nel volume, soltanto una parte del suo archivio, costituiscono per gli appassionati una fonte di informazione sullo stato dell’arte del giallo italiano in generale e toscano in particolare.

Curiosare fra le pagine del volume costituisce un aggiornamento per coloro che apprezzano e frequentano il genere giallo in tutte le sue accezioni e una scoperta per chi vi si avvicina per la prima volta e vuol farsi un’idea dei molti autori e delle tendenze.

Accanto alle opere di nomi celebri del giallo italiano, che non elenco per timore di ometterne alcuni, troviamo commenti e osservazioni su romanzi e antologie di autori esordienti o quasi, e che per questo motivo non si reperiscono facilmente sugli scaffali delle librerie.

Una caratteristica non comune nei commentatori, e che invece caratterizza l’attività di Giuseppe Previti, è quella di instaurare con gli scrittori recensiti un rapporto personale. Tale rapporto si trasfonde nel commento alle opere, sempre accompagnato da uno spaccato sulla vicenda narrata e sul suo autore.

Proprio per questo l’opera di Giuseppe è insolita e preziosa.

Prefazione di Laura Vignali e postfazione di Cristina Bianchi. Bandella e quarta di copertina di Graziano Braschi.

giovedì 12 maggio 2011

Riso Nero al Salone Internazionale del Libro di Torino 2011


segnalato da http://avideospento.splinder.com/post/24552862

giovedì, maggio 12, 2011


Avviso per chi capita da quelle parti!

Di bibliorisate si vive (editorialmente parlando). Anche di quelle, apparentemente difficili e impegnative, compresse in Riso nero.

Giusto quindi che l'antologia venga presentata nello stand della Delos Books (Stand G 117 - Padiglione 2) al Salone Internazionale del Libro di Torino (dal 12 al 16 maggio).


Riso nero
Gialli comici, brividi brevi e comici microcefali diversi modi per ridere in noir

a cura di Graziano Braschi & Mauro Smocovich
(Delos Books - I Libri di Thriller Magazine)
pag. 270 - euro 14,00 - ISBN 9788865300602

martedì 10 maggio 2011

CONCORSO LINEA GIALLA (per chi ha il dono della sintesi)



Salone Internazionale del libro di Torino
venerdì 13 maggio 2011, ore 16:00
Spazio autori B


Poste Italiane e 80144 edizioni
presentano il progetto editoriale lineagialla,
collana di racconti inediti di giovani autori italiani
rivolta ai clienti degli uffici postali.
lineagialla è realizzata da Poste Italiane
in collaborazione con 80144 edizioni
e insieme a PosteMobile e Postevita.


Come inviare un racconto


È ammesso un solo racconto per autore da inviare esclusivamente in allegato via e-mail all’indirizzo:
lineagiallachiocciola80144edizioni.com

Si prega di fare attenzione a scrivere correttamente l’e-mail. Questa precauzione serve a limitare la ricezione di migliaia di e-mail pubblicitarie contenenti virus, malware, eccetera.

L’e-mail
L’oggetto dell’e-mail deve contenere la dicitura: racconto per lineagialla, seguita dal nome e cognome.
Tutte le e-mail senza l’oggetto indicato verranno cestinate.
Nel testo dell’e-mail dovranno essere indicati il titolo del racconto e i dati personali:
Nome e Cognome
Luogo e data di nascita
Indirizzo di residenza completo
Indirizzo e-mail

Telefono fisso e/o cellulare

La scheda liberatoria
In allegato, oltre al racconto, dovrà essere inviata la scheda unica scaricabile qui. La scheda unica contiene la liberatoria per la pubblicazione del racconto e la liberatoria per il trattamento dei dati personali. La scheda può essere compilata, scansionata e inviata via e-mail (sono ammessi i formati .jpg, bmp, tiff, pdf, .word), oppure inviata via fax, contestualmente all’invio della e-mail, al numero 0671053944. È essenziale che la liberatoria contenga la firma autografa dell’autore del racconto o non sarà ritenuta valida.

Il racconto
Il racconto dovrà essere in formato Word (.doc), con le seguenti caratteristiche.
Lunghezza massima: 2 cartelle
(cartella editoriale standard: 1800 battute,
30 righe, 60 battute per riga);
Font: Times New Roman
Dimensione font: 12
Interlinea: singola

link http://www.80144edizioni.com/

lunedì 9 maggio 2011

TRASMISSIONI A MAGGIO A TVL PISTOIA

(messa in onda sabato ore 23,00 - domenica ore 18,00)


14 maggio Michele Giuttari con “Le rose nere di Firenze”
21 maggio Andrea Gamannossi con “Sangue di rose. 3 noir e 13 ricette a base di fiori"

28 maggio Oscar Montani con “Nova Tempora”

"Giallo Pistoia TVL" è condotta da Giuseppe Previti e Stefano Fiori con la collaborazione di Susanna Daniele, Cristina Bianchi, del G.A.D. di Pistoia, della libreria Librolandia e degli Amici del Giallo di Pistoia.

