Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 9 febbraio 2012

Note a margine del Festival del Giallo 2012



Note a margine del Festival del Giallo – II edizione – “Mafie e terrorismo”

La seconda edizione del Festival, dedicata al tema “ Mafie e terrorismo”, si è chiusa con un buon successo di pubblico e, da parte dell’Associazione GialloPistoia, con una certa soddisfazione.
Dovendo fare un breve resoconto dei momenti più significativi del Festival, non ho dubbi nel ricordare, nella penombra dell’auditorium della biblioteca San Giorgio, la voce di Gianni Palagonia, poliziotto che vive sotto copertura per essersi occupato di indagini di mafia, voce che sembrava venire dal nulla. Palagonia ha saputo rendere l’uditorio partecipe della sua “confessione” nel raccontare come era cambiata la sua vita e quella della sua famiglia dopo le minacce mafiose, le privazioni con cui deve fare i conti tutti i giorni, fra cui non poter incontrare e parlare con le persone, non poter seguire la crescita dei suoi figli.
Altri incontri molto significativi, anche per le classi presenti, sono stati la testimonianza del rappresentante di Libera Caserta, Gianni Solino, amico di Don Peppe Diana e l’appassionato intervento di Beatrice Maggiani Chelli, Presidente dell’Associazione tra i familiari delle vittime di Via dei Georgofili a Firenze.
Come non ricordare inoltre le parole di Patrick Fogli, che affrontando il tema delle stragi, ha letteralmente catturato l’attenzione dei presenti, tanto da non accorgersi nemmeno del terremoto!
Uno dei momenti più “leggeri”, di intrattenimento, è stata la presentazione di un personaggio dei fumetti, il commissario Spada e di un poliziotto italoamericano ucciso in Sicilia, sua terra di origine, ai primi del 1900: Joe Petrosino.
Molto interessanti le due disamine con clips video e diapositive sulle fiction televisive e sul cinema che si è interessato al tema della mafia. Non è mancato una momento di teatro “alto”: la lettura scenica tratta da un testo di Maria Pia Daniele sulla vicenda umana della testimone di mafia Rita Atria.
Un sentito ringraziamento a tutti quelli che hanno partecipato alla tre giorni del festival, ai relatori, a coloro che a vario titolo hanno collaborato all’organizzazione degli eventi e delle mostre collaterali, al Comune di Pistoia che ha patrocinato il festival e all’ufficio stampa del Comune che ha assicurato una buona “copertura” con gli organi di stampa e con le emittenti radio-TV.

Nessun commento:

Cerca nel blog