Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 25 ottobre 2007

AA.VV., Un mare di delitti Racconti di suspence e di paura, Grosseto, Laurum, 2007

Acqua come elemento primordiale, non origine di vita ma di morte.
Isole deserte e misteriosi mondi sottomarini, mari solcati da antichi galeoni, da navi da crociera, da graziose barche a vela, segreti di morte e cupi enigmi custoditi e nascosti sopra e sotto le acque.
E’ questo il leit-motiv, il filo “blu” che lega i quindici racconti dell’antologia “Un mare di delitti” con prefazione di Franco Valleri . Una particolarità del volume è quella di riunire racconti di scrittori del passato come Carlo Scarfoglio (figlio d Edoardo Scarfoglio e Matilde Serao) e dell’americano Francis Marion Crawford a quelli di scrittori noti e meno noti nel panorama giallistico italiano contemporaneo, toscano e non.
Ce n’è per tutti i gusti. Ci sono racconti di fantasmi in salsa horror (“La cuccetta superiore” del già citato Crawford, “Le voci dell’oceano” di Paola Alberti, “L’isola non trovata” di Gianfranco Nerozzi), polizieschi di impianto classico fra cui “Contrabbandieri” di Patrizia Pesaresi, “Libecciata” di Enrico Solìto, “La crociera” di Graziano Braschi, “Lezioni di ballo” di Roberto Santini e “Il Castello di Donnafugata” di Irene Blundo.
Altri autori hanno dato un’interpretazione dell’elemento liquido esoterica e fantastica. Fra questi Douglas Preston e Mario Spezi con “L’undicesima piaga”, Nino Filastò con il suo “Delfini” e Roberta Lepri con “Verso il mare degli dei”. Non poteva mancare in questa raccolta l’elemento noir, rappresentato da Daniele Nepi in “Mar Bianco”, Leonardo Gori con “Mareggiata”, Claudia Salvatori in “Le due anime dell’acqua” e Carlo Scarfoglio con “Il pesce mi guarda”.
La copertina e i disegni che introducono ogni racconto, anch’essi variazioni sul tema marino, sono di Paolo Funghi.

Susanna Daniele

Nessun commento:

Cerca nel blog