Oscar Montani al Bastione Ambrogi


L'associazione Amiamo la Toscana, in collaborazione con gli Amici del giallo di Pistoia, martedi
10 maggio alle ore 18 al Bastione Ambrogi (zona Porta Lucchese) Oscar Montani presenterà il suo nuovo romanzo "Nova Tempora", ed. Romano Editore
incontro a cura di Susanna Daniele


http://www.amiamolatoscana.org/category/pistoia/eventi/

mercoledì 4 maggio 2011

Concorso Giallo Limone - II Edizione

Ritorna, dopo il successo di partecipazione e di critica della prima edizione, il Premio letterario Giallo Limone.

Il Comune di Limone Piemonte (Cuneo) bandisce anche per il 2011 il Premio letterario Giallo Limone confermando così l’attenzione che da molti anni riserva all’universo-libro: la principale località turistica delle Alpi Marittime, da sette anni organizza durante il periodo estivo il Salone del libro e dell’editoria di mare e montagna, appuntamento di riferimento per gli editori che, all’interno dei propri cataloghi, dedicano attenzione al mare e alla montagna. Dal 2010 l’offerta si è arricchita grazie al premio letterario Giallo Limone ideato e presieduto dal medico e scrittore Domenico Clerico.
Il nome non è stato scelto a caso: il premio infatti è rivolto agli autori di gialli e le opere devono avere un’ambientazione montana e/o marina.
Questo per rimarcare la peculiarità paesaggistica che rende unica Limone Piemonte: essere adagiata sulle montagne del Cuneese e incastonata fra quattro splendidi parchi naturali e il vicino mare della Liguria e della Costa Azzurra.

Sezioni:
- Libri editi (dal 1 settembre 2010)
- Racconti inediti (massimo 10 cartelle)

Tema:
- Mare e Montagna

Genere:
- Giallo

Giurie:
- Libri editi: Lionello Sozzi e Valerio Varesi. Alla selezione collaborano anche il Presidente del premio e i responsabili della segreteria organizzativa.
- Racconti inediti: Vincenzo Jacomuzzi e Claudio Maria Messina

Presidente:
- Domenico Clerico

Ente sostenitore:
- Il premio, collegato con il Salone del Libro di Mare e Montagna che si svolge ogni anno a Limone Piemonte l’ultimo fine settimana di luglio, è sostenuto dal Comune di Limone Piemonte

Segreteria organizzativa:
- con.testi – Torino & Roma
- Responsabili: Maurizio Gelatti e Carola Messina

Ufficio stampa:
- con.testi – Torino & Roma
- Addetta stampa: Roberta Di Donato

Premio:
- Soggiorno di due giorni a Limone in hotel 4 stelle con trattamento SPA

Regolamento e Bando

Il Comune di Limone Piemonte (Cuneo) bandisce il Premio Letterario “Giallo Limone 2011” II Edizione.
- Il Premio prevede due sezioni:
Libri di narrativa, pubblicati a partire dal 1 settembre 2010 e Racconti inediti della lunghezza massima di 10 cartelle

- I testi inviati devono appartenere al genere giallo e devono avere un’ambientazione montana o marina

- Le opere dovranno pervenire entro e non oltre il 9 settembre 2011 pena l’esclusione dal Premio. Le opere edite e inedite dovranno essere inviate in forma cartacea. Le opere edite andranno spedite nella forma in cui sono state regolarmente messe in commercio. Farà fede il timbro dell’ufficio postale di partenza

- La Segreteria del Premio ha sede presso gli uffici di con.testi in Via Massena 91 – 10128 Torino

- Per le opere edite una copia dovrà essere inviata alla segreteria organizzativa (all’indirizzo sopra indicato) e due copie al Comune di Limone Piemonte in Via Roma 32 (specificando nell’intestazione la dicitura: “Selezione Premio Letterario Giallo Limone”)

- Per le opere inedite una copia dovrà essere inviata alla segreteria organizzativa (all’indirizzo sopra indicato), una a Claudio Maria Messina c/o Robin Edizioni, via Silla 35, 00192 Roma (specificando nell’intestazione la dicitura: Premio Letterario Giallo Limone) e una al professor Vincenzo Jacomuzzi c/o Casa Editrice Sei, corso Regina Margherita 176, 10152 Torino (specificando nell’intestazione la dicitura: Premio Letterario Giallo Limone)

