Si è verificato un errore nel gadget

sabato 26 luglio 2008

“Delitti in provincia” sul Montalbano

La proloco di S. Baronto, che ringraziamo di cuore per la gentilezza e disponibilità, ha offerto la possibilità all’Associazione Giallo Pistoia di farsi conoscere anche sulle pendici del Montalbano.
Il tema scelto per la serata era "Delitti in provincia" e Cristina Bianchi ha introdotto l’argomento prendendo le mosse dai più recenti fatti di cronaca nera balzati alla ribalta di tutti i giornali e in tanti talk show televisivi. Ha sottolineato quindi come gran parte di questi delitti siano stati consumati in piccoli centri, sia all’interno della famiglia (Cogne, Novi Ligure) che nel vicinato (Erba) e tra i conoscenti. Tanti delitti irrisolti, uno per tutti quello del mostro di Firenze, con spiacevoli strascichi giudiziari anche per il giornalista-scrittore Mario Spezi, ha aggiunto il presidente dell’Associazione Giuseppe Previsti. Di delitti in provincia hanno scritto anche alcuni dei più affermati giallisti in un’antologia pubblicata nel 2007 da Guanda proprio con questo titolo.
Sono stati quindi presentate le tre antologie edite da Marco Del Bucchia nel 2006 e nel 2007. Si tratta, in ordine cronologico, di "Pistoia gialla e noir" composta da dodici racconti il cui filo conduttore è l’ambientazione pistoiese, intendendo città, dintorni e provincia. Giuseppe ha parlato della genesi di questa prima opera. Stava affermandosi la moda delle antologie e molte città toscane ne avevano già una. "Perché non anche Pistoia?" fu la riflessione fatta insieme all’editore. Cominciò così l’avventura editoriale che ha dato altri due frutti: "Eva noir" con il sottotitolo 2Antologia rosa del giallo toscano", a cui hanno partecipato scrittrici che hanno dato vita a protagoniste femminili per le loro storie gialle e infine "Delitti per sport" in cui lo sport è parte integrante o sfondo dei racconti. Gli sport sono i più vari: dai più popolari come il calcio e il ciclismo, all’atletica leggera, l’equitazione, il nuoto.
Susanna Daniele ha parlato dei suoi racconti presenti in tutte e tre le antologie e in particolare di "Dente per dente", racconto ambientato proprio a San Baronto con le sue gare di corse con i carretti.
Bruno Ialuna, professore montecatinese, ha parlato della genesi del suo libro "Un’ombra dietro il cuore" e di ciò che più gli interessa raccontare: Montecatini e le sue caratteristiche di cittadina apparentemente tranquilla di giorno ma turbolenta durante la notte.
Ha citato alcuni fatti di cronaca nera, come l’uccisione di alcune prostitute, che aveva anticipato nei suoi racconti, e dell’invenzione del personaggio seriale di un commissario "di carta" a cui ne corrisponde uno in carne ed ossa. Il suo essere professore anche quando scrive gialli si è percepito chiaramente quando ha parlato della funzione del libro come oggetto che fa riflettere, sia nel momento della critica che dell’adesione alla visione dello scrittore.
Cristina ha concluso la serata elencando alcuni del delitti accaduti in provincia negli ultimi dodici anni. Come a dire: "Anche noi non ci facciamo mancare nulla…", ma soprattutto è necessario prendere atto che le passioni umane non hanno confini e sono le stesse a tutte le latitudini, nel bene e nel… giallo.

Nessun commento:

Cerca nel blog