- Non sarà prevista l’assegnazione di premi ex-aequo

- Ogni Autore partecipante dovrà includere, insieme agli elaborati, in una busta separata, i propri dati anagrafici, il proprio indirizzo, il numero telefonico e l’eventuale indirizzo di posta elettronica

- Il giudizio della Giuria si intende come insindacabile ed inappellabile

- Per la II edizione del Premio (2011) la Giuria è composta da:
o Libri editi: Lionello Sozzi e Valerio Varesi. Alla selezione collaborano anche il Presidente del premio e i responsabili della segreteria organizzativa
o Racconti inediti: Vincenzo Jacomuzzi e Claudio Maria Messina

- Giallo Limone è presieduto da Domenico Clerico ideatore del premio

- Al vincitore per ognuna delle due sezioni del Premio 2011, che sarà assegnato sabato 29 ottobre 2011 a Limone Piemonte (Cuneo), verrà offerto un soggiorno di due giorni per due persone in un Hotel 4 stelle con trattamento SPA a Limone Piemonte

- Il premio dovrà essere ritirato personalmente dagli autori il giorno della Premiazione

Organizzazione e ufficio stampa Concorso Giallo Limone
con.testi tel. +39 011 5096036 – +39 06 45491818 – fax +39 011 5087282 – premio.limonepiemonte@contesti.it

martedì 3 maggio 2011

PRIMI APPUNTAMENTI DI MAGGIO

Aspettando il completo ristabilimento di Giuseppe, attivissimo e amato presidente dehli Amici del giallo di Pistoia, facciamo del nostro meglio per far fronte agli impegni presi per il mese di maggio.

Martedì 3 maggio
Libreria Edison, Pistoia, ore 21,15
"Italia in Giallo"
Susanna Daniele presenta "Gli anni della ripresa (1960-1990)"
Scerbanenco, padre del giallo moderno
Macchiavelli, Fruttero e Lucentini, Veraldi, Olivieri
Le signore del thriller italiano: Grimaldi, Di Martino, Verasani, Comastri Montanari, Pesaresi, Bucciarelli
Umberto Eco, secondo padre del giallo italiano

Venerdì 6 maggio
Biblioteca San Giorgio, Auditorium Terzani, Pistoia, ore 17,00
"Un autore di gialli nel Risorgimento"
Divier Nelli presenta "Il mio cadavere" di Francesco Mastriani (Rusconi Ed.)
Interviene Stefano Fiori

Venerdì 6 maggio
Bastione Ambrogi, Rione del Cervo Bianco, Via Sacconi 21, Pistoia, ore 21,00
Jacqueline Monica Magi presenta l'antologia
"Pistoia, Gialli e Noir Storici" (Del Bucchia Ed.)
Saranno presenti gli autori ed altri scrittori pistoiesi "emergenti"

Sabato 7 maggio
TVL ore 23,00 in replica domenica 8 maggio alle ore 18,00
Stefano Fiori e Marco Morozzi presentano
"La città nera" di Mauro Baldrati (Perdisa Pop Ed.)

Martedì 10 maggio
Bastione Ambrogi, Rione del Cervo Bianco, Via Sacconi 21, Pistoia, ore 18,00
Susanna Daniele e Stefano Fiori presentano
"Nova Tempora" di e con Oscar Montani

domenica 24 aprile 2011

ULTIMI APPUNTAMENTI DI APRILE

Trasmissioni a TVL
(messa in onda sabato ore 23,00-domenica ore 18,00)

23 / 24 aprile
"Nemesi" di Jacqueline Monica Magi

30 aprile / 1 maggio
"Il libro dell'Angelo" di Alfredo Colitto


PRESENTAZIONI

Mercoledì 27 aprile ore 18 Melbookstore Firenze
Giuseppe Previti e Mario Spezi presentano
"L'emozione delle stagioni" di Igino Canestri


Venerdì 29 Aprile 2011

In occasione del compleanno della Biblioteca Eden di Casalguidi
Ore 19.00
Presentazione del testo teatrale "Ai saggi la gloria" di Susanna Daniele a cura di Giuseppe Previti
Voci narranti Luigina Calistri e Antonio Menicacci
La storia della biblioteca Forteguerriana raccontata in forma di monologo teatrale da alcuni personaggi: da Sozomeno al cardinale Forteguerri, da Niccolò Puccini a Louisa Grace Bartolini e Giosuè Carducci per finire con Remo Cerini.



Sabato 30 aprile 2011
Biblioteca Forteguerriana, Pistoia, ore 17,00
Presentazione del testo teatrale "Ai saggi la gloria" di Susanna Daniele

(foto di Laura Tovaglia)
a cura di Giuseppe Previti e Claudio Rosati
Saranno letti alcuni brani a cura degli attori della Compagnia teatrale Progetto teatro diretta da Monica Menchi

Cerca nel blog